L’addio di Guerini: “Grazie DV, è stato bello, ma Sousa mi ha umiliato”

L’addio di Guerini: “Grazie DV, è stato bello, ma Sousa mi ha umiliato”

“Non avevo rapporto con il tecnico portoghese, non mi ha mai rivolto la parola. Stima reciproca con Montella, merita la Nazionale”

di Redazione VN

Sulle pagine del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola, troviamo le parole di Vincenzo Guerini, ormai ex dirigente viola visto che il suo contratto con la Fiorentina è scaduto nella giornata di ieri. Guerini ringrazia la famiglia Della Valle ma non Paulo Sousa che “non mi ha mai rivolto la parola”. Il tecnico portoghese l’ha escluso dal centro sportivo delegando Roberto Ripa. Guerini aggiunge : “Avrebbe potuto almeno dirmelo faccia a faccia”.

Guerini ricorda il momento più difficile della sua (seconda) avventura in viola, la parentesi da allenatore contro il Lecce. Gli sarebbe piaciuto chiudere la carriera nella Fiorentina ma non è andata così. Chiusura con l’endorsement per Montella in Nazionale, allenatore pronto a ricoprire quel ruolo.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio50 - 4 anni fa

    E’ una faccenda strana, noi diciamo che i nostri dirigenti, con quello che hanno combinato, sono degli incapaci e va via l’unico dirigente ex calciatore e pure con la fiorentina nel cuore, maltrattato dall’ultimo arrivato, Come pure Pasqual dopo 11 anni di Fiorentina. Girano voci che a Natale Pasqual e’ stato trattato male sia dalla societa’ che da Sousa, e i risultati della squadra dove sono ????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. monica - 4 anni fa

    …mah,con tutta la simpatia per guerini, mi sembra che-almeno noi tifosi-si parli del nulla. a parte che non sappiamo come stiano le cose,comunque si sa dall’inizio che paulo sousa ha dettato alcune regole,poche ma inderogabili,e una di queste era che negli spogliatoi non entrasse nessuno,fosse pure il presidente o dio in persona.in ogni caso credo che ognuno abbia tutto il diritto a circondarsi delle persone che reputa più fidate,ovvio che noi tifosi pensiamo col cuore e vorremmo antogno,bati,ecc. ma non tocca a noi guidare la società,e mi sembra che come al solito si faccia polemica su tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ken Follet - 4 anni fa

    Scrivere senza conoscere i fatti è impossibile, rischoeremmo di fare come tutti noi facciamo quasi sempre e cioè dare giudizi di parte.
    Mi limito a constatare una sola cosa. Il Sig. Paulo Sousa, da quando è a Firenze deve solo discutere con i magazzinieri poi lo ha già fatto con tutti accampandosempre scuse in suo soccorso, non mi sembra un atteggiamento consono ad una persona che è stipendiata per fare un lavoro, se così si può chiamare, di privilegio assoluto.
    Secondo me farebbe bene a fare di più l’allenatore che il manager altrimenti avrebbe dovuto rimanere in inghilterra dove, invece, ha fatto una carriera molto rapida.
    Sarà perché mi ricordo di Guerini, con Roggi e Caso e penso ad un calcio di altri tempi, che valorizzo assolutamente invece di questo, e tifo e sono solidale con quest’ultimo.
    Vediamo il proseguio della novella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan71 - 4 anni fa

      lungi da me fare l’avvocato difensore di Sousa, ma il tuo discorso ha punti che non quadrano:

      * innanzitutto non mi pare proprio che fare l’allenatore sia “un privilegio assoluto”, visto che fino a prova contraria è la prima testa che salta sempre. Uno come Guerini, per dire, o un giocatore dal lungo contratto, rimangono stipendiati anni senza che nessuno se ne accorga oppure senza portare alcun beneficio alla squadra o alla società.

      Un allenatore magari fa scelte impopolari (vedi Spalletti a Roma) e poi paga di “tasca propria”, nel senso che resta a piedi per primo
      * in secondo luogo, come giustamente dici non si sa con certezza come siano andate le cose tra i due, ma dimmi, davvero credi che in una delle aziende più piramidali della storia del calcio, un allenatore “detronizzi” o in quache modo si comporti “da manager” facendo cambiare ruolo, o addirittura facendo allontanare un dirigente, per quanto minore?…

      * poi, cosa vuol dire che “dovrebbe parlare solo coi magazzinieri”, scusa?… tra il “parlare coi magazzinieri” e fare il manager alla ferguson ci passano chilometri di vie di mezzo… per il resto, io a queste storie di spogliatoio o a beghe tra dirigenti m’interessa il giusto, il tecnico lo valuto per i risultati, per come fa giocare la squadra, per le motivazioni che sa dare.
      E la stagione di Sousa dopo l’8 iniziale dei primi 2-3 mesi, è finita in un 4 secco… tanto che o si adegua al calcio italiano presumo avrà vita breve anche lui nel calcio che conta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ken Follet - 4 anni fa

        In primo luogo fare l’allenatore, personalmente, lo ritengo un privilegio in quanto è un lavoro che, oltre ad essere retribuito tantissimo (nella retribuzione fa parte anche il licenziamento, credimi.) permette ad un appassionato di calcio di lavorare nell’ambiente più desiderato possibile.
        Per questo lo ritengo un privilegio assoluto. Lavori dove ti piace, ti pagano profumatamente, tutti ti vogliono bene ed hai la possibilità di promuovere il lavoro che fai verso obiettivi più importanti. Quanti di noi hanno questa possibilità?
        Dovrebbe “discutere” con i magazzinieri nel senso che oramai ha polemizzato con tutti a cominciare dal togliere la fascia di Capitano a Pasqual (che senso ha avuto?) fino a rilasciare interviste tese sempre ad addossare responsabilità a quello e quell’altro ed infine, dicono i beni informati, a rassegnare le dimissioni non accettate.
        Le storie da spogliatoio non si sapranno mai ma se succede che un allenatore di punto in bianco toglie la fascia di capitano al giocatore più rappresentativo allora qualche domanda me la pongo se il suddetto sa come gestirlo.
        Non dimentico il bel gioco della prima parte ma non dimentico nemmeno le sconfitte con il Carpi in casa che ci ha estromesso da una finale di C.I., non dimentico le sconfitte con Empoli e Udinese e i pareggi con Frosinone, Palermo, Chievo, Verona nell’ultima parte del campionato e il cortissimo cammino in EL.
        Facendo le somme questa società ha tutto quello che si merita, dirigenti incompetenti, struttura elefantiaca e immobile, Presidenti, onorari e esecutivi che non decidono e non investono quanto dovrebbero, giocatori svogliati e limitati qualitativamente e un allenatore che, ad oggi non sappiamo se è carne o pesce.

        Spalletti? Altra categoria stai tranquillo. E’ arrivato a Roma ed ha messo fuori De Rossi e Totti, questo dice tutto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabrizio - 4 anni fa

    Sousa ha già fatto mezza terra bruciata intorno a se. La Società lo vuole tenere un altro anno per completare l’opera: bruciare l’altra metà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. andrea - 4 anni fa

    Dispiace dirlo, ma Sousa sta cercando lo scontro con la società da 3 mesi, io credo che, lui non sia rimasto di sua spunta, anzi potendo nel pensare che, gli sia stato imposto, visto il contratto in essere, e lui , come il suo ppredecessore, sta facendo di tutto per farsi cacciare, prima investendo Cognizione, della carica da responsabile unico ( quando è evidente a tutti che sia soltanto il braccio di Diego), adesso lo scontro con Guerrini. Mi sa purtroppo che, anche questa estate non ci saranno risparmiate incaz.aturee figure barbone. Buon calciomercato a tutti i tifosi viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ELROND - 4 anni fa

      Secondo, me dovresti, controllare, la punteggiatura, sennò, visto che l’italiano, saputolo, non si capisce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. alex1950 - 4 anni fa

    Mi dispiace per Guerini, ma perché dare la colpa a Sousa ?
    Non è stato certamente Paulo a cambiargli il ruolo, da Team-manager a club-manager !
    Sarà stato certamente qualcun altro !

    Comunque sia, vista da cliente, è un’altra dimostrazione che le persone che capiscono di calcio, in questa Fiorentina, NON sono GRADITE.

    Lui è/era uomo di calcio, ma utilizzato in un comparto nel quale la competenza calcistica no era richiesta.

    Lo stesso dicasi per Pradè, altro uomo di calcio, utilizzato in altri ruoli: portavoce della Family, … e non so che altro.

    Concludo con un appello a Paulo Sousa: ma sei proprio sicuro di esserti messo nelle mani giuste ?

    O è soltanto uno scaricabarile, della serie …se non arrivano i rinforzi richiesti, sapete a chi rivolgervi !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Il Viola di Gallipoli - 4 anni fa

    A me dispiace per Vincenzo, per l’attaccamento alla squadra e perché era quello che, in momenti di confusione, ti diceva esattamente come stavano le cose.

    Non so, però, quanto il responsabile del mancato rinnovo sia Sousa.
    Diciamo che il suo ruolo è stato ridimensionato già da tempo, da quando è arrivato Rogg, quindi penso che Sousa abbia semplicemente visto che Guerini non era un referente cui rivolgersi, tant’è che ha molto insistito nel sottolineare che sarà solo Cognigni a fare da tramite con la società.

    Certo è che hanno silurato una figura che magari aveva finito per non avere più compiti rilevanti all’interno della dirigenza, ma che era molto vicina ai tifosi e contribuiva ad ammorbidire i momenti di tensione.

    Non è mai stato lui il problema, se c’è confusione è perché ci sono troppe teste che rendono pachidermica e lenta l’azione della società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan71 - 4 anni fa

      hai ragione, soprattutto sul fatto che comunque Guerini era una parte della (poca) “fiorentinità” che c’è in società e, almeno all’esterno, male non faceva.
      Certo cambia poco o nulla, che ci sia o non ci sia, a livello di quadri dirigenziali: temo comunque che sia un’altra azione poco ponderata e poco avveduta, visto che continuano a mancare i referenti tra tifoseria e società, e Guerini lo era.

      Quanto a Sousa, avrà molte colpe, ma non credo proprio sia lui a decidere quale dirigente resta e quale no, o quale debba essere demansionato… quindi, caro Guerini, dovresti prendertela con quelli giusti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fiorentino doc - 4 anni fa

    Dispiace per la persona ma 1 dei tanti dirigenti inutili in meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ottavio - 4 anni fa

    …nei fatti non si sa per fare cosa, ha guadagnato in 4 anni quello che una persone normale ci mette tutta una vita.

    E si lamenta pure.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Gaetano - 4 anni fa

    L’uscita di scena è sempre il finale più difficile per una qualunque persona. C’è chi lo fa con classe e in punta di piedi, c’è chi lo fa con atteggiamenti vittimistici o da protagonista incompreso, c’è chi lo fa con “dopo di me la fine del mondo”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Via (mai una) Gioja - 4 anni fa

    Ce ne faremo una ragione. Spero anche lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Enzo2 - 4 anni fa

    Forza violaaaaaa!! …ovvia!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Luismi - 4 anni fa

    Guerini tu non sei un uomo,vai a piangere a casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. tommasopapin_809 - 4 anni fa

    Che brutta intervista ha rilasciato. Quando la gente ha bisogno di levarsi i sassolini di fronte a tutti ha sicuramente qualcosa che non va.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Dellone68 - 4 anni fa

    A me spiace per Guerini. Però non mi pare che Sousa sia così villano. E’ difficile giudicare quanto non si hanno elementi di alcun genere per poter valutare. Mi limito solo ad esprimere dispiacere per Vincenzo che, in ogni caso, è sempre stato attaccato alla Viola. E ad augurargli in bocca al lupo per il suo futuro. Sempre Forza Viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. andre_stark86 - 4 anni fa

    C’è polemiha. Ma che novità!! Sicuramente se ne va uno dei pochi che conosce la piazza, mentre resta ancora quel branco di dirigenti senza cuore nè anima nè portafoglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. iNicco - 4 anni fa

    Ma stare zitti, no? Eccolo i tifosi fiorentini, prima a chiedere una testa e più a lamentarsi perché non è quella che volevano tagliare loro. Ma dai che non sappiamo niente, niente delle dinamiche societarie, di ciò che c’è dentro la società è lo spogliatoio e delle responsabilità dei dirigenti, perché invece di sparare giudizi non state zitti? Invece sempre a riempitivo la bocca di vaffanculo e braccini. Giudicate il campo che è ci che vedete.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ivan - 4 anni fa

    troppi dirigenti, l’epurazione da qualcuno doveva partire e te sei semplicemente l’anello debole, l’uomo di campo senza alcun pedigreé glamur, ma solo una grande promessa del calcio Fiorentino. Vincenzo alla fine ti è convenuto? Per quattro anni di ingaggio, rompere con Antognoni? Dopo averla salvata qualche anno fa, schiena dritta e dimissioni soprattutto se eri diventato un soprammobile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. daddo - 4 anni fa

    grande vincenzo, sempre nei nostri cuori,questi pivelli che sotto scrivono non sanno nemmeno in che ruolo giocavi e quanto hai dato in passato per questa maglia,il vero senso di appartenenza ai colori viola lo hai tu, Antognoni, chiarugi e pochi altri, valori ormai passati e dimenticati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Corrado - 4 anni fa

      centrocampista di spinta: buona tecnica e tanti tanti polmoni. Un po’ Gattuso un po De Rossi, tanto per fare dei paragoni. Mi innamorai della Fiorentina per quella finale di coppa Italia del ’75. avevo 5 anni, poco sapevo di calcio ma mi innamorai perdutamente di quei colori visti sul mitico album Panini di quell’anno ( Giocatori a figura intera ).
      detto ciò, la storia è storia e niente potrà cancellarla. adesso bisogna fare i conti con la realtà e Guerini , dispiace ammetterlo, può essere un sacrificio necessario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Ottavio - 4 anni fa

    Anche un pò di autocritica non farebbe male.
    Mi domando in questi 4 anni a cosa sia servito il tuo ruolo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. BlandoTifoso - 4 anni fa

    Se non ricordo bene è lui che ha fatto la vaccata per cui non ci siamo potuti tenere Salah… mi sa che Sousa non gliel’ha perdonah….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Il Complottista gigliato - 4 anni fa

    E vai !! Un altro stipendio in meno !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Azulejo - 4 anni fa

    Viene veramente voglia di mandare a cagare questa società

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maurizio - 4 anni fa

      Più che altro dovremmo mandare a cagare Sousa..altro che società…ma non sapete neppure leggere?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Azulejo - 4 anni fa

        Chi non sa leggere sei tu: la società avrebbe dovuto mandare a cagare Sousa per il comportamento verso Guerini; non l’ha fatto? vada a cagare essa stessa. Non ne posso più di questa dirigenza, non passa giorno senza che non crei qualche casino.
        Guerini era l’unico spezzone rimasto del DNA originale viola

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Luismi - 4 anni fa

        Allora Souza è il colpevole di tutto questo casino vero…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il Parrucchiere di Della Valle - 4 anni fa

      Perché? Perché sousa non parla con guerini? Dovevano mandar via sousa per tenere guerini e cercare un allenatore con cui potesse parlare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 4 anni fa

        Trovo bellissimo il tuo nick. Ah ah ah. Ne farei uno tipo “Il foulard di DellaValle” oppure “i braccialetti di DellaValle”…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy