Milenkovic leader partente: a giugno via da Firenze, ma intanto i viola si aggrappano a lui

Sarà un addio molto più dolce rispetto a quello di Chiesa

di Redazione VN
Milenkovic

Se c’è una nota lieta per la Fiorentina in questo avvio di stagione balordo, quella è Nikola Milenkovic. Mai una parola fuori posto, mai una sbandata nonostante la giovane età (classe 1997). Il Corriere Fiorentino dedica spazio al centrale serbo, che ieri ha speso parole da leader sui social nei confronti di un gruppo del quale poteva non far più parte in estate. Infatti Milenkovic ha rifiutato il rinnovo di contratto proposto nell’ultima sessione di mercato. Il ragazzo vuole palcoscenici più importanti, era pronto a riabbracciare Pioli e a salutare Firenze per questioni di ambizione, ma è rimasto volentieri, perché a differenza di quanto è accaduto con Chiesa non ha la smania di lasciare la Fiorentina. Tutti gli allenatori dal 2017 ad oggi hanno fatto largo uso del ragazzone serbo, che ancora oggi rimane il più utilizzato in rosa. 

GERMOGLI PH: 7 DICEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS GENOA NELLA FOTO MILENKOVIC

E poi ci sono i gol. 7 nelle ultime 48 giornate di campionato, solo Kolarov ha fatto meglio (con la differenza che Milenkovic non calcia da fermo). Una piacevole abitudine che ha tolto le castagne dal fuoco diverse volte alla Viola, ultima in ordine di tempo due giorni fa. A giugno sarà addio, ma fino ad allora la Fiorentina ha una certezza assoluta.

VN Basile: “Non è lo stadio a rendere grande la società. Commisso non deve dimenticare gli aspetti tecnici”

GERMOGLI PH: 7 DICEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS GENOA NELLA FOTO GOL ESULTANZA MILENKOVIC
11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 12632393 - 1 mese fa

    Ricordate quando gli chiesero di Milan e Napoli in estate? Disse che era onorato. Ma d’altronde cosa dovrebbe fare? Salvezza o Champions League?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Staffa - 1 mese fa

    io non vedo tutta sta differenza con chiesa…mai una parola da entrambi…entrambi hanno rifiutato il rinnovo…impegno in campo allo stesso modo(se non c’era chiesa anno scorso forse s’era già in B)..

    le lagne di chiesa se le sono sempre inventate i giornalai, in campo mi è sempre sembrato disponibile…e oggi ne vediamo la mancanza.

    quello che scrivete per milencovic giustificando la voglia di altri palcoscenici, se siete coerenti, le dovevate scrivere anche per chiesa invece di infamarlo..
    ricordatevi che nel calcio di oggi non esiste ne gratitudine, ne amicizia…solo e soltanto ambizione e denaro…

    e il succo è che chiesa è voluto andare alla juve(anche perche aveva già l’accordo da un anno) e milencovic andrà al miglior offerente..probabilmente il milan che già lo voleva questa estate richiesto da pioli…

    se poi vogliamo parlare dei modi..vi posso dare ragione ma soltanto per i trascorsi del padre a firenze e la crescita del ragazzo nelle giovanili..
    ma il succo è il solito…quindi non farei 2 pesi e 2 misure…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sblinda - 1 mese fa

      Beh, uno ha fatto 20 anni di giovanili viola, è stato cresciuto professionalmente da una società alla quale doveva una riconoscenza diversa. Non è un dato a margine come scrivi, ma il punto centrale.
      Un giocatore, come in questo caso, che viene dalla Serbia, che vuol raggiungere il top, ambisce a situazioni diverse rispetto a quella attuale.
      Però Milenkovic, così come Savic prima di lui, gioca impegnandosi, con grinta e si esprime con attaccamento quando gli fanno domande.
      Non gira imbronciato per il campo come se fosse in punizione.
      Lo spessore è totalmente diverso.
      Se Milenkovic rinnova sono felice, ma è destinato a partite prima o poi e gli auguro squadre diverse dal Milan. È un gran giocatore e un ottimo professionista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. simuan - 1 mese fa

    …grande Prade’, t’e’ scappato anche questo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Albe_Lucca - 1 mese fa

    Questo sarebbe da blindare con contratto top e costruirgli la difesa intorno.. lui Castro e Vlahovic devono diventare la nostra spina dorsale (sul 9 ho ancora qualche dubbio, ma le premesse ci sono).. e uno dei migliori difensori d’Europa, segna tanto, e giovanissimo, persona umile e gran lavoratore.. io spero tanti che rinnovi in qualche mdoo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BVLGARO - 1 mese fa

    parole da leader che non rinnova. Sei una grande delusione Nikolone, peccato perchè sei fortissimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DonChinotto - 1 mese fa

      La delusione purtroppo sta duventando questa società, in cui io credevo molto ma che al momento che sta disattendendo tutte le aspettative..ma siamo seri e mettiamoci nei panni di Milenkovic: avete 23 anni e siete uno dei difensori centrali più promettenti e richiesti, rimarreste qua a lottare per il nulla avendo richieste da squadre che giocano le coppe e che gli offrono il doppio o il triplo e gli garantirebbero tutt’ altrae vetrine. Purtroppo la realtà è questa ad oggi. La sua professionalità ed anche il suo attaccamento comunque li sta dimostrando anche con quel gol FONDAMENTALE al 97′. Di piu per me non gli possiamo chiedere. Sono il primo che lovorrebbe a Firenze per i prossimi 10 anni ma e se ci fosse un progetto serio ed un’ altra classifica forse sarebbe rimasto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Labaroviola72 - 1 mese fa

      Perche te resteresti in questo pandemonio?
      Dove gia’ sai che si vivacchia e basta senza Stadio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gianni69 - 1 mese fa

      Perché qui non ci vuole rimanere più nessuno? Perché calciatori che avevano fatto bene o benone in altre piazze vengono qui e sono irriconoscibili? Ambarara per esempio? Colpa dei tifosi? Mah. Dobbiamo fare calcio se si vuole fare calcio. Altrimenti questi sono i risultati. Ma chiesa doveva rimanere qua? Siamo sicuri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. BVLGARO - 1 mese fa

      avete ragione forse, nessuno vuole rimanere qua.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Sblinda - 1 mese fa

      La realtà è che a Firenze si arriva sempre a uno o due anni dalla scadenza per rinnovare. stesso discorso per Vlahovic. Ricordo Pradé in conferenza dire che non è una priorità perché ha due anni di contratto. Se credi in Milenkovic lo devi blindare, due anni fa avrebbe rinnovato senza problemi, adesso le ambizioni sono cambiate e sente le chiamate di squadre come lo United ed è chiaro che non rinnovi.
      Magari se escono lui, Pezzella e Caceres, sarebbe il caso di iniziare a guardarsi intorno per non fare come con Callejón.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy