Sfide di mercato: dai bracci di ferro vinti ai casi scottanti di Vidic, Berbatov e Salah

Sfide di mercato: dai bracci di ferro vinti ai casi scottanti di Vidic, Berbatov e Salah

Da Jovetic, Toni e Mutu restati un anno in più, ai flop legati a Salah, Berbatov e Milinkovic-Savic: i duelli con protagonista la Fiorentina

di Redazione VN

Come riporta il Corriere dello Sport – Stadio , sull’onda lunga del duello tra Fiorentina e Roma per Emre Mor, sono tante le sfide di mercato che hanno visto coinvolta la Fiorentina e che non sono mai state dimenticate. Successi, come accaduto con la permanenza di Toni dopo l’offerta-monstre dell’Inter di 25 milioni e pure con quella di Mutu, bloccato dai Della Valle nonostante il cash messo già sul tavolo dalla Roma. Anche con Jovetic, il braccio di ferro fu vinto da Andrea Della Valle che evitò il trasferimento alla Juventus rimandando l’operazione di un anno e cambiando destinazione, in Premier, al City.

Le spine però hanno lasciato il segno, nell’orgoglio e nella memoria. E’ capitato con Nemanja Vidic, per il quale era praticamente tutto fatto. Nel dicembre 2005 era stata accesa la clausola rescissoria con lo Spartak Mosca, per la firma del contratto serviva aspettare l’apertura del mercato invernale e la cessione di un extracomunitario. La stretta di mano, però, servì a ben poco: l’offerta faraonica del Manchester United fece poi sfumare tutto. C’è stata poi la “beffa” Cassano: un sì strappato nella notte tra sabato 30 e domenica 31 gennaio 2010 e solo poche ore dopo la lettera d’amore di Fantantonio ai tifosi della Samp per annunciare la scelta di restare sotto la Lanterna.
E come non ricordare poi il nèo Berbatov, salito in volo per arrivare a Firenze, sottoporsi alle visite mediche e firmare il contratto: scalo a Monaco di Baviera, con la Juventus che tenta il…. “ratto” e alla fine il giocatore si accasa al Fulham, in Inghilterra. E’ più recente la questione legata a Milinkovic-Savic, arrivato addirittura nella sede di Viale Fanti, uscito da un cancello secondario e schizzato poi a Formello per firmare con la Lazio, così come il caso Salah, chiuso solo qualche settimana fa dalla sentenza del Tas di Losanna.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsineee - 2 anni fa

    La sfida di mercato di quest’anno? Vendere tutti quelli con un valore superiore a 2 milioni e prendere solo prestiti! Cedere tutte le attività e rimanere solo con i prestiti che sono costi operativi! La vera sfida è riuscire ad aumentare il valore dei pochi che rimangono in rosa è venderli al meglio a gennaio/anno prossimo. Società svuotata, con costi operativi quasi a zero e vendibile a poche decine di milioni. Quello che hanno fatto Preziosi e Zamparini negli anni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bitterbirds - 2 anni fa

      dirlo ora lo vede anche il mio gatto e sa tanto di fiaba volpe con l’uva
      casomai sarebbe stato meglio togliersi le cispe dagli occhi quando la previsione veniva ripetutamente esposta un anno e mezzo orsono in base agli evidenti segnali
      eh già, ma allora s’era tutti gobbi birbanti e i benefattori non si potevano toccare neppure con un petalo di rosa

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy