Veretout: “Sarà bellissimo giocare regista. Dobbiamo rientrare in Europa. Il mercato…”

Veretout: “Sarà bellissimo giocare regista. Dobbiamo rientrare in Europa. Il mercato…”

L’intervista del Corriere Fiorentino a Jordan Veretout, disponibile per Napoli

di Redazione VN

Sul Corriere Fiorentino troviamo un’intervista al centrocampista viola Jordan Veretout, disponibile per Napoli dopo aver scontato tre giornate di squalifica. Vi proponiamo un sunto.

Dura restare fuori? Durissima. Guardare i compagni dalla tribuna mi ha dato fastidio, anche perché ormai per me sono passati quattro mesi dall’ultima partita ufficiale. Non ne posso più di aspettare. Non vedo l’ora di scendere in campo. Se ho fatto così bene l’anno scorso è perché il mister mi ha messo nelle condizioni migliori per esprimermi e, se continuo a migliorare ogni giorno, è grazie a lui. Se mi piace l’idea di giocare regista? Moltissimo. Certo ancora devo ancora imparare e dovendo stare un po’ più indietro potrei segnare meno, ma è altrettanto vero che giocando in quella posizione tocco tantissimi palloni e questo mi piace. Se sono sorpreso dai gol di Benassi? Per niente. È un giocatore fondamentale per noi. Marco dà un grandissimo contributo sia quando dobbiamo difenderci sia in fase offensiva e tutti noi conosciamo la sua grande attitudine sotto porta. Non a caso è stato convocato in Nazionale [CLICCA]. Se mi sento pronto per essere un leader della Fiorentina? Non mi sento un calciatore più importante di altri. Il leader è la squadra, il gruppo. … Una cosa deve essere sempre presente nella nostra testa: si può anche perdere, ma mai senza aver lasciato sul campo fino all’ultima goccia di sudore. Davide era un leader vero, aveva qualcosa in più, era diverso. Ora quel ruolo lo ha  raccolto Pezzella, ma Davide non è rimpiazzabile. Obiettivo Europa? Giochiamo a calcio per giocare in Europa. L’anno scorso ci è mancato pochissimo, siamo rimasti molto delusi per esser rimasti fuori. La sentenza del Tas? Ci credevamo, ma così il calcio, inutile negarlo. Offerte vicine ai 30 milioni per me? Non è importante adesso pensare a queste cose. Il mercato ormai è alle spalle, sono un giocatore della Fiorentina e sono molto felice di esserlo.

vnconsiglia1-e1510555251366

Guagni: “Lotteremo per lo scudetto, passo in avanti sul piano dell’organizzazione”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Le parole “Se mi piace l’idea di giocare regista? Moltissimo.” sono la risposta più chiara a quei dubbi che diversi tifosi avevano espresso temendo di “perdere” quei goal che avrebbe potuto fare in posizione più avanzata. D’altra parte con Gerson, Edimilson e Benassi ci sono da aspettarsi diverse conclusioni in porta che prima erano affidate ad altri. C0nsideriamo, poi, che Veretout ha tirato anche diversi rigori e punizioni che continuerà a fare. Quindi, smettiamola con questa sterile polemica e diamo fiducia al giocatore ed al tecnico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy