Napoli, questione di fasce tra Callejon e Chiesa. E tarpare le ali per far risultati

Napoli, questione di fasce tra Callejon e Chiesa. E tarpare le ali per far risultati

Uno dei fattori relativi alla gara di domenica potrebbe essere quello relativo al gioco sugli esterni

Cyril-Thereau

Una questione da esterni. Napoli-Fiorentina si svilupperà soprattutto grazie a loro, alle fasce: brillanti, superbe e dalle ormai note qualità quelle partenopee; in crescita, sorprendenti ma verosimilmente inferiori quelle viola. Potrebbe non esserci Insigne, assente già stasera contro il Feyenoord, e gli Azzurri punteranno sulla novità Zielinski ala: a destra, confermatissimo Callejon, con al centro Dries Mertens. E Stefano Pioli sfiderà Maurizio Sarri affidandosi a Federico Chiesa – uno che il Napoli prenderebbe anche domani – e Cyril Thereau.

GOL D’ESTERNO – Nove reti segnate dalle fasce offensive titolari per i campani, sette quelle dei viola. Chiesa e Thereau, nella dimensione gigliata, sono due assi, capaci di cambiare la partita, ma al ‘San Paolo’ sarà difficilissimo, soprattutto perché il pallino del gioco sarà in mano ai padroni di casa. Attenzione, quindi, a Callejon e, probabilmente, Zielinski. Più o meno simili, osservando i dati, i chilometri percorsi dai rispettivi elementi.

L’ARTE DELLA DIFESA – Infortunato, non ci sarà Faouzi Ghoulam: al suo posto – udite, udite, tifosi viola – l’eterno Christian Maggio. Sull’altra fascia, Elseid Hysaj, compagno di squadra ad Empoli, nell’Empoli di Sarri, di Vincent Laurini, nota lieta di questa Fiorentina. La partenza dell’albanese liberò il posto al francese: i due si ritroveranno, da avversari, con destini incrociati. E poi Cristiano Biraghi il compito di controllare Callejon. Tarpare le ali al Napoli sarà un compito arduo ma indispensabile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy