Perché la Fiorentina è finita così in basso? Ci sono (almeno) tre motivi

La risposta di Luca Calamai su La Gazzetta dello Sport

di Redazione VN

Per tre motivi: 1) i giocatori erano legati anima e cuore a Stefano Pioli. L’uscita di scena dell’ex tecnico viola ha fatto sparire l’unico leader dello spogliatoio; 2) la Fiorentina è la formazione più giovane del campionato e quando, a sorpresa, si è trovata in piena zona retrocessione ha pagato l’inesperienza malgrado la presenza di giocatori di valore come Chiesa e Muriel; 3) la contestazione ha tolto altra sicurezza a una formazione che era già diventata estremamente fragile. Un gruppo che doveva essere costruito l’estate scorsa su basi ben diverse.

Violanews consiglia

La Fiorentina si salva o retrocede, se… Tutte le possibili combinazioni

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. IBBRA - 2 anni fa

    primo motivo, della Valle, secondo motivo cognini terzo Corvino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gran Premio - 2 anni fa

    Insomma… La colpa e di tutti meno che di chi questa squadra l’ha costruita e gestita.
    Calamai ridicolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andrea333 - 2 anni fa

    Avete descritto 3 motivi che sono tutti validi ma il più importante è che i giocatori sono tecnicamente scarsi. sono due anni che questa squadra gioca male e gioca male perché è una squadra molto debole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. filippo999 - 2 anni fa

    è lampante che il primo punto è quello determinante…così come quelli che
    hanno attaccato Pioli a suo tempo , solo per difendere i DV…ecco , costoro sono serviti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. violadasessantanni - 2 anni fa

    Fino a quando la proprietà sarà distante (come lo è, senza alcun dubbio) dalla squadra, dai giocatori, dai tifosi, dalla città che la squadra rappresenta, non andremo mai da nessuna parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gasgas - 2 anni fa

    Le colpe sono di una società allo sbando, gestita come peggio non si può. Una società che permette scempi tecnici perpetrati dall’illustre DG in nome dell’unico interesse: bilancio in parità (ma nemmeno in quello riesce…). Una società che partorisce comunicati che non esistono nel mondo del calcio, roba da fantascienza. Ha disintegrato quel poco che c’era, delegittimando un tecnico (che avrà avuto sicuramente delle colpe) in una fase del campionato in cui ormai c’era solo da arrivare in fondo.
    Speriamo di non pagare a caro prezzo tutto ciò.
    Su Calamai non voglio aggiungere niente, si commenta da solo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. pagliacciodivetr_428 - 2 anni fa

    1) Pioli è un allenatore mediocre
    2) Montella è , nonostante sia giovanissimo, un ex allenatore
    3) Corvino dovrebbe tornare fra i banchi di scuola, altro che Ds
    4) i DV …nulla, non si spara sulla croce rossa
    5) i nostri fenomeni sarebbero Chiesa , Muriel e Milenkovic ? Chiesa segna meno di un centrocampista bravo ad inserirsi, Muriel gioca bene una partita e 3 no…Milenkovic lo si è fatto passare per Nesta dopo 3 partite…tipico della tifoseria viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bottegaio - 2 anni fa

    Ma è proprio il primo punto dei tre, l’origine della disfatta.
    È un valore nel momento in cui il mister media con le politiche societarie e il gruppo di lavoro. Se il mister impersona pure il ruolo della dirigenza, siamo più chiari;se il mister viene identificato dal gruppo di lavoro come unico referente, ha solo un inappellabile significato: La dirigenza non è autorevole!
    Una società, una comunità di cittadini, nel nostro quotidiano i ruoli ben definiti. Come salta la catena di comando o rappresentanza, salta tutto, il caos prende il sopravvento. Non ci sono analisi da fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ottone - 2 anni fa

    Sì, ci si gira attorno ma non si prende la questione di petto. E cioè, in ordine di importanza: 1) Dirigenza vomitevole. Meschina, insipida, senza anima, assente. Se non si parte da qui secondo me si gira a vuoto; 2) ergo certamente “errore” sull’allontanamento di Pioli, soprattutto sul metodo; 3) la gioventù e la contestazione dei tifosi (anche troppo pazienti secondo me, date retta) sono fuffa, argomenti che non tengono. Non è questione di gioventù, è questione di qualità (ci s’ha almeno 7-8 scarponi in rosa ohhh!!!). Certo che se a Firenze basta vincere 2-3 partite e per qualcuno diventi un fenomeno, il problema è nella psiche non nelle “pretese” …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. CippoViola - 2 anni fa

    A mio personale giudizio:

    Il punto 1) non è un difetto semmai era valore in più; il problema è stato il metodo con cui è stato fatto fuori Pioli; assodato il fallimento del progetto andava gestito un pò meglio a livello comunicativo in azienda. Un allenatore aziendalista come lui gli si dice come stanno le cose, con gentilezza si ringrazia e a fine anno si manda via. Montella non è allenatore/psicologo da squadre in crisi, lo sono Andreazzoli, Semplici, Gattuso, ecc..

    Punto 2) a inizio campionato la mancata sostituzione di Badelj e la mancanza di una vera punta e poi dopo 5-6 giornate essersi resi conto del fallimento di Gerson, Edilimson e Pjaca secondo me era sufficiente a ritenere la salvezza il primo obiettivo viola, ancor di più dopo i pari col Bologna e Frosinone. Purtroppo alcuni risultati negativi delle dirette concorrenti e la coppa italia ci hanno illuso che non fosse così ma che la squadra fosse giovane “calcisticamente” e incompleta era chiaro a tutti. Altro che fiorentina yeye.

    Punto 3) sono punti di vista, la contestazione andava fatta un pò prima e poi che significa pagare il biglietto/abbonamento e poi entrare dopo 45′? Si danneggia solo la squadra non certo la società. Non a caso l’hanno subito usata come scusa, gli è stato dato un alibi. Era più coerente non abbonarsi dopo il calcio mercato. Io l’abbonamento l’ho fatto e lo rifarò altri 30 anni e allo stadio ci vado per vedere la Fiorentina, anche se schierano l’U16.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Xela - 2 anni fa

    Per quanto umanamente vicino a Pioli ma se crei una squadra che funziona solo in quanto emotivamente legata al proprio allenatore vuol dire che hai fatto un lavoro estremamente sbagliato oltre che mediocre. Di fatti siamo stati una squadra tatticamente e tecnicamente scadente che funzionava solo sulla garra di alcuni giocatori più tecnici. Ma una squadra non deve funzionare così.

    Era chiaro però che lo fosse e Montella era tra i peggiori allenatori che avremmo potuto scegliere dall’alto della sua scarsissima empatia.

    La gioventù è una foglia di fico, il problema non è l’inesperienza ma l’immaturità calcistica dei nostri calciatori assolutamente incapaci di gestire le partite e assolutamente distaccati dalla società e dalla città.

    Evito di commentare i tifosi che meritano il peggior voto tra tutti in questa stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. batigol222 - 2 anni fa

    Ottima analisi, concisa. Aggungerei che il non avere punti di riferimento in squadra toglie completamente identità al gruppo, sapere che molti giocatori (i più forti) andranno via tra poche settimane, oltre ai vari prestiti in bilico, non aiuta a lottare per la salvezza.
    Questa non è una squadra, è un’accozzaglia di giocatori qualcuno forte, ma pur sempre un’accozzaglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. papà orso - 2 anni fa

    Condivido quanto ha scritto. La proprietà ha commesso un grosso errore esonerando Pioli e addossandogli la responsabilità della situazione, per la maggior parte non sua, togliendo fiducia alla squadra come punto di riferimento. Squadra giovane, psicologicamente fragile e di dubbie qualità tecniche, a Parte Chiesa e Muriel, che non ha saputo gestire anche altre partite durante il campionato. Secondo me la contestazione è giusta contro una proprietà che è stata praticamente assente nel rapporto con la squadra , invece di esserle vicini ed altre responsabilità che sappiamo bene, che alcuni media,giornalisti, ex giocatori di calci, vogliono trasformare con falso buonismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Alan1971 - 2 anni fa

    …considerazioni fatte da uno degli storici “spingitori di Corvino”…. che a settembre diede 7 come voto alla campagna acquisti, e quindi oggi si guarda bene dal rinnegare quelle improvvide dichiarazioni.

    Il sottoscritto che “di calcio non capisce niente” (29agosto1926) diede 3 al mercato estivo, con la seguente motivazione:
    “(…) non esiste al mondo nessuna squadra che basa una (presunta) campagna di rafforzamento su 4 prestiti (Pjaca, Gerson, Edmilson, Mirallas) pur di non cacciare un euro.
    Se Juve-Eintracht hanno sbolognato Pjaca un motivo di sarà… se 2 tecnici in 2 anni di Roma non hanno mai fatto giocare Gerson, un motivo di sarà…
    Quanto al Tanque Simeone, lo dico da un anno: è il peggiore centravanti della storia recente della Fiorentina.
    Ha fatto solo gol “inutili” durante goleade oppure ha fatto qualche exploit di 2-3 gol dopo mesi di astinenza.
    Lo stesso portiere di 18 anni, che garanzie può dare? e il regista al posti di Badelj dov’è?
    …e i terzini??… un altro anno con Biraghi-Laurini, il peggio del peggio, scarti di squadre retrocesse (Pescara, Empoli) presi all’ultimo minuto per sostituire Tomovic??… sarebbe questo il “rafforzamento” dopo che ce li hanno distrutti per un anno parlando di “ricostruzione” e “nuovo ciclo”??…”

    Questo era il mio commento del 25 agosto…. prima della gara col Chievo finita 6-1, in cui mi sono preso tutte le infamate del mondo.
    Ed eccoci qua.

    Con un commentatore come Calamai – in attesa di Valcareggi che darà la colpa di nuovo a Pioli – che invece di ammettere l’unica verità che balzava agli occhi già a settembre (la squadra faceva pena) preferisce dare le colpe ad “Pioli, inesperienza e, dulcis in fundo, ai tifosi”.

    Neanche una parola su chi ha creato questo scempio (Corvino) avvallato dalla peggiore proprietà della storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. salimba - 2 anni fa

      Il tempo come sempre è Signore…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gianni69 - 2 anni fa

      Analisi perfetta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. TriozziViola - 2 anni fa

      esatto

      tra i 3 punti vedo colpe dei tifosi….tanto per cambiare… e nessuna alla società.

      faccio presente a chi vive nel mondo dei sogni, che in realtà molto piu complesse di firenze, vedi napoli, vedi roma, vedi milano e per assurdo torino lato jumerd, ci sono contestazioni molto piu pesanti e meno politicamente corrette di quella di firenze.
      poi interviene la società che magari manda in culo i tifosi come è diritto di fare di chi paga…. ma interviene e fa cambiare le cose.

      da noi no.

      da noi basta un coro, un lenzuolo, entrare in ritardo… ed è colpa dei tifosi?

      ma scusate, se la vostra azienda fallisce è colpa di chi fa il prodotto, chi lo commercializza e chi l’ha ideato o è colpa di chi va a comprarlo in negozio che lo riporta indietro perchè non funziona?

      svegliaaaaa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Dellone68 - 2 anni fa

      Perfetto, hai ragione, senza ombra di dubbio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Dellone68 - 2 anni fa

    I tifosi non hanno MAI contestato la squadra che, al massimo, si è presa qualche fischio. E’ bene ricordarlo. I giocatori hanno pochi alibi o meglio, nessuno.
    Montella ha pochissime colpe, al massimo possiamo attribuirgli l’incapacità di incidere, ma se questi smettono di giocare fai poco. Per me Montella non ha colpe specifiche.
    La società invece non ha nessun alibi, è TOTALMENTE colpevole di tutto quello che è accaduto e che potrebbe accadere. Intanto domenica tutti allo stadio a tifare viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. chenco - 2 anni fa

      Che ingenuità! Secondo te sentire infamare il proprio datore di lavoro durante la partita può essere di sostegno ad un gruppo di giovani calciatori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TriozziViola - 2 anni fa

        no la domanda vera è: secondo te davvero i calciatori giocano male perchè i tifosi contestano la proprietà?
        gente che prende cifre che una persona normale non prenderà mai in 1 mese smette di giocare bene perchè chi ha fatto sempre il tifo per loro contesta la proprietà?
        si guarda… si nota questo amore dei giocatori per la proprietà.
        ogni volta che c’è da rinnovare son tutti felici. si abbassano lo stipendio per rimanere.
        e quando vanno via, vanno via sempre in pace sia giocatori che allenatori…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Dellone68 - 2 anni fa

        Ripeto, la squadra non è MAI stata contestata. Sono sempre stato allo stadio quindi ho sentito di persona. Via dai, non esageriamo, i giocatori non sono mai stati contestati.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. salimba - 2 anni fa

    La “Voce della Diega” ha dunque tratto le Sue conclusioni. la Colpa è: di Pioli, della Giovine età e dei Contestatori. Questi giornalai fanno male a Firenze quanto le Sorelline. Sono un insulto al Giornalismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan1971 - 2 anni fa

      Il tuo post dovrebbe essere letto a squarciagola 3 volte al giorno e 5 volte la domenica, in ginocchio verso il Franchi, dovunque ci si trovi.
      Chapeau.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. barbutoviola - 2 anni fa

      Chiamare i dv ‘sorelline’ per offenderli è inaccettabile, come se essere femmina fosse un’offesa in se. Non è la prima volta che lo vedo scritto, è sottocultura maschilista e insopportabile. Allo stadio vengono donne, uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini, cercate di imparare il rispetto, và.
      (Nota calcistica: speriamo vendano ora, perché sono INCAPACI)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. salimba - 2 anni fa

        Hai ragione e mi scuso. Però La Diega mi sembra troppo azzeccato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13664476 - 2 anni fa

    CONSIDERAZIONI LOGICHE PERÒ MONTELLA CHE STA DA MOLTO TEMPO NEL CALCIO HA DIMOSTRATO DI NON AVERI MMAGINATO E PREVENUTO QUELLO CHE STAVA PER ACCADERE. DEVOLVA ILSUO GUADAGNO A SAVE THE CHILDREN PER LIMITARE I DANNI ALLA SUA IMMAGINE.FORZA VIOLA SEMPRE E AD MAIORA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. user-2073653 - 2 anni fa

    Di fronte a queste tre cose, mi pare oggettivamente chiaro e Pacifico che la responsabilità sia di chi ha cacciato con ignominia Pioli forzandolo alle dimissioni, e di hi ha allestito una squadra senza basi. E si parla pure di confermarlo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy