Gravina: “Seconde squadre? Siamo arrivati tardi”

Gravina: “Seconde squadre? Siamo arrivati tardi”

Gravina, presidente Figc ha parlato delle seconde squadre

di Redazione VN

Secondo quanto riportato dall’ Ansa:
L’introduzione delle seconde squadre “è passata come rivoluzione epocale, io ero favorevole in Lega Pro ma personalmente ho osteggiato la versione di questo provvedimento preso nell’arco di qualche giorno” dalla Figc allora commissariata. Adesso “ho la sensazione che sul progetto delle seconde squadre, così come è concepito oggi, siamo arrivati troppo in ritardo”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine del comitato di presidenza. “Domani a Torino ci sarà un incontro con altre società sul tema e capire limite di età – ha aggiunto Gravina – il concetto degli under 23 così com’è è anacronistico. Se si tratta di impiegare giovani selezionabili ok, se invece giocano molti non selezionabili under 23 allora ci dobbiamo interrogare. Poi, se partecipa solo una società diventa improbabile”. “Voglio capire – si domanda dunque il numero uno di via allegri – le società hanno davvero questo interesse? Ho la sensazione che siamo arrivati in ritardo, in Germania la stanno togliendo”.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Torneo di Viareggio – 4° giornata: vincono Fiorentina, Genoa e Milan. Altra perla di Maldini su punizione

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CippoViola - 2 mesi fa

    Sembrerò antiquato ma a me non è mai piaciuta come idea. Ci vedo solo la volontà di inondare le serie minori con i colori delle squadre maggiori. Richiede troppo sforzo che non tutte le squadre potrebbero permettersi. Preferirei piuttosto incentivare ancora di più una bella rete di alleanze (da non intendere come sudditanza o succursali) con squadre di serie C e B disposte a dare minutaggio ai nostri giocatori max 23enni o a cedere quelli tra i loro che valgono una squadra maggiore (pagandoglieli ovviamente). Poi lo trovo più educativo per i ragazzi farsi le ossa fuori a giocare con gente diversa e più grande, senza starsene tra le “coperte della mammina”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 2 mesi fa

      Eh si, quelli che vogliono crescere davvero vanno a giocare in serie B, come bernardeschi e babacar e castrovilli adesso. Chiesa non c’è andato perchè con poco arrivò ad essere ponto anche per la prima squadra, e allora…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy