Fiorentina, l’Europa dista solo 3 partite. Ma passa dal Franchi…

Fiorentina, l’Europa dista solo 3 partite. Ma passa dal Franchi…

Nei prossimi due turni la Fiorentina giocherà in casa contro due squadre in difficoltà, mentre sono in programma molti scontri diretti. E poi c’è il recupero di Marassi. Con un piccolo filotto…

L’Europa è lontana, eppure si potrebbe raggiungere in meno di due settimane. Per dire che, sì il ritardo accumulato dalla Fiorentina è significativo, ma il tempo per risalire ci sarebbe e già a brevissimo giro di posta. Anche se spesso i ragionamenti sulla carta non corrispondono all’andamento sul campo. Prima premessa fondamentale: serve tornare a vincere al Franchi, cosa che manca in Serie A da 75 giorni (!) cioè dall’1-0 sulla Roma del 18 settembre. E servirebbe farlo già da domenica, quando a Firenze arriverà il Palermo penultimo reduce da 7 sconfitte di fila ma anche da un cambio in panchina.

Poi il calendario propone per la Fiorentina una seconda gara consecutiva in casa, contro un Sassuolo – ad oggi – in enorme difficoltà, anche se potenzialmente rinfrancato dal pareggio ottenuto col Napoli. Se la Fiorentina riuscisse nell’impresa di vincere per la prima volta due match di fila, e per giunta al Franchi, sarebbe certa di mangiare punti a molte delle squadre che la precedono in classifica visto che in queste due giornate sono previsti molti scontri diretti, a partire da Napoli-Inter di stasera, da Juve-Atalanta di domani e Lazio-Roma di domenica, mentre nel turno successivo sono in programma Torino-Juve e Roma-Milan.

Ecco perchè alla Fiorentina si presenta l’ennesima (doppia) occasione da provare a sfruttare, per poi andarsi a giocare il seppur difficile recupero col Genoa a Marassi (CALENDARIO). Basterebbe un piccolo filotto, insomma, per ritrovarsi in zona Europa – o quasi – già a metà dicembre. Ma tra il dire e il fare… c’è di mezzo la Fiorentina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy