Nardella: “Pronti ad incontrare la nuova proprietà per parlare dello Stadio”

Le parole di Dario Nardella, sindaco di Firenze

di Redazione VN
L’ormai prossimo arrivo a Firenze di Rocco Commisso porterà con se grandi cambiamenti nella Fiorentina, quello che rimane in eredità dalla vecchia proprietà è la complicata questione stadio. Molte sono le ipotesi e gli interrogativi a cui l’italoamericano dovrà dare seguito. Ieri mattina, a margine della prima riunione della nuova giunta, il sindaco Dario Nardella ha parlato dell’argomento nuova proprietà e stadio: « Non appena avremo, se ci sarà, la nuova proprietà, saremo pronti a incontrarla per discutere il tema dello stadio e della riqualificazione urbanistica di tutta l’area di Castello, per la quale è ancora valido il piano di recupero urbanistico che abbiamo approvato qualche mese fa per lo sviluppo di questa area».Come riportato da La Repubblica, dalle prime impressione emerge la volontà di Commisso (almeno per il momento) di eseguire dei lavori di ristrutturazione del Franchi. Resta il nodo vincolo dalla Soprintendenza delle Belle Arti.
In merito Nardella ha detto: «In ogni caso, qualunque sia la proprietà, noi siamo pronti a fare la nostra parte come abbiamo cercato sempre di fare in questi anni. Speriamo di poter avere un’accelerazione anche su tutti quelli che sono gli obiettivi, dal nuovo stadio al restyling del Franchi e a tutto ciò che può servire ad avere un progetto sportivo che sia all’altezza della città e della squadra ».

 

 

Violanews consiglia

 

 

Sky: la Juventus ha bloccato Chiesa, contratto di 5 anni

 

 

 

 

 

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 1 anno fa

    Più che parlare ora il Comune deve agire. Chiacchiere ne hanno fatte anche troppe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. batigol222 - 1 anno fa

    Secondo me il nodo principale per lo stadio era il costo dello spostamento della mercafir (mi pare un ventina di milioni) e probabilmente anche il costo per la costruzione dello stesso. Una proprietà uscente non spende tanti soldi a babbo morto.
    Con Commisso questi nodi potrebbero sciogliersi: gli faranno chiaro che tutti questi costi sono a suo carico e se lui valuterà che l’investimento varrà la pena potrebbe anche accollarseli, a quel punto forse si fa per davvero.
    Comunque la cosa più probabile all’inizio penso sia il restyling del franchi, sarebbe già un bel segnale permettere alla gente (finalmente) di assistere alle partite senza prendere l’acqua

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sonoio - 1 anno fa

      Lascia perdere …con questo incapace non si leva in ragno da un buco.
      Rocco fai lo stadio alla ex Longinotti, li terreno ce n’è a volontà… così ti pigli due piccioni con una fava:
      Tu mandi a fan…lo l’ectoplasma Nutella..
      E tu costringi il sindaco di Sesto a non rompere i cog…ni con l’aeroporto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fudo77 - 1 anno fa

    e si riparte con le promesse a vanvera … come d’altronde nel corso di questi ultimi 17 anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dejan - 1 anno fa

    Stai a vedere come si fa lo stadio senza le menate di anni sui plastici dei fratellini prorogatori all’infinito…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. L'Omino di Ferro - 1 anno fa

    Sto avendo un deja vu … Chissà perché …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bitterbirds - 1 anno fa

    ariecco l’uomo del fare, non del chiaccherare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy