Il parere di Rialti: “Finalmente l’orgoglio viola”

Il parere di Rialti: “Finalmente l’orgoglio viola”

Il punto settimanale per Violanews di Alessandro Rialti, responsabile della redazione fiorentina del CorSport-Stadio

Alessandro Rialti

Sarà anche solo un piccolo pareggio però a me è piaciuto. Perchè ho rivisto l’orgoglio di chi non vuol alzare bandiera bianca, di chi lotta fino all’ultimo secondo, che non si fa demoralizzare neppure da un doppio clamoroso palo colpito. Certo ho visto anche gli errori, tanti, alcuni anche ripetuti troppe volte nel tempo. Ho rivisto i disagi di Sanchez, le passeggiate di un tempo di Ilicic, ho visto la poca consistenza di Milic, ma questo non cancella quello che mi trova assolutamente d’accordo con Sousa: la Fiorentina meritava di vincere e, quindi, di avvicinare clamorosamente (grazie alle difficoltà dell’Inter) la zona sesto posto. Ho rivisto una Fiorentina da battaglia, che ha saputo reagire, e questo vale per buona parte di questo finale di stagione, evitando di  alzare bandiera bianca.

Leggo che molti al sesto posto non ambiscono, io la penso diversamente. Leggo che per molti il processo per gli errori del mercato, per il possesso della Fiorentina, per il ruolo di demotivatore o omo nero, per le varianti tecniche, per la distanza dei Della Valle, è già iniziato. Capisco, però io preferisco aspettare che la stagione finisca per partecipare al giudizio universale. Tutto questo solo perchè questa Fiorentina piena di imperfezioni comunque è tornata a dimostrarmi di voler lottare fino alla fine.

E’ troppo tardi? E’ troppo poco? Sarà quel che sarà ma per me sabato sarà un match che aspetto con grande rispetto. Anche perchè pure questa Fiorentina imperfetta io la sento comunque mia. Almeno fino a quando si batterà con rabbia come ha fatto nel secondo tempo di Genova.

Buona Pasqua a tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy