Serie A, la classifica: Fiorentina che non decolla, ma le altre la aiutano

Serie A, la classifica: Fiorentina che non decolla, ma le altre la aiutano

La formazione di Stefano Pioli dista due punti dal settimo posto nonostante un cammino non esaltante

di Redazione VN

 

Violanews consiglia

 

PAGELLE VN: Il solito Simeone e la solita Fiorentina. Buon esordio di Ceccherini, ma la mediana…

7 gare consecutive esterne senza successi in campionato: Pioli come Mihajlovic e Delio Rossi

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giuseppe.rontan_115 - 3 settimane fa

    Per precisare.Avete messo nella classifica,la stessa differenza reti,tra Fiorentina ed Atalanta,8.Ma non è così.L’Atalanta ha in effetti la differenza reti 8,ma la Fiorentina ha la differenza reti,9.19 reti segnate e 10 reti subite.Quindi,va posizionata in classifica al 9° posto,e non al 10°,come erroneamente avete fatto voi.Tra l’altro,ha vinto anche il confronto diretto,quindi non c’è assolutamente nessun motivo,per posizionarla dietro all’Atalanta.Se lo fa SKY,nessuna meraviglia,ma da una testata giornalistica di fede viola,un po’ più d’attenzione,non guasterebbe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 3 settimane fa

      Per ulteriore precisazione la classifica di cui lei parla è un widget confezionato in automatico da Opta azienda specializzata in statistiche. Noi non abbiamo possibilità di cambiarlo. Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 3 settimane fa

    Va be’, voglio dire, diamo un’occhiata al calendario:

    — 14^ GIORNATA, FIORENTINA-RUBENTUS – Partita dell’anno e in casa, ma contro una delle migliori squadre d’Europa, che sta trovando Ronaldo a pieno regime e che è talmente forte che a fine novembre ha già quasi vinto lo scudetto senza nemmeno grossi episodi loschi a favore, e tra campionato e Champions ha perso solo una partita, in maniera molto rocambolesca e generata più dal tradizionale c**o di Mourinho che da qualcos’altro;
    — 15^ GIORNATA, SASSUOLO-FIORENTINA – Trasferta insidiosissima sul campo della rivelazione di questa prima metà di campionato;
    — 16^ GIORNATA, FIORENTINA-EMPOLI – Derby casalingo, sulla carta abbordabile, in realtà pieno d’insidie perché il grande Beppe Iachini vorrà venire qui a fare bella figura e almeno un punto pesante in chiave salvezza, a maggior ragione considerando che allena i carciofai per i quali questa è la partita dell’anno;
    — 17^ GIORNATA, MILAN-FIORENTINA – trasferta sempre difficilissima in casa di una squadra che magari non sarà più ai livelli del passato ma che è pur sempre in piena lotta per un posto in Champions.

    In sintesi, fino alla diciottesima giornata (Fiorentina-Parma, comunque insidiosa perché i gialloblu non hanno problemi di classifica e si sono già presi scalpi importanti, quest’anno) non ci sarà mai da stare tranquilli, se la Fiorentina continuerà a essere la barzelletta attuale. E anche le giornate successive presenteranno molti rischi, fra trasferte in casa di squadre che lottano per non retrocedere e scontri diretti con big e semi-big.

    Per cui, siccome dal mercato di gennaio e da Corvino non mi aspetto mai nulla di buono, o si attuerà subito una “cura shock” (rivoluzione tattica o altrimenti esonero dell’allenatore: non so quale delle due ipotesi sia meno improbabile…) oppure al termine di queste partite sarà meglio guardare la parte bassa della classifica, piuttosto che quella medio-alta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy