Salcedo: “Sarei voluto rimanere, ma Corvino non mi volle aumentare l’ingaggio”

Salcedo: “Sarei voluto rimanere, ma Corvino non mi volle aumentare l’ingaggio”

Intervista a Carlos Salcedo, alla Fiorentina nella stagione 2016-17

di Redazione VN

L’ex viola Carlos Salcedo, alla Fiorentina nella stagione 2016-17, è stato intervistato da La Nazione. Dice di portare la Fiorentina nel cuore. Sarebbe voluto restare, ma Corvino non gi ha voluto aumentare l’ingaggio. Per lui sarebbe un sogno tornare a Firenze. La partita che ricorda più volentieri è la vittoria per 5-4 contro l’Inter: “Accadde di tutto: andammo sotto, sbagliammo un rigore e poi la ribaltammo grazie a un gol di Davide“. E a proposito di Astori, ecco cosa dice: “E’ stato un uomo vero. Quando sono arrivato a Firenze non parlavo italiano ma ho imparato grazie a lui: mi è stato molto vicino. Quando stavo cercando casa è stato lui che mi ha dato una mano a trovarla. Appena ho saputo della sua morte non volevo crederci“. Su Chiesa dice che si aspettava che diventasse così forte: “Lo si capiva da come lavorava in allenamento. L’unico che ho visto faticare così tanto è Ronaldo. Sono molto felice per Federico, ora si merita la fascia di capitano“.

Ribery scalda i motori: aspetta la chiamata per rientrare a Firenze

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy