Prandelli e l’addio: “La società mi scaricò per ridimensionare. Chiamai Bettega…”

Prandelli e l’addio: “La società mi scaricò per ridimensionare. Chiamai Bettega…”

Il Corriere dello Sport oggi in edicola pubblica un’ampia intervista all’ex allenatore viola

di Redazione VN

Cesare Prandelli e la Fiorentina, un bellissimo binomio dell’era Della Valle, finito purtroppo nel peggiore dei modi. Il tecnico di Orzinuovi, in una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, ha spiegato il suo legame con il capoluogo toscano ed è tornato anche sull’argomento relativo all’addio al club viola, raccontando la sua verità:

Sono molto legato a questa città, all’inizio non capivo lo spirito fiorentino, ma poi è nato un grande rapporto. La generosità di questa gente è enorme, non dimenticherò mai tutte le manifestazioni d’affetto e il minuto di silenzio dopo la morte di Manuela. Perchè lasciai la Fiorentina? Chiariamo subito: sono stato lasciato. Avrei voluto portare un trofeo, ma in società mi dissero che dovevano ridimensionare e che avevano fretta di tesserare Mihajlovic, così io ero libero di trovarmi un’altra sistemazione. La Juventus mi voleva ma io amavo la Fiorentina, così chiamai Bettega e rifiutai. Nonostante questo, lessi poco dopo che Diego Della Valle mi dava del traditore perchè volevo andare ai bianconeri…

 

Violanews consiglia

Ag. Piccini: “Purtroppo la Fiorentina non gli ha mai dato una possibilità. Il motivo…”

Dusan Vlahovic e quel rigore che gli ha cambiato la carriera

38 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Chianti - 3 mesi fa

    Grande Cesare, uomo vero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alex1950 - 3 mesi fa

    Dopo che abbiam venduto Bernardeschi e stiamo per vendere Chiesa alla Juve, quelli che ancora parlano (e scrivono) di accordi sottobanco di Cesare Prandelli con Bettega, dovrebbero aver il buongusto di quantomeno astenersi, perché, NELLA SOSTANZA, Prandelli alla Juve non ci andò, mentre la società attuale, con le stesse persone di allora (DIEGO DELLA VALLE, COGNIGNI + CORVINO), che pretendevano un atto pubblico di AMORE PER FIRENZE, con la Juve stan facendo delle LAUTE PLUSVALENZE !!! …..

    Alla faccia della coerenza !

    All’ultima partita in casa di questo campionato, sarò allo stadio, a salutare CESARE !

    E spero che parta una sana e consapevole contestazione contro questi, coi quali non si vincerà mai niente ! Almeno con Cesare una speranza l’abbiam cullata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Chianti - 3 mesi fa

      Concordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aldo - 3 mesi fa

    La verità non la so, ma io piansi quando Cesare se ne andò. Io gli volevo bene. Insieme a Erikson e al Trap è l’allenatore che ho amato di più.Vi ricordate quando si parlava di Prandelli alla Ferguson? A me manca onestamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ginalateppa - 3 mesi fa

    E che cavoli ha un codice etico notevole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Matt - 3 mesi fa

    bau bau micio micio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Dellone68 - 3 mesi fa

    DELLABALLE= ALTO MEDIOEVO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. franceskiell_428 - 3 mesi fa

    Solo una considerazione…
    …perchè parlare dopo 10 anni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bellosenzanima - 3 mesi fa

      Veramente lo aveva già raccontato in radio anni fa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. vecchio briga - 3 mesi fa

      Forse perché glielo hanno chiesto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gasgas - 3 mesi fa

    Prandelli ha avuto l’onore di essere il primo della categoria degli allenatori cattivoni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user - 3 mesi fa

    Guarda guarda l’Atletico Della Valle quanti tifosi annovera…ecco perché c’è sempre meno gente allo stadio a vedere la Fiorentina(quella vera!)
    Vanno a vedere la”plusvalenza League”….Torneo che ormai l ‘Atletico DV vince da diversi anni…Oh per carità son soddisfazioni anche queste…
    Ps naturalmente Cesare Prandelli ha tutto il mio appoggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. woyzeck - 3 mesi fa

    Finalmente la verità…. che orrenda proprietà, di una ipocrisia mia vista….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-2073653 - 3 mesi fa

    A dimostrazione che chi dirige questa società andrebbe accompagnato fuori dal territorio della regione per i danni che ha fatto e continua a fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ghibellino viola - 3 mesi fa

    Per me resterà sempre il MISTER dell’era della valle. PS. Non ho mai dubitato che ci fossero stati contatti coi gobbi. Ma fa quel mestiere, non ci vedo niente di strano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Sbroz - 3 mesi fa

    Ma sì, quelli che infamano Prandelli son gli stessi che disprezzano Montella e dileggiano Sousa. D’altronde poveri fratellini, è sempre colpa del Mister cattivo (emoticon con la lacrimuccia).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. batigol222 - 3 mesi fa

    Pensa che fine ha fatto per amore di firenze, non ha più allenato squadre di livello dopo il flop nazionale. Alla juve difficilmente sarebbe successo, altra cosa rispetto alle nazionali. Questo significa amore per firenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. batigol222 - 3 mesi fa

    Un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Barsineee - 3 mesi fa

    “in società mi dissero che dovevano ridimensionare e che avevano fretta di tesserare Mihajlovic, così io ero libero di trovarmi un’altra sistemazione. La Juventus mi voleva ma io amavo la Fiorentina, così chiamai Bettega e rifiutai.” Al di là della fretta di tesserare Mihajvolvic (che fu preso dopo enne altre consultazioni) è molto interessante l’ultima parte. La Juventus mi voleva così chiamai Bettega e rifiutai. MA COME CESARE? Ma non avevi sempre sostenuto che TU NON AVEVI MAI AVUTO ALCUN CONTATTO CON LA JUVENTUS? Come facevi a sapere che la Juventus ti voleva? CHe cosa hai rifiutato a Bettega? Quel contratto che ti avevano offerto e su cui avevi detto che ci avresti pensato? Ma allora è vero che sei stato contattato da Bettega e Montezemolo quando l’ha saputo ha avvisato Diego che ti ha costretto ad andare ad allenare l’Italia. NON HO MAI AVUTO ALCUN CONTATTO CON LA JUVENTUS. Siete professionisti, parlate da professionisti, fareste più bella figura invece di far sempre finta di fare le caste susanne. Mi davano di più, mi davano una squadra migliore, volevo andarci, si sono rifiutati di mandarmi. Se penso al danno che ha fatto Diego a non mandarti, che poi loro hanno preso Conte e hanno vinto 8 scudetti di seguito!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. woyzeck - 3 mesi fa

      Quando uno non ci capisce nulla, straparla e vuole anche fare il fenomeno…. sei il perfetto esempio del tifoso dell’Atletico DV…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Ma con quanto Mi k scrivi. user è comodo perfettamente anonimo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. chenco - 3 mesi fa

        Sarò sempre riconoscente ed affezionato al Pranda, però è vero che detta in quel modo sembra una frittata rigirata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Barsineee - 3 mesi fa

        say Woyzeck io mi posso vantare di aver preso il treno da Milano ed essere sceso apposta per vedere la partita in Fiesole (dove non andavo più così spesso per via dei miei figli piccoli) perché era morta la moglie di Prandelli e volevo esserci quel giorno per rispetto a lui. Io mi ricordo il silenzio agghiacciante di quel giorno. Forse neanche per Astori è stato così. Mi ricordo quella giornata pazzesca, lo stadio pieno per stare vicini al nostro Mister. Ma è indubbio che quando il signor Prandelli ha scoperto (grazie all’arbitro Ovrebo) che a Firenze non avrebbe mai vinto nulla, si è allegramente recato a Torino e si è proposto alla Juventus di Bettega. Vedi. Non sarebbe nulla di strano o di male. Sono professionisti. Fanno questo di lavoro. Oggi io lavoro per tizio, domani lavoro per caio se caio mi offre un posto migliore e più pagato. Non c’è da strapparsi i capelli … se non fosse che chi si licenzia per andare a guadagnare di più, non va a dire si ma Tizio non mi voleva e io ho detto di no a Caio. La verità è che Diego mise il diktat alla famiglia Agnelli, a quel tempo Diego ci teneva ancora alla Fiorentina, era il periodo di “Se voglio Toni lo tengo a palleggiare nel mio giardino di casa” e mosse mare e monti per mandarlo ad allenare l’Italia per non far fare figuracce a nessuno, Prandelli INCLUSO. Ma voi vi ricordate soltanto la STORIA CHE VI SERVE. Ma sai una sega tu quando si parla di Fiorentina di che si parla. … magari eri tutto gasato perchè ti prendevano Conte … ciao FENOMENO!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Chianti - 3 mesi fa

      E, guarda un pò che caso… poi la storia si è ripetuta con Montella e Sousa… sempre colpa degli allenatori cattivi cattivi che ce l’hanno tutti con la Fiorentina degli eroici fratelli…. vaia vaia….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. emilio - 3 mesi fa

    …GOBBO NELL’ANIMA…SENZA PUDORE….LA COPIA IDEALE COL CIABATTINO MAGGIORE…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. carlo - 3 mesi fa

    Chiamai Bettega e rifiutai. Allora aveva accettato, se non era vero perché chiamo’ Bettega?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Solo loro sanno la verità. Prandelli, comunque, ha dato e ricevuto molto da Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Unsenepoppiu - 3 mesi fa

    Non mi sorprende che siano i soliti a parlar male di Prandelli, indiscussa persona perbene e il miglior allenatore della cupa era Della Valle.
    Basti pensare che solo Con lui Corvino è riuscito ad allestire squadre non da esimo posto.
    È vero che aveva più disponibilità,ma è anche vero che molti sono venuti qui perché c’era Prandelli garante (Frey , Gilardino, Mutu).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Clyde the glide - 3 mesi fa

    Mi fanno pena quelli che criticano Prandelli. Gente ormai assuefatta da bilanci e plusvalenze, da aver perso ogni forma di passione e romanticismo per il calcio. Prandelli fa parte della storia della Fiorentina, icona di un epoca in cui sognare era ancora possibile.. Tenetevi la vostra calcolatrice in mano, io a gente come il Pranda, Pasqual, Borja, ecc.. sarò sempre grato..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. TonyManero - 3 mesi fa

    Ma questo parla ancora?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. biongborg - 3 mesi fa

    Perdelli (ne perdemmo 17 l’ultimo anno con lui)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 mesi fa

      Vuoi mettere Mihajlovic, che qualcuno pensò bene di chiamare per sostituirlo? Risultati mirabolanti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. woyzeck - 3 mesi fa

      Chi fa affermazioni del genere dovrebbe solo vergognarsi… a parte tutto quello che aveva fatto prima, ma poi tutti sanno il perché di quelle sconfitte, con un allenatore esautorato e delegittimato, con la società che aveva fatto pressioni sui giocatori perché lo mollassero per poterne distruggere l’immagine davanti ai tifosi…. questi discorsi ti fanno capire il valore morale e l’intelligenza dei pasdaran dellavalliani, tifosi dell’Atletico DV…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. biongborg - 3 mesi fa

        te dovresti vergognarti perché i miei sono dati le tue solo supposizioni. E comunque dopo dove è andato e dove è stato cacciato dopo solo qualche mese compresa la pessima figura con la Nazionale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Hatuey - 3 mesi fa

          L’ultimo piazzamento decente la Nazionale l’ha fatto con lui.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Unsenepoppiu - 3 mesi fa

          Un c’entra nulla , ma almeno lo sai che racchetta usava Bjorn Borg quello vero?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. marchino - 3 mesi fa

    Se amava Firenze non rilasciava queste dichiarazioni,specialmente in questo momento.Per me ha chiuso dopo il fatto Bonucci/Criscito a Coverciano quando usò 2 pesi e 2 misure,proprio lui che si è sempre vantato di essere una persona giusta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Bob - 3 mesi fa

    Grande Cesare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy