“Prendi ora, ti indebiti poi”. La Juventus dovrà sborsare una somma di 145 mln in due anni

La Juventus a causa del pesante rosso di bilancio effettuerà pochissime spese nella sessione di mercato corrente. Lo stesso però non si può dire di quelle successive….

di Redazione VN
Agnelli-Juventus

Il mercato si è concluso. E se la Juve, è riuscita a mettere a segno tre colpi salvaguardando l’attuale bilancio, è anche vero che ha già un conto salato da gestire tra la prossima estate e quella successiva. Ecco quanto troviamo scritto sul Corriere dello Sport riguardo alla strategia di mercato dei bianconeri. La crisi economica non avrebbe perdonato nessuno, il piano di Paratici avrebbe previsto sostanzialmente scambi e prestiti, magari lunghi. In termini di cessioni però il mercato non sorride, anzi,i la Vecchia Signora non è più riuscita a cedere nessuno: due le risoluzioni di contratto (Higuain e Matuidi), un prestito biennale con opzione di riscatto (Romero), sette i prestiti secchi (De Sciglio, Douglas Costa, Mandragora, Pellegrini, Perin, Pjaca, Rugani) che a fine stagione potrebbero tornare alla base. C’è un anno intero quindi per far fruttare queste soluzioni, anche perché la Juve ha già una lista della spesa bella ingombrante tra la prossima estate e quella del 2022: le operazioni legate a Weston McKennie, Alvaro Morata e Federico Chiesa prevedono complessivamente una spesa ipotizzabile di circa 145 milioni tra diritti, obblighi di riscatto e bonus. Sempre che tutti si trasformino in acquisti a titolo definitivo.

 Allarme Juve, per il terzo anno il bilancio è in rosso. Perdita di 71 milioni nel 2019-2020

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Horsenoname - 3 settimane fa

    Possibile che con i bilanci in rosso da tanto tempo nessuno obblighi al rientro dei capitali , ma soprattutto perchè la UEFA non li mette fuori dalle competiuzioni europee ?
    La Fiorentina se ricordate ha fallito per molto meno , ma come sempre in Italia 2 pesi e 2 misure , le persone per bene purtroppo non hanno diritti ma solo doveri e non è certo il caso degli strisciati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Horsenoname - 3 settimane fa

    Hanno succhiato sangue gli italiani per almeno 60 anni a forza di cassa integrazioni a gogò ecc. chiederanno ancora un aiutino al compagno Conte per pagare questi debiti , infondo son sempre la Fiat , fiore all’occhiello italiano , problema risolto !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. magicdolc_8322107 - 3 settimane fa

    Quando la fanno fallire questa???Perchè altre squadre con debiti minori a quest’ora erano a giocare in Eccellenza….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mauro1949 - 3 settimane fa

    per loro una so0luzione e’ sempre pronta, disponibili sempre a cambiere le regole in corso, quindi nessun polemi…..tranquilli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mario - 3 settimane fa

    Scommetto che troveranno il modo di pagare meno del dovuto paventando il fallimento, salvo poi fare acquisti milionari non appena ottenuto lo sconto. Sono capaci di tutto, è lo stile Juve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. simuan - 4 settimane fa

    …vabbe’ dai, la scoperta dell’acqua calda…il problema non sono loro e i loro debiti, sono i baggiani che gli vendono i pezzi pregiati a condizioni strafavorevoli permettendogli di gestirseli alla grande i debiti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy