Rigoletto Fantappiè, tifoso dalla prima Fiorentina e consigliere di Mario Cecchi Gori

Ieri ci ha lasciati Rigoletto Fantappiè, storico tifoso della Fiorentina

di Redazione VN

Rigoletto Fantappiè, fondatore del centro di coordinamento viola club e dirigente della Fiorentina nella gestione Cecchi Gori, quando l’amico Mario lo chiamò come consigliere personale e quindi membro del cda. Umanità e cuore viola, Fantappiè aveva visto nascere la Fiorentina, che conobbe a cinque anni, così raccontava, quando suo zio lo portò a vedere la squadra giocare in via Bellini. Vero self made man, Fantappiè era entrato a lavorare alla casa editrice Vallecchi per diventare in seguito direttore generale. Alpino, era riuscito a salvarsi da una rappresaglia tedesca. Sempre lucido e innamorato della Fiorentina non aveva mai nascosto di non aver mai legato molto con la famiglia Della Valle («per me la Fiorentina deve essere dei fiorentini»), senza per questo accennare mai polemiche dannose per l’ambiente. Così Repubblica in edicola oggi ricorda Rigoletto Fantappiè, scomparso ieri.

Violanews consiglia

B. Ferrara scrive: “Milan a pezzi, la nuova sfida con l’eterno rivale verso l’Europa”

L’opinione: “Attenti alla Premier League, può rubarci Chiesa”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user - 2 anni fa

    Grande personaggio e grande tifoso viola.
    Un ricordo da parte mia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy