Un giovane dal Chelsea e il “no” all’Inter: le condizioni dei viola su Salah

Viola decisi sull’egiziano: può arrivare il gioiello Loftus-Cheek. Ma il Chelsea vuole essere libero di decidere

di Redazione VN

Su La Gazzetta dello Sport Luca Calamai parla delle due condizioni imposte dalla Fiorentina per liberare Mohamed Salah: un premio di valorizzazione per aver trasformato un panchinaro fisso in uno dei più corteggiati uomini-mercato del calcio europeo, e la garanzia che Salah non venga ceduto all’Inter e, se possibile, a nessun club italiano. Anche se, a parte il veto sulla società nerazzurra, ci potrebbero essere margini di apertura per altre società di casa nostra.

 

Sul primo punto non ci sono problemi, il Chelsea è pronto a dare un bonus di 2-3 milioni, la soluzione più comoda è dirottare un giovane di Mourinho a Firenze (lo ipotizza anche La Repubblica). E in quest’ottica si parla di Ruben Loftus-Cheek, classe ’96, un centrocampista che è già stato etichettato come il nuovo Pogba. Un gioiellino che potrebbe arrivare in prestito con riscatto a favore dei viola e contro-riscatto per i Blues. Il problema è sul secondo punto, visto che il Chelsea vuole essere “libero” di vendere a chi vuole.

 

Ma i Della Valle su questo punto sono categorici: se il Chelsea andasse allo scontro i viola invierebbero un dossier alla Fifa chiedendo la squalifica di Salah. Stop quantificabile in 6-7 mesi a causa della clausola privata. Punizione che toccherebbe anche a Sandro Mencucci, ex amministratore delegato della Fiorentina. La partita era e resta aperta. Fischio d’inizio oggi a Londra.  Secondo La Nazione, oltre a Loftus-Cheek ci sono altri due giocatori del Chelsea da tenere d’occhio: John Obi Mikel, centrocampista nigeriano classe 1987.e Nathan Akè (20 anni).

 

 

REDAZIONE

Twitter: @Violanews

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy