Modulo, difesa colabrodo, attacco: ecco cosa non va nella Fiorentina di Iachini

Fiorentina con appena quattro punti nelle prime quattro partite: l’analisi del momento nero

di Redazione VN
Beppe-iachini

Quattro punti in quattro partite, appena uno tra Sampdoria e Spezia. Il momento della Fiorentina  è difficile e domenica contro l’Udinese è davvero vietato sbagliare. Intanto Il Corriere Fiorentino analizza cosa non va nella squadra di Beppe Iachini.

Il modulo

L’assetto tattico sta diventando uno dei principali problemi della squadra: il 3-5-2 scelto da Iachini è sempre meno congeniale alla rosa a disposizione. Anche di questo viene accusato il tecnico, in particolare per alcuni calciatori schierati in ruoli diversi da quelli originari. Emblematico il caso di Amrabat la cui posizione davanti alla difesa ha fatto discutere.

Difesa colabrodo

Se l’anno scorso la difesa era il punto di forza della Fiorentina, oggi il reparto sta soffrendo parecchio. Nelle prime quattro giornate di campionato i viola hanno subito otto gol e soltanto all’esordio col Torino hanno mantenuto la porta inviolata. Sono arrivate poi le quattro sberle dall’Inter, le due con la Sampdoria, e le due con lo Spezia.

Chi segna?

L’attacco viola segna poco e produce ancora meno: dei sette gol fatti, due arrivano da Castrovilli, due dalla difesa (Pezzella e Biraghi) e uno da chi non c’è più (Chiesa). Fino ad oggi, parlando di punte, regna l’incertezza. Vlahovic e Kouamé si sono alternati come partner di Ribéry ma senza successo, Cutrone si è visto ancora meno.

La gestione della partita

Nonostante siano disponibili cinque cambi Iachini fino a ora ha centellinato gli ingressi dalla panchina e almeno con Inter, Sampdoria e Spezia la strategia non ha pagato. A Milano fu l’uscita di Ribéry a favorire la rimonta finale dei nerazzurri, mentre con i blucerchiati il solo ingresso di Vlahovic al posto di Kouamé, nel secondo tempo, non bastò a evitare la sconfitta nonostante il momentaneo pareggio del serbo. Una fotocopia di quanto avvenuto a Cesena dove prima del pari di Farìas, a un quarto d’ora dalla fine, era entrato il solo Cutrone al posto di Vlahovic.

(Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maxpar - 1 mese fa

    Il problema è, come in tutte le squadre, a centrocampo. Non si può fare giocare Ambrabat centrale e ai lati Bonaventura e Castrovilli che sono mezze punte, nessuno copre e fa filtro, i due esterni giocano alto e non riescono a fare gioco. I due esterni sono dei difensori prestati al ruolo e non capaci di costruire quindi no abbiamo di fatto un gioco. Che un allenatore per due settimane abbia avuto modo di lavorare con la squadra e abbia riproposto lo stesso centrocampo e non avendo più Chiesa abbia giocato con un esterno più difensivo con una squadra neopromossa come lo Spezia vuol dire che non è capace di allenare in serie A, mi dispiace perché Iachini si meritava questa occasione, ma non credo sia in grado di gestire la situazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robin.b_737 - 1 mese fa

    Ricordo una trasmissione con Arrigo Sacchi che spiegava l’assetto tattico del suo Milan: chi gestiva la palla a centrocampo doveva avere, in qualsiasi momento, due linee di passaggio attive in fase di costruzione. Con lo Spezia Amrabat le linee di passaggio attive le aveva solo con i difensori perchè i suoi partner di centrocampo (Castrovilli e Bonaventura) erano costantemente in fuga in avanti, non si sa bene a far cosa, Iachini ha cercato di portare una correzione con l’inserimento di Pulgar a metà secondo tempo, con la squadra ormai squilibrata e disorientata. Beppe è entrato in confusione: troppa pressione, troppa voglia di dimostrare capacità offensive che probabilmente non ha. Purtroppo queste situazioni, al punto in cui siamo, non si recuperano più, perchè l’ambiente nel suo complesso non offre più tempo per rimediare e il rischio grosso è il tracollo totale. Bisogna ricorrere ai ripari subito, lo dico con dispiacere per l’affetto che nutro verso questo allenatore. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Karamazov - 1 mese fa

    Tutto giusto, ma Vlahovic è partito dall’inizio contro la Samp per l’assenza di Franck

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Karamazov - 1 mese fa

    Tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy