Lafont, il doppio retroscena: dalla lista di Freitas alla mossa decisiva per chiudere

Lafont, il doppio retroscena: dalla lista di Freitas alla mossa decisiva per chiudere

Corvino, lavorando con un budget complessivo di 20 milioni di euro, non poteva spendere quasi tutto per il portiere. E allora…

di Redazione VN

In estate il ds Carlos Freitas aveva inserito Alban Lafont nella shortlist di quattro portieri nel mirino della Fiorentina. Una lista comprendente anche Meret, Lunin (ucraino, ’99, passato al Real Madrid) e un estremo difensore slavo, tutti con valutazioni intorno o superiori ai 15 milioni di euro. La mossa decisiva l’ha fatta proprio il giovane francese, che è andato dal presidente del Tolosa minacciando di andare allo scontro e pretendendo la cessione. Risultato: il cartellino di colpo è passato da 15 a 7 milioni più uno di bonus e la Fiorentina ha chiuso l’operazione. Lo scrive La Gazzetta dello SportE IL FRANCESE CONTRO IL CHIEVO HA FATTO IL MARATONETA

Violanews consiglia

Bucciantini a VN: “Viola già squadra, in due mi hanno colpito. Protesta? Rispetto ma non capisco, vi spiego”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13971110 - 2 anni fa

    io penso che forse la prima partita abbia giocato un po’ troppo emozionato,ricordiamoci che ha diciannove anni e basta,tra tre o quattro partite potremo dare un giudizio più preciso,e vedremo se quello è il suo modo di giocare oppure era tutto dovuto all’emozione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13971110 - 2 anni fa

    io penso che forse il giudizio è troppo affrettato,era la prima partita in un nuovo campionato, avrà sicuramente influito l’emozione poi tra tre o quattro partite vedremo se quello è il suo stile e allora potremo giudicare in modo più preciso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granduca - 2 anni fa

    A me Lafont per il momento non piace: troppi tuffi e troppe respinte con i pugni.
    Il giorno che lo vedrò bloccare in presa alta invece di respingere forse cambierò idea.
    Non si dica che è giovane perchè portieri si nasce e lui nasce giocatore di movimento.
    Anche con il Chievo ha lasciato molto a desiderare. Il fatto che giochi con i piedi è un accessorio.
    Se le due “sviste” di domenica le avessero fatte Sportiello o Tatarusanu sarebbero stati già crocifissi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aoi_Haru - 2 anni fa

      Le respinte di pugno sono l’abc di un portiere. La prima cosa che ti insegnano (o che dovrebbero insegnarti) è che se respingi hai allontanato il pericolo, mentre se vai in presa c’è sempre il rischio di sbagliare e che la palla ti scivoli di mano. Che portieri si nasca lo dici te, tutti i bimbi o quasi partono come giocatori di movimento per poi finire in porta. Buffon è stato centrocampista fino all’età di 10 anni, tanto per dirne uno. E giocare coi piedi sarà anche accessorio, ma lo è sempre meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Burlamacchi - 2 anni fa

      Buffon anche nelle giovanili del Parma giocava centrocampista. A 14 anni è diventato portiere per necessità e a 17 ha esordito in serie A.

      Ad ogni modo: 19 anni son comunque pochi. Come si fa a non dire che è giovane? Era anche alla prima in casa, in un nuovo stadio e nuova squadra.

      Peraltro non mi sembra abbia fatto male.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BlandoTifoso - 2 anni fa

        Con i piedi è molto bravo era una vita che non avevamo un portiere che non da tutte le palle agli avversari o in fallo laterale, ha una grande reattività, poi nessuno entra in un nuovo campionato e fa il fenomeno, in oltre un portiere deve crescere negli automatismi con i compagni, almeno lui esce sui cross nell’area piccola, fino ad ora avevamo portieri che si facevano fare gol da 10 centimetri dalla porta.. diamogli un pò di tempo per affiatarsi..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Burlamacchi - 2 anni fa

          Concordo pienamente.
          L’ho scritto altre volte: non massacriamolo per delle inezie. Ha 19 anni.
          Poi a fine campionato sarà normale fare una valutazione a tutto campo della sua stagione, ma iniziare a criticarlo fin dalle prime partite mi sembra controproducente e stupido.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy