Bucciantini a VN: “Fiorentina: non si può vivacchiare fino alla semifinale. Per la panchina consiglierei…”

Bucciantini a VN: “Fiorentina: non si può vivacchiare fino alla semifinale. Per la panchina consiglierei…”

Violanews ha parlato in esclusiva con il noto opinionista Marco Bucciantini

di Iacopo Nathan

Il giorno dopo la brutta vittoria esterna in casa del Cagliari, che ha forse definitivamente estromesso la Fiorentina dalla corsa Europea, abbiamo parlato in esclusiva con il noto opinionista Marco Bucciantini, per tentare di fare chiarezza sul presente e sul futuro della squadra viola.

La sconfitta di ieri fa molto male, come si prosegue la stagione?

“La Fiorentina è uscita molto male dalla partita di ieri. Il Cagliari ha fatto meglio dal punto di vista atletico e agonistico, il centrocampo viola avrebbe dovuto imporsi con la tecnica ma non ci è riuscito. Principalmente sono mancati il palleggio e i passaggi di Gerson, Norgaard e Benassi, e anche dietro (specie Milenkovic) c’è stata poca pulizia nei disimpegni. Con gli attaccanti che si sono mossi poco per troppi minuti, la Fiorentina si è trovata a dover giocare una partita soprattutto fisica, di lotta e duelli, e il Cagliari si è imposto: lo voleva più dei viola. Certo, la Fiorentina si deve preparare per la semifinale di ritorno, una gara decisiva, contro una squadra come l’Atalanta che fa tutto molto bene, con i suoi punti di riferimento, con le sue certezze, e servirà giocare bene alla squadra di Pioli. Ma per giocare bene quella partita serve arrivarci con le convinzioni che solo il campo può dare. Non si può vivacchiare un mese e poi sperare d’inventarsi la partitissima a Bergamo. Ieri la Fiorentina ha fatto una brutta partita, la seconda di fila, dopo un periodo in cui ha giocato bene raccogliendo poco, sopratutto facendo troppi pareggi, che è il problema di quest’anno.”

Proviamo ad andare avanti ed ipotizzare il futuro della Fiorentina? Confermeresti Pioli?

“Parlare adesso di futuro è ingiusto e rischioso: crea distrazione e alibi. Sarà decisivo e qualificante il finale di stagione, che può ancora dire molto, dare perfino un trofeo, cosa che ancora manca alla storia dei Della Valle a Firenze. Ci sono dieci partite di campionato, quindi trenta punti in ballo, più una semifinale di Coppa ed una eventuale finale. Come non si può bocciare un alunno a marzo senza interrogarlo le ultime volte, anche un alunno deludente (soprattutto se ha qualche buon argomento da giocarsi) non si può ancora sentenziare su questa Fiorentina senza aspettare la fine. E con questo Chiesa, con Muriel, con Veretout, ritrovando solidità difensiva, la Fiorentina può fare qualcosa. Le avversarie in Coppa sono tutte superiori, lo dimostrano le classifiche recenti, ma sono tutte vicine: lo dimostrano le partite giocate contro queste squadre. Sulll’ allenatore: se a settembre ci sarà ancora Pioli, magari perché ha vinto la Coppa, sarebbe un gran finale… Ne sarei due volte felice. Anche per lui sono significativi questi due mesi. Io resto convinto che in un’avventura calcistica la cosa più importante sia la proprietà. Il resto spesso è conseguenza della forza di una società. La volontà dei Della Valle mi interessa assai più del nome dell’allenatore. Ma se Pioli o la società avessero voglia di lasciarsi, e premettendo che adoro Giampaolo (ma per me resterà a Genova) e m’incuriosisce De Zerbi, azzardo una mia preferenza: Marco Rose, l’allenatore del Salisburgo. In questi anni sta facendo molto bene, ha mostrato bel gioco, arrembante, coraggioso, ha fatto crescere tanti giovani, diciamo che è un Gasperini d’ Austria, anche per la notevole condizione atletica che sembrano sempre avere i giocatori del Salisburgo.”

Violanews consiglia

Toccato il fondo. I Della Valle cosa pensano di questo “spettacolo”? Addio al sogno settimo posto

CRONACA | Viareggio Cup, Fiorentina-Westchester United 3-0: viola qualificati agli ottavi

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. batigol222 - 2 mesi fa

    Parole veramente giuste, concordo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gasgas - 2 mesi fa

    Prima bisogna cacciare il male assoluto della Fiorentina: Corvino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Violentina - 2 mesi fa

    un altro che pur di non ‘giocarsi il posto’ parlerebbe per ore senza dire che la puzza di marcio proviene dalla TESTA. ma ven via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabio - 2 mesi fa

    Caro bucciantini , anche te come i tuoi colleghi DOVE SMETTERE DI PRENDERE PER I FONDELLI I TIFOSI FIORENTINI, con le vostre affermazioni del c…o. la cosa che mi meraviglia di piu è il nostro Giancarlo Antognoni, POVERACCIO!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Unsenepoppiu - 2 mesi fa

    Caro Buccia, uno dei pochi opinionisti che ammiro insieme a Benedetto Ferrara,
    poco realistico l’allenatore del Salisburgo coi Braccini .
    Finché ci saranno loro per gestire una squadra priva di ambizioni basta anche un Allevatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pepito4ever - 2 mesi fa

    lascia il Salisburgo dove fa champions e poi Europa Legue e vince tutti gli anni lo scudetto d’Austria per fare il 10° 11° posto in Italia in Serie A. SI arriverà a giugno e Pioli farà come Montella ne più ne meno: chiederà giocatori forti corvino/DV faranno finta di non sentire e daranno la colpa a lui che non risponde, si arriverà a luglio senza allenatore perchè di certo quelli boni un ci vengono a fare il 10° posto in serie A con ADV che spaccia la squadra da 7° posto avendo il 7° budget ma quest’anno siamo l’8° monte ingaggi e il prossimo anno il 9° o 10° o 12° se vanno via i big poi si piglierà Cambiasso alla prima esperienza come allenatore o Paladino o Vecchi, insomma un 2020 da soffrire poi finalmente a Humusse scade il contratto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. BVLGARO - 2 mesi fa

    Ridicolo. secondo te l’allenatore del Salisburgo, viene a Firenze a prendersi le responsabilità dell’ennesima campagna acquisti da mentecatti? A Salisburgo hanno un progetto. I fratelli si sono rotti del calcio e la loro azienda è in amministrazione controllata. Questo durerà fino a che lo stadio Franchi non verrà DISERTATO fino a fine campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. folder - 2 mesi fa

    E poi vuoi mette la proprietà della Red Bull con i fratellini?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Marco Chianti - 2 mesi fa

    Consiglia qualcuno senza ambizione e con lo stipendio basso. In questo modo ci sta che ci azzecchi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. folder - 2 mesi fa

    “Marco Rose, l’allenatore del Salisburgo”
    Figurati……NonnoConnoPatronnoGolloAlmironno un sa nemmeno chi sia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. 1926 - 2 mesi fa

    Grandissimo Buccia

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy