Il punto di Rialti: “Adesso è il momento dell’unità e del tifo”

Il punto di Rialti: “Adesso è il momento dell’unità e del tifo”

“Da oggi seguiamo la linea indicata dagli ultrà e da Corvino: un patto per tirar fuori le gambe da questa palude”

3 commenti

Condivido le conclusioni: ora è il momento dell’unità, del silenzio, del sostegno, del tifo. Perchè una protesta oggi avrebbe forse logica ma anche risultati non prevedibili e probabilmente nefasti. La Fiorentina deve uscire da questa situazione di cul de sac. La classifica è triste, le prospettive poco invitanti, ma solo dall’unità di intenti si potrà uscire senza ulteriori penalizzazioni.

Ripeto che non mi piace l’atteggiamento della Proprietà, sempre all’insegna delle dichiarazioni importanti e i mercati fatti di saldi e baratti. Non mi è piaciuto neppure l’ultimo Sousa molte chiacchiere e distintivo, molti selfie e poco gioco. Neppure il rendimento di qualche giocatore. Ma…non è questo il momento. A maggio verrà il tempo del chiarimento finale.

Suggerisco, ma non credo mi ascolteranno, di aprire agli allenamenti, di intensificare le opere di fiorentinizzazione, di aiutare i tifosi a rafforzare il sostegno alla squadra (iniziando dalla piccolissima cosa che sono i tamburi), di far parlare più i giocattori e meno l’allenatore. E poi di fare l’esame definitivo dentro la società. Se davvero arriverà il via al nuovo stadio i Della Valle possono decidere»: o vendono o investono. Conta questo.

Di Sousa, insisto, mi interessa poco. Se va via…auguri. Vuol vincere la Champions entro quattro anni? Che, se avrà la possibilità, scelga bene. Da oggi, insisto, seguiamo la linea indicata dagli ultrà e da Corvino: un patto per tirar fuori le gambe da questa palude. L’alternativa non c’è, almeno non la vedo. Se qualcuno ha proposte diverse le faccia, io le aspetto e le leggerò. Ma per adesso la strada è solo questa. Certo Palermo e Sassuolo non ammettono distrazioni. Non ammettono sconfitte, non ammettono pareggi. E non crediate che sia facile.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. SOLOROGER - 6 giorni fa

    CARO RIALTI IN TUTTE LE AZIENDE LE SITUAZIONI DI DIFFICOLTA’ SONO CAUSATE DALLA PROPRIETA’/DIREZIONE. SENTO SEMPRE I GIORNALISTI FIORENTINI SCATENARSI CONTRO SOUSA, CONTRO IL PROCURATORE DI GONZALO ECC. NESSUNO MAI SI SCANDALIZZA DELLE DICHIARAZIONI DI CORVINO “SONO TORNATO PER VINCERE QUALCOSA” O DI COGNIGNI…… O DI ANDREA DELLA VALLE SULLA STESSA LUNGHEZZA D’ONDA!!
    ANCHE A SOUSA COSI’ COME A MONTELLA E PRANDELLI QUESTI HANNO PROMESSO CHE AVREBBERO INVESTITO FATTO UN PROGETTO (IL FAMOSO PROGETTO….), AGGREDITO IL MERCATO, SI SAREBBERO FATTI TROVARE PRONTI ECC. ECC. SALVO POI PUNTUALMENTE DISATTENDERE LE PROMESSE. MI E’ VENUTO IL DUBBIO CHE QUESTI SIANO MOLTO PRESUNTUOSI E CHE DAVVERO PENSANO CHE SI POSSA VINCERE DAVVERO QUALCOSA COMPRANDO I VARI MILIC E OLIVERA! QUANDO SOUSA DICE CHE SE ARRIVANO SOCIETA’ PIU’ AMBIZIOSE DELLA FIORENTINA E SE BERNARDESCHI CRESCE ULTERIORMENTE SARA’ IMPOSSIBILE TRATTENERLO DICE LA SCONTATA VERITA’ (ABBIAMO VISTO CON ALONSO CHE IN 3 MINUTI E’ PASSATO AL CHELSEA. SE ARRIVANO CON I SOLDI IN MANO INVECE CHE CON LE CHIACCHIERE COME FACCIAMO NOI COGNIGNI HA GIA’ IN FRIGO LA BOCCIA DI DOM PERIGNON)! QUANDO DICE CHE NON SOGNA PIU’ DICE UN’ALTRA SCONTATA VERITA’! I TIFOSI DEVONO SOGNARE UN BEL SETTIMO POSTO!!!! QUESTO E’ IL SOGNO CON QUESTA SOCIETA’!! COMUNQUE CARI GIORNALISTI CAPISCO CHE NON POTETE PARLARE MALE DELLA PROPRIETA’ PER SVARIATI MOTIVI E QUINDI E’ PIU’ SEMPLICE PRENDERSELA CON L’ALLENATORE, I PROCURATORI, GLI ARBITRI ECC. MA UN PO’ DI OBIETTIVITA’ E COERENZA IN PIU’ NON FAREBBE MALE OGNI TANTO. GRAZIE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio da Papiano - 1 settimana fa

    Questa idea che con il nuovo stadio la proprietà investe non mi convince. L’Udinese con il nuovo stadio ha fatto grandi investimenti? No. I Della Valle considerano la Fiorentina al pari dell’Udinese con tutto il rispetto. Questa proprietà deve vendere e andarsene sono passati ben 14 anni e ormai abbiamo capito che con questi signori la parola trofeo non è nel loro vocabolario calcistico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ghibellino viola - 1 settimana fa

      Anche io ho dei dubbi su questa proprietà. Possiamo solo aspettare. Ricordo, a loro difesa, che si è vista la volontà di investire nella Fiorentina fino circa al 2010. Poi ci hanno detto chiaramente, senza cittadella non si va da nessuna parte. Andremo avanti con l’autofinanziamento. E così hanno fatto.Però, ed in questo li sostengo, da allora ci hanno tenuto sempre a buoni livelli. Quarti posti, una semifinale di Europa League e una finale di Coppa Italia. Vediamo cosa succede col nuovo stadio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy