Zaniolo, il rimpianto della Fiorentina: così è stato lasciato andare via

Zaniolo grande protagonista in Roma-Inter. Totti garantisce per lui e la Fiorentina si morde le mani…

di Redazione VN

Nicolò Zaniolo, insieme a Gianluca Mancini dell’Atalanta, è un rimpianto per la Fiorentina. Repubblica in edicola quest’oggi si sofferma sul suo addio. “La Fiorentina mi svincolò l’ultimo giorno di mercato dicendo che sarebbero arrivati altri giocatori da fuori” ha raccontato lui stesso. Quest’anno il giocatore ha esordito in Champions contro il Real Madrid e in Serie A proprio contro i viola. Domenica contro l’Inter ha disputato un’ottima prestazione e un rigore che non gli è stato concesso fa ancora discutere. “Diventerà fortissimo” ha assicurato Francesco Totti. E la viola ora si morde le mani. LA SCHEDA DI ZANIOLO 

Violanews consiglia

Uefa, arriva l’Europa League 2: info e dettagli della nuova competizione per club

 

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lk - 2 anni fa

    Diciamo pure che Zaniolo è esploso adesso grazie a Di Francesco che c ha messo la faccia e lo sta fecendo giocare. Questo per dire che la maggior parte dei giocatori emergono grazie all allenatore, come Vecino/Sarri… Quanti giovani sono uscito da noi?! Chiesa e Berna, grazie a Sousa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. L'Omino di Ferro - 2 anni fa

      Sousa ha avuto Mancini a Moena nell’estate 2016. Pioli ha avuto Rebic e Hagi l’estate 2017. A Montella non piaceva Bernardeschi … Purtroppo se un allenatore non vede un giocatore c’è poco da fare. Ma c’è da dire che molto spesso i giocatori maturano all’improvviso (Zaniolo) oppure deludono le aspettative in maniera clamorosa (Pjaca). Il calcio purtroppo o per fortuna non è una scienza esatta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luigi Barzini - 2 anni fa

    Mah! Corvino certamente non è un mago e nemmeno simpatico però dare a lui la responsabilità di Zaniolo e preconcettuoso.
    Quando è arrivato per l seconda volta a Firenze Zaniolo era un bambino (specialmente nel fisico) che giocava nei ragazzini. Poi, dopo un anno è stato venduto all’Inter via Entelle. Le responsabilità di Corvino sono ben altre ma tanto oramai va bene sparare sul pianista ad ogni nota.

    R: per la precisione, è stato svincolato ed è andato all’Entella

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 2 anni fa

      Scusa, ma come difesa di Corvino è piuttosto inefficace. Sembra piuttosto un arrampicarsi sugli specchi.

      Come si può non criticare Corvino che ha mandato via Zaniolo, lasciando che da svincolato finisse all’Entella, non accorgendosi che invece quel ragazzo le qualità le aveva e dunque era un patrimonio per la società?
      E non stiamo parlando di un giocatore che è esploso 10 anni dopo aver fatto le giovanili a Firenze.
      Questo da subito ha fatto la differenza nella Primavera nell’Inter, un anno dopo che Corvino l’aveva silurato. Poi è finito alla Roma, per un valore di alcuni milioni e probabilmente ora ne vale anche di più.

      Come ha fatto Corvino a cannare così tanto la scelta su sto ragazzo?
      Ma i Della Valle, che considerano la Fiorentina un’azienda, non han nulla da dire su un loro dipendente che gli ha fatto perdere milioni di euro così?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Burlamacchi - 2 anni fa

    Sempre sia lodato il Mago di Vernole e le sue intuizioni geniali.
    Girano anche storie sui procuratori.

    Ma Corvino avrà sempre la sua schiera di fan-adepti adoranti. Quelli che spargevano petali di rose quando in estate prendeva giocatori a suon di prestiti assurdi ed insultavano chi esprimeva dubbi legittimi (e che si sono verificati).

    Quelli che devono difendere sta politica del “Non ci sono soldi, bisogna adeguarsi” quando i soldi ci sarebbero se non si mandassero via giocatori come Zaniolo o Mancini per poi tirarne valanghe su mediocri scommesse prese per compiacere qualche procuratore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user - 2 anni fa

    Io che sono fortemente contrario alla permanenza dei DV a Firenze dico che potrei anche “sopportarli” solo se fosse mandato via immediatamente Corvino.Ritengo che anche con pochi denari che ha a disposizione si possa fare moooolto meglio di come fa lui da sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 anni fa

      Dubito fortemente lo faranno. Ai Della Valle interessa semplicemente che a fine mercato ci sia il segno “ ” sul bilancio uscite/entrate, Corvino lo porta, a posto. Tutto il resto, chi si compra, chi si vende, quanto si paga, è assolutamente secondario, quelli sono problemi di una società di calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. sinistro viola - 2 anni fa

    per un piccini zaniolo mancini lasciati e poi esplosi ce ne sono 100, trattenuti o lasciati, che non ti ricordi nemmeno il nome..col senno di poi..molto più grave comprare a caro prezzo flopponi o svendere sicuri futuri campioni..e ci si potrebbe scrivere un libro..ma avviene in tutte le società del mondo..è più bravo chi sbaglia di meno..ma si sa l’erba del vicino è sempre più verde..FVS p.s. trattenere giocatori come veretout, milenkovic, chiesa, simeone, benassi, biraghi, pezzella sarà da competenti o da cialtroni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robin.b_737 - 2 anni fa

    Non voglio insinuare alcunché, ma quando si fanno operazioni di mercato prive di logica, irrazionali e senza giustificazione economica c’è un perché. Cosa costava dare in prestito tutti i giocatori in questione piuttosto che fare piazza pulita? Invece no, svendere per comprare e far girare la ruota. Abbiamo bisogno di un team di dirigenti competenti e affiatati che abbiano a cuore gli interessi della Fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 anni fa

      Attento a scrivere queste cose…nella fase “tardo impero” del precedente mandato di colui che Furione Valcareggi definì “top player dei direttori sportivi”, ebbe persino il coraggio di querelare qualche tifoso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. manuel - 2 anni fa

    Quello che più mi preoccupa è che Zaniolo e Mancini abbiano lo stesso procuratore di Ferrarini Meli e Lackti fra i migliori nella nostra Primavera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bati - 2 anni fa

    Troppa libertà operativa nelle mani di un solo uomo, troppi errori importanti e ripetuti. La cosa più grave in assoluto poi è che questi errori non siano riconosciuti e che anzi si difendano a oltranza facendo così ulteriori gravi danni alla squadra e relativi risultati. Questa squadra nella sua struttura portante, cioè difesa più Veretout più Chiesa, meriterebbe una classifica di gran lunga migliore. Quei quattro terribili ruoli scoperti, i due centrocampisti esterni, la seconda punta e ovviamente, il male peggiore, la prima punta, hanno trasformato in un incubo di mediocrità quello che poteva e doveva essere un bel campionato. Troppa autonomia nel settore tecnico nelle mani di un uomo che dimostra con i fatti di non saperla gestire con intelligenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. glover_919 - 2 anni fa

    Corvino se fosse una persona coerente e corretta si sarebbe già dovuto dimettere…come si può fare perdere oltre 100 muoni con 4 giovani di grande futuro, senza contare Ha…lui non pagherà nulla, anzi continua a riscuotere il suo ricco stipendio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    Esempio e NON l’unico di gestione sbaglitata del settore giovanile : Zaniolo, Mancini e Piccini. Superficialità mista a disinteresse della proprietà e il gioco è fatto…si fa per dire…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Gasgas - 2 anni fa

    Una cosa inaccettabile per una società che deve puntare sui giovani. Allontanamento immediato del DG, e si riparte!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-2073653 - 2 anni fa

    Pantaleooooo
    Corvinooooo
    Eeeeeee
    Ooooooo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Franco - 2 anni fa

    ragazzi e vù ciavete massacrato di articoli con questo zaniolo, infatti l’inter l’ha venduto per 5 milioni ma basta pè piacere davvero un se ne pò più vù ci portate all’esasperazione maremma inviolata…..è lè successo basta, poteva andà bene invece lè andata male, quello che lè fatto lè fatto basta pè l’amor di Dio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user - 2 anni fa

      T’ha ragione,ll’era una partita che si poteva vincere pareggiare o perdere…
      noi la s’è persa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy