Mistero Simeone: nel girone di ritorno ha perso il posto e segnato solo due gol

Mistero Simeone, in questo campionato è crollato

di Redazione VN

Nel caos che sta vivendo la Fiorentina c’è anche la crisi di Giovanni Simeone. L’attaccante argentino ha vissuto un anno complicato, il suo crollo è parallelo a quello di tutta la squadra. Nel girone di ritorno, complice l’arrivo di Muriel, ha perso il posto da titolare. E poi ha segnato solo due gol, l’ultimo il 31 marzo. La scorsa estate sono state rifiutate diverse offerte interessante per lui. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Violanews consiglia

José Mauri scherza: “A Firenze mi toccherà giocare”

Serie A – Il Milan batte il Bologna ma perde Paquetà per i viola

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bati - 2 anni fa

    Quale mistero? Non c’è proprio nessun mistero, solo voi non volete farvene una ragione. Eppure basterebbe valutare le sue caratteristiche per non meravigliarsi di niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Contro UE - 2 anni fa

    Nessun mistero, è scarso come chi lo ha scelto….VIA I DV DA FIRENZE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Saba - 2 anni fa

    Si invece nel girone di andata ne ha fatti ben 4 se non erro… che differenza!

    Ma non è il problema solo dei gol (certo è un bel deficit per uno che dovrebbe essere una prima punta) Kalinic ad esempio era uno che aveva una media di 12/14 a stagione faceva reparto da solo.

    Simeone già l’anno passato aveva lasciato parecchi dubbi al sottoscritto, (14 gol cmq furono accettabili) nonostante i 3/4 della piazza e soprattutto la stampa fiorentina in generale, lo tenne molto sul piedistallo (forse troppo)…si è ripetuto anche per Pjaca questo, certo molto più bidone del primo per suoi demeriti, e che facesse così pena non lo pensavo certo neanchio…ma io un po di quelle uniche 5/6 partite l’anno passato che ha giocato alla shalke le avevo viste, e fece pochissimo anche lì…ma qui si pensava di aver preso il pedro dei tempi del barca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 2 anni fa

      Ottimo commento, bastava valutare i 14 goal uno per uno oltre a considerare il livello qualitativo del gioco di Simeone per avere grandi perplessità. I 14 goal erano nati principalmente da una foga luciferina, rimpalli, rimbalzi personali stile flipper ed altri improbabili eventi. Nessuno goal di potenza , nessun goal da fuori area. Controllo di palla, palleggio, dribbling, fraseggio con i compagni, salto avversario uno contro uno, velocità di esecuzione, capacità di far salire la squadra: zero, niente di tutto questo. La follia oppure chiamiamola inadeguatezza mista a enorme presunzione, si è manifestata nel non venderlo dopo quei 14 goal. Quante punte svanite poi nel nulla hanno avuto una stagione fortunata nella storia? La fortuna poi ti abbandona mentre la classe e la capacità no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy