BV: Due tricolori, un compleanno

BV: Due tricolori, un compleanno

Lo avevano già festeggiato nell’Udinese e continuarono a festeggiarlo insieme anche nella Firenze tricolore il loro compleanno Albero Orzan e Giuseppe “Pecos Bill” Virgili. Nato a San Lorenzo di Mossa …

di Redazione VN

Lo avevano già festeggiato nell’Udinese e continuarono a festeggiarlo insieme anche nella Firenze tricolore il loro compleanno Albero Orzan e Giuseppe “Pecos Bill” Virgili. Nato a San Lorenzo di Mossa (provincia di Gorizia) il 24 luglio 1931 il primo e ad Udine il 24 luglio 1935 il secondo, Orzan e Virgili vanno anche ricordati come due assoluti protagonisti del biennio che portò la Fiorentina a conquistare lo scudetto nel 1956 e la finale di Coppa Campioni l’anno successivo. Le loro strade si divisero nell’estate del 1958, dopo che avevano portato la Fiorentina al secondo posto in campionato ed al successo nella Coppa Grasshoppers l’anno precedente. Virgili si trasferì al Torino, mentre Orzan continuò a vincere trofei con la maglia viola fino al 1963. Virgili, con 62 reti, occupa l’ottavo posto assoluto della graduatoria dei cannonieri della storia gigliata e, con 55 gol, il sesto posto nella classifica dei bomber viola in Serie A. Il popolare “Pecos Bill” è uno dei pochi attaccanti della storia della Fiorentina ad avere segnato in quattro manifestazioni differenti, ovvero in tutte quelle a cui ha preso parte. Orzan, invece, è uno dei pochi giocatori ad avere vinto diversi trofei con la maglia viola. In 9 anni, 246 presenze (e 3 gol), Orzan ha vinto a Firenze uno scudetto (1956), una Coppa Grasshoppers (1957), una Coppa delle Coppe (1961) ed un Coppa Italia (1961), oltre le finali di Coppa Campioni (1957), quella di Coppa Italia (1958) e quella di Coppa delle Coppe (1962). Da ricordare anche il celebre poker di secondi posti in campionato dal 1956-57 al 1959-60. Per entrambi, che esordirono in maglia viola nella stessa gara (ovvero il 19 settembre 1954 in Fiorentina-Catania 2-1), c’é da aggiungere il dato che riguarda l’approdo quasi contemporaneo anche in Nazionale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy