La Stampa: soldi riciclati per vendere il Milan. Ma la procura smentisce: “Non ci sono procedimenti penali”

La Stampa: soldi riciclati per vendere il Milan. Ma la procura smentisce: “Non ci sono procedimenti penali”

Cessione del Milan a prezzo gonfiato e flussi da Honk Kong

di Redazione VN

AGGIORNAMENTO 12.15: “Bufera Milan, inchiesta sulla vendita” titola questa mattina la Stampa di Torino, dando notizia di un’inchiesta che ipotizza una cessione della società a prezzo gonfiato e il successivo rientro di una “cifra sostanziosa”. Ipotizzato il reato di riciclaggio. “Nuova tegola giudiziaria sulla campagna di Berlusconi”, aggiunge il quotidiano. La stessa notizia compare sul Secolo XIX. La società rossonera – scrive l’Ansa – è passata ad aprile 2017 dalle mani del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi all’imprenditore cinese Yonghong Li. Allo stato non esistono procedimenti penali sulla compravendita dell’ A.C. Milan“: lo ha dichiarato il procuratore capo della Repubblica di Milano, Francesco Greco.

Il sospetto di una vendita gonfiata: una cifra fuori mercato pagata attraverso canali internazionali. È questa l’ipotesi di lavoro – scrive La Stampa – da cui sono partite una serie di verifiche per accertare la reale provenienza del denaro con cui la società rossonera, per 31 anni nelle mani di Silvio Berlusconi, è passata nell’aprile scorso per 740 milioni all’imprenditore cinese Yonghong Li.
In realtà un modo, secondo le ipotesi investigative, per schermare il rientro in Italia di una sostanziosa cifra.
Dopo mesi di dubbi, inchieste giornalistiche, ombre sulla vendita della squadra milanista, è la procura di Milano a cercare di capire esattamente la regolarità dell’intera operazione. In gran segreto, nei giorni scorsi, i pm hanno avviato un’inchiesta che tra le varie ipotesi comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio, certamente un problema per Silvio Berlusconi in questo periodo di campagna elettorale. Il faro acceso dalla procura vede in prima linea il procuratore aggiunto Fabio de Pasquale.

Un iter discusso, come si diceva: un passaggio di consegne del Milan, dopo anni di successi sotto la presidenza berlusconiana, travagliato e infinito. Per sgombrare il campo da equivoci e voci che si rincorrevano, l’estate scorsa era stato l’avvocato storico dell’ex Cavaliere, Niccolò Ghedini, a consegnare in procura i documenti per attestare la regolare provenienza del denaro cinese («lecita provenienza di fondi», l’esatta dizione del documento ufficiale passato al vaglio di esperti di finanza). Alla base dell’apertura dell’inchiesta avvenuta poche settimane fa, ci sarebbero nuovi documenti che dimostrerebbero esattamente il contrario.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vecchio briga - 3 mesi fa

    Che fosse un’operazione come minimo spericolata si era capito. Ma voglio vedere come fanno a ricostruire tutti i passaggi. Ci vorranno anni. Il Berlusca c’ha 80 anni..gli importa una sega. Ormai ha vinto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il Viola di Gallipoli - 3 mesi fa

    Ma, secondo voi, i giudici riusciranno mai a dipanare tutti i nodi all’interno delle decine di scatole cinesi (mai termine fu più giusto) create per raccogliere i fondi?

    Semplicemente non hanno abbastanza competenze e fondi per capirci qualcosa.
    La giustizia è forte con i poveracci ma è inerme con chi è pieno di soldi e sa come aggirare il sistema.

    A me, più che altro, sembra la solita attività di discredito alla vigilia delle elezioni cosa che, al di là di chi la subisce, fa davvero schifo e dovrebbe essere fermata da chi ancora un minimo crede nella legge.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. UNO VIOLA - 3 mesi fa

    Ma questa notizia trova qualcuno sorpreso? Se così fosse è il caso che vi svegliate stelline perché solo quel povero ingenuo di Jacobelli pensava che le cose non fossero così. Me lo ricordo quest’estate il “puro di animo” che escludeva indignato ogni simile ipotesi.
    p. s. Ah mi raccomando votate per lui e compari così mette a posto anche questa con i suoi avvocati in parlamento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LoSfiammaOttimisti - 3 mesi fa

    Toh, queste notizie su Silvio mi fanno ricordare che siamo vicini alle elezioni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. marchino - 3 mesi fa

    Tanto il Vicenza lo hanno fatto fallire.Mi meraviglio che ci siano persone capaci di andare contro la nostra Società fatta di uomini adatti al calcio moderno,dove se sei capace vai avanti altrimenti hai 2 possibilità:la prima è di avere soldi regalati dalle tv,dalla lega ecc ecc,l’altra di esentarti dalle regole che squadre come la nostra sono costrette a seguire.Io personalmente preferisco camminare a testa alta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. batigol222 - 3 mesi fa

    mmmmmm

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy