Marzabotto-Futa 65: segna, fa il saluto romano e mostra maglia della Rsi

Un gesto sconsiderato e vergognoso. Sul campo del Marzabotto – teatro delle stragi nazi-fasciste dell’autunno 1944 – un giocatore del Futa 65 segna un gol contro la formazione di casa (campionato di Seconda categoria), poi si dirige verso gli spalti con il braccio destro teso nel saluto fascista e si toglie la maglietta mostrando il simbolo dell’aquila della Repubblica Sociale Italiana. Immediate le proteste delle associazioni partigiane e dell’amministrazione del comune emiliano. La società Futa 65 ha espresso il proprio rammarico con un comunicato, annunciando di aver sospeso e multato il giocatore. Lo stesso giocatore, resosi conto della gravità del suo gesto, ha espresso le sue scuse con un post su Facebook. Video dai social

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. il nipote di viola - 3 anni fa

    mi censurate di nuovo per avere condannato anche l`altro lato? viva la democrazia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 3 anni fa

      Non ti abbiamo censurato nessun commento. Forse ti riferisci a quello che hai lasciato in quest’altro articolo? http://www.violanews.com/news-viola/il-riepilogo-di-giornata-babacar-verso-londra-rinnovo-vicino-per-chiesa-i-della-valle/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leonardo81__285 - 3 anni fa

    Coraggioso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cinghialino - 3 anni fa

    subumano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy