Totti alla Fiorentina? Per i bookmakers non è un’utopia

Totti alla Fiorentina? Per i bookmakers non è un’utopia

Le quote di “Er Pupone” in viola non sono così alte

di Redazione VN

E se Francesco Totti, una volta lasciata la Roma – domani sapremo di più sulla questione – approdasse alla Fiorentina? Fantamercato, diranno molti, ma i bookmakers la considerano una pista percorribile. Quantomeno, non da escludere a priori. L’arrivo in viola della bandiera della Roma è pagato dieci volte la puntata, come si legge tra le pagine del Corriere dello Sport; ipotesi suggestiva, che però al momento sembra destinata a rimanere tale.

 

 

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Larry_Smith - 12 mesi fa

    Oddìo, con Bati davanti, Totti a girargli intorno e Antonio dietro a mettere palloni al bacio credo che ci potremmo divertire. Tanto i ritmi di Montella vanno bene anche per gli -anta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pino.guastell_9534945 - 12 mesi fa

    Ma finitela di scrivere scemenze. Abbiate piu’ rispetto per i tifosi della Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pino.guastell_9534945 - 12 mesi fa

    Le parole storpiate sono: finitela di scrivere scemenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pino.guastell_9534945 - 12 mesi fa

    Ma finitela di scritere scemento. Abbiate piu’ rispetto per i tifosi della Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bati - 12 mesi fa

    Questa non notizia credo che possa offendere l’intelligenza di più di un tifoso. Io mi rifiuterei anche di scriverla. Meglio lasciare lo spazio dell’articolo in bianco in attesa di una notizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Julinho - 12 mesi fa

    Ma…. io pensando ad Antonio, nel rispetto per la persona e lo sortivo Totti che come Antonio per la Fiorentina ha speso tutta la sua vita per la Roma, auguro a Francesco Totti di risolvere prima possibile i problemi che lo costringono al momento a lasciare la Roma ma di non andare mai in nessun’altra squadra, anche a costo di passare le giornate ai giardinetti.
    Anche Antonio con i Della Valle è stato messo alla porta senza tanti riguardi. Quindi in attesa di tempi migliori auguro a Francesco di trovare una sistemazione a livello di Federazione, magari seguendo qualche Nazionale giovanile, per poi tornare con un ruolo adatto per una bandiera come lui nella sua amata Roma.
    Totti a Firenze sarebbe un dito in un occhio, un pesce fuor d’acqua, il cavolo a merenda. Onestamente non capisco davvero come uno sportivo possa solo pensare ad un accostamento del genere.
    Certo chi nel Corriere dello Sport ha scritto questa bella bischerata contribuisce a tenere alta la reputazione e la professionalità dei giornalisti. Ma prima di scrivere stronzate un pensiero a come si sentirebbero a Roma, no eh? Io se Antonio fosse andato in qualche altra squadra mi sarei sentito davvero male. Le bandiere sono bandiere e vanno lasciate stare e rispettate al massimo, anche a costo di perdere tre luridi euro d’incasso per mancata vendita di giornali!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. vecchioviola - 12 mesi fa

    A fare che?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. violasplendor - 12 mesi fa

    Grande giocatore,un po’ “coatto”, ma autoironico e dunque assai intelligente. Ha pure idee sane. Ma…come dirigente? A meno di inaspettate grandi capacità dirigenziali, che ci azzecca con la storia Viola?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. MATTEO1926 - 12 mesi fa

    Partita dirigenti contro prima squadra 10 a 0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Parpol - 12 mesi fa

    alla fine vinciamo la coppa compioni dirigenti….
    comunque grande clima… è un sogno!
    FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Pepito4ever - 12 mesi fa

    per carità tanto di cappello ma noi abbiamo già il nostro unico 10, e sta arrivando anche l’unico 9, oltrechè in società magari qualche campione come questi anche in squadra, please…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SangueViola - 12 mesi fa

      Antognoni arrivò da ragazzino, Bati quando arrivò non era proprio sconosciuto ma neanche il campione che di lì a poco sarebbe diventato.
      Forse i nuovi Antognoni e Batistuta li abbiamo già (Chiesa, Vlahovic, Montiel) oppure arriveranno all’inizio della loro carriera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy