Milan, le motivazioni del TAS: la palla torna all’UEFA. I tempi beffarono i viola, ora austerity

Sono state comunicate le motivazioni della sentenza estiva, quella che tolse l’Europa League alla Fiorentina

di Redazione VN

L’attesa è stata lunga, non snervante come quella che a luglio ha riconsegnato l’Europa League in mano ai rossoneri, ma comunque importante. Il TAS di Losanna, organo che in estate aveva riammesso il Milan alla seconda competizione europea, a discapito della Fiorentina, ha pubblicato le motivazioni della sentenza che scontentò il popolo viola. Il pallone torna all’UEFA, inizia una nuova e non facile sfida per la società lombarda, che adesso può contare sulla solidità di Elliott e sulla professionalità di un manager come Gazidis.

La differenza di vedute – spiega La Gazzetta dello Sport – tra i giudici di Losanna e quelli di Nyon è legata soprattutto ai tempi di decisione: l’UEFA il 19 giugno aveva giudicato il Milan cinese, che non offriva nessuna garanzia. Il TAS, invece, si era trovato di fronte il fondo Elliott, decidendo di prendere in considerazione il nuovo scenario. Le carte, quindi, sono tornate alla camera giudicante UEFA, che dovrebbe pronunciarsi entro novembre.

Nel futuro del Milan è molto probabile un po’ di austerity. Arriverà una sanzione – multa, limitazione della rosa, esclusione di nuovi acquisti, stop del mercato –  e successivamente inizierà la discussione con la commissione inquirente per il nuovo settlement. Nelle trattative, l’UEFA chiederà un business plan credibile e sostenibile, con un piano di rientro quadriennale del deficit (viste le cifre in ballo, sarà un piano molto rigido). Il nuovo Milan farà notare ai giudici di Nyon che la mala gestione precedente è stata la causa, ma l’austerity sarà inevitabile.

Violanews consiglia

Nardella: “Urge incontro con i Della Valle. Termine 31/12 chiesto da ACF, se non sarà rispettato…”

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 2 anni fa

    C’è gente che per molto meno è andata in galera… io spero che la Guardia di finanza cominci ad indagare… dal punto di vista sportivo è la solita melma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iacopo - 2 anni fa

    Tra; partite sempre più noiose, scandali come questo che lo rendono uno sport sempre meno credibile e le Pay tv che hanno tolto la bellezza dello stadio ai tifosi; il calcio si sta declassando a sport minore…. io non lo seguo quasi più, semplicemente perché ci sono sport molto più belli, in tutti i sensi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio62 - 2 anni fa

    Secondo me non finirà semplicemente così. E secondo me c’entrerà di mezzo anche la giustizia civile non solo quella sportiva. Non è credibile che un signor nessuno, già in quel tempo non solvente per un debito di 8 milioni, sia riuscito a far arrivare nelle casse del vecchio proprietario (il sig.B) circa 500 milioni dei quasi 800 della vendita. Gli altri 300 li ha messi Elliot. Poi, dopo un anno, il cinese non onorando una semplice rata di 5 milioni è stato fatto fuori e il Milan è passato al fondo Elliot per poco più di 300 milioni (che tutto sommato è il vero valore del Milan al netto dei debiti). Tralasciando le ingenti commissioni che qualcuno ha preso da questo affare, chi li ha dati al cinese i 500 milioni? (Non essendo ipotizzabile che qualcuno si possa far fuori l’intero patrimonio senza ritrovarsi nulla in mano. Cioè, ammettendo che i 500 milioni fossero di LI, questi li spende tutti e li perde tutti per niente?!) Più probabile un bel giro di capitali a nero rientrati e “lavati” da qualcuno. Ecco chi? Ne vedremo delle belle e la vicenda non finirà qui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cosimo - 2 anni fa

      come chi?? di Berlusconi no?? l ultima “grande” impresa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio62 - 2 anni fa

        Era una domanda retorica! 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Babbo Viola - 2 anni fa

    vicenda incredibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Popeye FVS - 2 anni fa

    Io vedo solo Higuain, Paqueta, ora parlano di Ibra. Ma quale austerity!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. pitone25 - 2 anni fa

    E intanto chi ci ha rimesso siamo stati noi come al solito quando abbiamo a che fare col Milan è sempre stato e sempre sarà così. Date retta a me , incominciamo a guardare la pallavolo e il tennis, almeno li vince chi se li merita , quello è vero sport

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. krizuan_989 - 2 anni fa

      Hai ragione io l’ho fatto da un pezzo ci metterei anche lo snooker da vedere è un gioco appassionante . SEMPRE FORZA VIOLA.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy