Repubblica: Pradè ci resta male, Corvino è pronto. Rogg al marketing e gli altri addii

Repubblica: Pradè ci resta male, Corvino è pronto. Rogg al marketing e gli altri addii

Per l’annuncio di Corvino bisognerà aspettare ancora qualche giorno, probabilmente fino all’inizio della prossima settimana, ma l’accordo c’è già

di Redazione VN

La Repubblica ricostruisce la giornata di ieri, quella dell’addio alla Fiorentina di Daniele Pradè.  L’ex ds viola ha pagato l’ultimo mercato di gennaio, ma non solo. È stato lo stesso Cognigni a comunicargli la separazione: «Abbiamo deciso di non rinnovarti il contratto». Pradè non se l’aspettava. Fino all’ultimo è rimasto convinto di poter proseguire la sua avventura in viola. Stava lavorando al programma stilato con la proprietà e con Sousa alla fine del campionato. Aveva in agenda un viaggio in Spagna per discutere col Barça di Tello, e per i primi di giugno era in programma un incontro con l’agente di Gomez. Invece ha vinto la linea portata avanti da Diego Della Valle e da Mario Cognigni.

A proposito. Il primo a contattare Pantaleo Corvino – ormai prossimo al ritorno – è stato proprio Ddv. Storia di un paio di mesi fa, poi il silenzio. La trattativa è proseguita sottotraccia, e a curarla è stato Cognigni. Il viaggio in Asia dei fratelli Tod’s ha fatto slittare di qualche giorno una decisione che, nonostante a Pradè non fosse stato detto assolutamente nulla, era stata presa da tempo. Per questo ci è rimasto male. Per l’annuncio di Corvino bisognerà aspettare ancora qualche giorno, probabilmente fino all’inizio della prossima settimana, ma l’accordo c’è già. Firmerà un contratto biennale, e poi si metterà al lavoro per costruire la Fiorentina della prossima stagione.

Corvino assumerà tutta la responsabilità dell’area tecnica, settore giovanile compreso. Anche per questo, salvo sorprese, oltre a Pradè se ne andrà anche Angeloni. Rogg invece, pur mantenendo la carica di dg, si occuperà solo di marketing, merchandising e conti. Come fatto fino ad oggi da Baiesi, un altro destinato a salutare. Inoltre, in queste settimane, la proprietà ha deciso di sostituire Guerini con un altro ex viola. La struttura sarà chiarita entro una decina di giorni. Nel frattempo Corvino inizierà il lavoro: ha chiesto di potersi muovere in piena autonomia (dentro al budget stabilito dalla proprietà) e di poter agire accelerando il più possibile il processo decisionale sul mercato.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsine - 4 anni fa

    bello leggere commenti strappalacrime a favore di quel Pradé che fino a qualche settimana fa veniva regolarmente infamato su questo sito. Un po’ come vedere i commenti anti Sousa da parte di tutti quelli che fino a qualche tempo fa tenevano Sousa sul palmo di mano.

    Povero Pradè, ci resta male. Ma questa gente è stipendiata. Forse non capite cosa significhi questa parola. Prendono uno stipendio. Ma voi se vi licenziano dall’azienda A per andare all’azienda B dove prenderete uno stipendio maggiore siete dispiaciuti? Sembra che l’abbiano lasciato in mezzo ad una strada. Questo ha già l’accordo con l’Udinese da settimane (quando Diego l’ha chiamato e gli ha detto “guarda te ne devi andare per il casino che hai combinato a Gennaio. Hai promesso un difensore a ottobre e ne hai preso uno rotto l’ultima ora di mercato! Caro Daniele la misura è colma. Dopo le figure di m… con Salah, con Milinkovic … adesso grazie ma dobbiamo buttarti fuori” “Va bene presidè … non c’è problema. M’ha chiamato Pozzo posso rispondere che vado da loro?” “Certo che puoi andare da loro”. “Arrivederci presidè !!!”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. curra. - 4 anni fa

    Mi dispiace per Baiesi. Dopo cinque anni era vicino a incontrare uno sponsor per intavolare una trattativa per la pubblicità sulle maglie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. filippo999 - 4 anni fa

    il Gattopardo vince , ovvio che nella sostanza non cambia
    nulla…la ricerca di un ds che già avevi cacciato una volta ,
    invece che cercarne uno nuovo , la dice lunga….l’unica
    sostanza che conta è che non c’è un euro da spendere , puoi
    metterci anche il miglior DS dell’universo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. angelo scandicci - 4 anni fa

    roegg andrà a fare ilsuo lavoro e cioè a sostituire baiesi – l’auspicavo ieri – e peggio non potrà fare .
    avremo uno sponsor finalmente dopo anni. ricordate che il deficit viola sarebbe dimezzato avessimo lo sponsor.
    pereira e ramadani (informalmente) garantiranno mercato iberico, premier e est europa
    yorgensen trade d’union fra comparto sportivo e proprietà
    Vergine continuerà ad avere pieni poteri sul settore giovanile con Corvino

    Sulla squadra ho 2 impressioni personalissime ed azzardate – ilicic è stimato da corvino (lo voleva a bologna) babacar idem. Tata no. Certo il primo o lo vendi ora o mai più, il secondo nn piace tanto a sousa.
    Non escluderei la conferma dei 2 attaccanti e Lezzerini in porta, con un secondo di esperienza… con i ritorni di piccini e capezzi (per via del discorso italiani e cresciuti nel vivaio viola).
    Sempre in porta Gollini nn si lasciò bene con Corvino ma potrebbe essere un altro nome; facile che ritornino in viola giocatori non di primo piano (tipo un brivio) che giocano in serie a ed hanno avuto un trascorso nelle giovanili.
    i due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. andre_stark86 - 4 anni fa

    Mi spiace per Pradè, che, ricordo a tutti, è stato l’unico a metterci la faccia SEMPRE, sia col bello che soprattutto col cattivo tempo, quando la società si nascondeva come manco i conigli. Quindi mi dispiace che l’unico a pagare sia stato lui, persona perbene e che ha portato la squadra che il primo anno e mezzo di Montella ci ha fatto liustrare gli occhi (giusto per non dimenticare cosa ha fatto Pradè), mentre quegfli obbrori sportivi di rogg, anegloni, pereira, baiesei, sono sempre al loro posto.
    La struttura societaria sarebbe anche logica, via tutti gli inutili e più potere a uno che (si spera) ci capisce di calcio. Non mi piacciono molto i brodini riscaldati, ma con Toni ha funzionato. Magari funzionerà anche con Corvino. L’importante è che non diventi un egomaniaco come l’ultimo anno che era a Firenze. La conferma che comanda solo gnignignig (tramite di diego) non mi tranquillizza per nulla. Ma vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Kewell - 4 anni fa

    il problema della fiorentina sono i tifosi… leggo dei commenti qui sotto e in giro per il web da manicomio!!! molti si affezionano sempre alle persone non contando cosa realmente hanno combinato. rimpiangere pradè è follia pura!!! contando che per almeno 2 anni ha fatto il mercato coi giocatori comprati da corvino per me già dimostra senza ombra di dubbio chi sia il migliore dei due. Ljajic in rampa di lancio finì guarda caso alla Roma… Salah alla Roma pure lui… l’unico mercato che fece bene fu il primo dove grande merito però credo fosse di macia. onestamente non vedevo l’ora che lo cacciassero! ps: grazie per benalouane, hai fatto uscire di senno sousa col mercato di gennaio e aperto la strada al terzo posto… per la Roma, missione compiuta!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aristoteles - 4 anni fa

      Che poi Borja,Gonzalo e Vecino gli aveva già bloccati Corvino,Per non parlare delle altre sole tipo Anderson,delle figure tipo Milinkovic,non essere riuscito in 4 anni a trovare un terzino destro,non un giovane di qualità preso,il bagno di sangue di Gomez ecc…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andre_stark86 - 4 anni fa

        Corvino era già ai ferri corti, credo sia stato Macia a portare i primi due quasi sicuramente. Con Pradè che poi ha finalizzato il tutto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Aristoteles - 4 anni fa

          Può essere ora non mi ricordo esattamente le situazioni,comunque sono giocatori già inquadrati dalla precedente gestione Corvino.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fiorentino doc - 4 anni fa

    Finalmente qualcosa di logico in società ovvero chi sbaglia paga. Rogg lo mandano al Marketing visto che quello ha sempre fatto. Via Baiesi che son 2 anni che non trova sponsor, via Angeloni dopo il troiaio Mammana, via Limatola che ha coordinato la schifezza del mercato di gennaio e esperienza non aveva, via Pradè che son 2 anni che porta troiai e via Guerini che oggettivamente non faceva nulla. Io che ho criticato la società pesantemente per il lavoro fatto in questi due anni sono pienamente d’accordo con queste mosse. Corvino è buono per il mercato italiano e quello dell’est, Pereira che era stato mandato in spagna per Tello lo ha portato con un buon accordo e quindi giusto riconfermarlo per il mercato estero. Poi vogliono mettere un nuovo team manager che sarà Jorgensen forse e credo che una figura più tosta ci voglia in questo ruolo come Nedved per la Juve. Rui Costa sarebbe stato il top e ci avranno anche provato ma era impossibile da strappare al Benfica. Detto questo la cosa importante è che finchè la società sarà di Diego (speriamo il meno possibile) è bene decida lui chi è il ds perchè lui decide se mettere il dinero o no ed è quindi logico che non dia budget a gente di cui non si fida. Di Corvino si fida e quindi abbiamo qualche speranza che una decina di milioni siano immessi. Io avrei preferito prendere Carli dell’Empoli ma anche Corvino va bene. Per lo meno è uno con carattere che ha potere e che ha fatto bene ovunque. Io mi so stancato di vedere la fiorentina essere presa per le mele da cani e porci ad ogni sessione di mercato. Un si erano mai viste delle figure di m come nelle ultime sessioni. Invece con Corvino spesso si era noi quelli che si prendeva in giro le altre società. Uno che scopre Bojinov, te lo vende a 15 mil dopo mezza stagione discreta poi arriva e dopo 2 anni da schifo lo rivendo comunque a 8 mil è uno che le sole le rifila bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Dellone68 - 4 anni fa

    Vedrete che presto cambieranno anche allenatore. Io non commento più tanto non serve a nulla se non a farci il fegato amaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. folder - 4 anni fa

    Tra gli ultimi due anni di Corvino( quando arrivarono:ilcampionedelmondodirally Munari;Olivera;”Oggilecomiche”Santiago Silva;”il vincitore della coppa del Salento”Castillo ed altri ciabattoni)e gli ultimi mercati di Pradè non saprei quale scegliere.Certo che,almeno nei primi tempi,giocatori come Brillante;Gilberto;Schetino;Baez;Verdu ecc….con Corvino era raro vederli a Firenze:in genere arrivava tutta roba migliore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. verotifosoviola - 4 anni fa

      Poerannoi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. jordan - 4 anni fa

    E Pereira? Sousa è molto legato a Pereira (e a Mendes). Sembra sparito e nessuno ne parla. Una convivenza con Corvino la vedo problematica, e allora?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andy82 - 4 anni fa

      Sinceramente Pereira non so’ neanche che faccia abbia. L’hai mai visto tu? Sembrava dovesse portare chissa’ quali giocatori… non me ne risulta uno. Io devo ancora capire che fa’ o faceva Pereira alla Fiorentina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. glover_932 - 4 anni fa

      Jordan: Pereira dovrebbe occupare il ruolo di Macia…ed infatti rimane

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tagliagobbi - 4 anni fa

    Mah… vedremo. Sono poco convinto… Comunque la gente si giudica dai risultati. La cosa che non mi è piaciuta è il modo in cui hanno allontanato Pradè.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 4 anni fa

      Mi pare in perfetto stile DV.Non è la prima volta che si comportano così con qualcuno!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tagliagobbi - 4 anni fa

        Infatti. Questa è una cosa che non mi piace di loro… Perfetto stile aziendale. Non c’è spazio per i sentimenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. GianBurrasca - 4 anni fa

    ” la struttura sarà chiarita entro una decina di giorni” ……. Dopo il teatrino con Sousa ci doveva essere quello del DS e e del “comparto tecnico” a tenere banco!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. isiraider - 4 anni fa

    Che guazzabuglio! Ora avremo quindi un dg che si occuperà solo di marketing (?), merchandising (0.9 milioni di fatturato l’anno !!!!) e di conti (ma per quello non c’era già Cognigni? Non ne basta o non ne dovrebbe bastare uno solo? Cosa faranno, si controlleranno a vicenda?). Passeremo da “manto erboso” a “l’uomo che ride” e in più avremo l’uomo solo al comando di tutta l’area tecnica. Dio ce ne scampi! Prevedo un mare di acquisti in area giovanile e la solita fregola degli scudetti e delle coppe italia della Primavera messi in bella mostra sulla scrivania e declamati in ogni intervista e conferenza in sala stampa. Sarei disposto a giustificare la scelta di Corvino solo se, in considerazione dell’ampia autonomia che pare gli sarà concessa, ci porterà Diawara dal Bologna e concluderà almeno due scambi importanti: Valero alla Roma per Paredes + soldi, Kalinic al Napoli per Gabbiadini. Poi, grazie a Ramadani, dovrebbe vendere Ilicic e Baba in Premier, in modo che tutti potremmo finalmente gridare ai miracoli dell’uomo di Vernole. Scusatemi ma non sono in sintonia con i dirigenti che rimangono e con quelli che stanno per arrivare. Ad majorem violae gloriam!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy