Il piano di Commisso: da oggi l’accelerata, via Corvino. Le prime idee ed il rapporto con la città. Antognoni…

Il piano di Commisso: da oggi l’accelerata, via Corvino. Le prime idee ed il rapporto con la città. Antognoni…

Fine del canale privilegiato con Fali Ramadani: cambieranno nomi e strategie, spariranno le liste uniche con trenta nomi legati al socio di Zahavi

di Redazione VN

Fischio finale del campionato per la Fiorentina, che da stanotte pensa già al futuro. Nello scenario disegnato da Massimo Basile sulle colonne del Corriere dello Sport non c’è Pantaleo Corvino ed è certo anche l’addio di Cognigni e la fine del canale privilegiato con Fali Ramadani, le scelte di mercato verranno fatte con orizzonti più ampi.

Secondo Basile l’italoamericano e il suo entourage avrebbero individuato da mesi i nomi e ruoli per riempire la casella della nuova società e sembra che tra le figure che potrebbero restare c’è quella di Giancarlo Antognoni, che Commisso ama da sempre. Ottenuta la salvezza Commisso e Della Valle adesso porteranno avanti la trattativa. Intanto ricordiamo che Joe Barone, braccio destro di mr. Mediacom è rimasto colpito dall’atmosfera calda del Franchi ed è noto che per Commisso i tifosi contano molto. L’idea di creare una comunità stretta attorno al club è uno degli obiettivi principali.

L’articolo completo di Basile sulle pagine del Corriere dello Sport-Stadio

ACF COMUNICA: STAMANI SARA’ RICHIESTA CONVOCAZIONE D’URGENZA DEL CDA

Violanews consiglia

Montella addio? La Gazzetta sicura: “Chiude il ciclo viola senza vittorie”

Bucchioni: “Va fatta pulizia, inaccettabile sia 16^ una squadra costata 180 milioni”

41 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Julinho - 6 mesi fa

    Visto quello che abbiamo appena passato sono felice di una cosa sola e che alla fine non era nemmeno del tutto scontata. La Fiorentina si è salvata ed è rimasta in Serie A. Come una provinciale qualsiasi. Altro che 7° posto, che ricordo a qualcuno ad inizio stagione faceva anche storcere il naso.
    Il resto è sotto gli occhi di tutti. A cominciare dalla proprietà dove tra i due fratelli quello che conta, Diego, sono anni che ha chiuso i cordoni e la cassaforte e forse anche con Firenze e solo per rispetto del più piccolo, Andrea, ha concesso solo briciole disinteressandosi di tutto e di tutti. Entrambi si sono affidati a uno staff tecnico da paura, imbastito solo su un’ingessatissima filiera di amici e trafficoni sportivi che hanno portato a Firenze tutto ciò di pessimo che ci si poteva tranquillamente risparmiare. Per cui se i Della Valle non verranno mai più allo stadio è davvero un’ottima notizia. Non importa il perché, ci auguriamo noi tifosi che dipenda perché hanno ceduto la società. L’altra cosa determinante è l’azzeramento di tutte le figure che hanno cariche di punta all’interno della Società a cominciare da Corvino e che sono gli assoluti responsabili di questo disastro. Corvino è assolutamente impresentabile e non più accettabile. L’hanno capito anche le pietre di Ponte Vecchio. Quindi auguriamoci che i Della Valle abbiano il senno di cedere la Società a qualcuno che sia realmente in grado di condurre la Società al meglio.
    Una raccomandazione ai giornalisti/giornalai: smettete subito di inondarci di qualsiasi tipo di messaggio, non scomodo notizia o indiscrezione, che da qui al ritiro dica tutto il contrario di tutto, sia assurdo e fomenti sulle ceneri argomenti che poi alla fine risultino delle solenni cagate. Per ricostruire occorre calma, discrezione e testa.
    Altrimenti in questi tempi di nefandi social dove tutti e tutti pensano di contare qualcosa pur non contando niente solo per mettere un pollice su o un pollice giù avremo una tifoseria sclerotica, una nuova proprietà che si potrebbe disorientare e nulla di buono per Firenze e la Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 6 mesi fa

      Bavissimo, ottimo, tutto giusto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alan1971 - 6 mesi fa

    …sicuri sicuri sicuri che ci sarà una vendita?
    … e se ci sarà, in quali tempi?….
    Pensate che fare una vendita a questi livelli siano come vendere una Punto con 300mila km tra due vicini di casa?….

    Vi state lanciando addirittura nell’organigramma… ma siamo sicuro che il foulardato che odia Firenze “gliela dia vinta” in questo modo?…. lasciare da perdenti all’ennesima potenza?

    Spero di sbagliarmi, ma mi aspetto di vederne “delle brutte” (vendette, ripicche, rilanci di prezzo), prima di vederne “delle belle” (la sparizione di tutti loro).

    Fossero tifosi, potrei capire che vogliano il bene della Fiorentina, e quindi accelerino…ma questi non sono tifosi, anzi… quindi non credo che sarà tutto rose e fiori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giacomo750_868 - 6 mesi fa

      Io la penso come te…….ma vedila da un altro punto di vista……….accelerare la trattativa per venderti a un mezzo mafioso (spero di sbagliarmi) che magari col tempo fa peggio di Cecchi Gori mi sembrerebbe una buona vendetta……….o no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alan1971 - 6 mesi fa

        Sinceramente non penso che uno dei 500 uomini più ricchi del mondo sia quello che tu definisci, nè mi pare una “buona vendetta”…

        Fosse un manenti, un prestanome cinese di Arcore o un fantomatico arabo o un’ignota cordata inglese interessata al Palermo (tanto per restare a quanto visto ultimamente) potrei darti ragione, ma questo è proprietario dei New York Cosmos, non del Trebaseleghe…

        Non partiamo così prevenuti, anche se capisco che quelli che fino a ieri mattina hanno evocato Gubbio non siano ancora pronti a pensare di “andare in meglio”… cosa che invece nella vita può accadere eccome.

        Come detto, il problema attuale non riguarda “chi verrà” ( a suo tempo giudicheremo) bensì “chi c’è ora”, ossia la proprietà più perdente della storia viola (certificata dai numeri)… con i vertici Prescritti a Calciopoli che non hanno neanche il coraggio di mettere piede allo stadio.
        Questo te le dice lunga sui soggetti, per questo mi aspetto un colpo di coda o – peggio ancora – un’altra annata “agonizzante”, se questa agognata vendita non si dovesse concretizzare in tempi relativamente brevi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ottone - 6 mesi fa

    Piazza pulita. Tutti, dico tutti i dirigenti attuali devono fare le valige. Se qualcuno ama i santini si metta pure a pregarli, ma solo DOPO che questi santini sono stati buttati giù dal piedistallo. Responsabili, oltre agli scarparoli, sono tutti quelli che “gne gne” gli sono andati dietro. A buon intenditor poche parole. Ok a gente come Batigol in dirigenza: intelligenza, coraggio, idee chiare, animus pugnandi. Le altre “bandiere” nel Museo. Motella: non è stato bello. Adios.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vecchio briga - 6 mesi fa

    Scusate per far capire a tutti come lavorano Cognigni e Corvino, volete spiegare cos’è la lista dei 30 nomi di Zahavi? E perché lo dite solo ora?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

      Il Corriere ha solamente fatto intendere che gli acquisti venivano fatti prevalentemente fra i giocatori di Zahavi-Ramadani

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianni - 6 mesi fa

        Che schifo ! allora mi domando perché pagare tutti quelli del settore tecnico? Bastava un contabile che registrasse
        le entrate e le uscite, visto che il mercato lo facevano loro .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. vecchio briga - 6 mesi fa

        No no il Corriere parla di una lista..magari fanno tutti così, ma “spariranno le liste uniche con trenta nomi legati al socio di Zahavi” fa pensare a una sorta di contratto, a un’esclusiva, a qualcosa che non dovrebbe essere. Tempo fa avete pubblicato quanto ha incassato questo Zahavi: 3 milioni per darci giocatori che per poco ci fanno finire in serieB. Sarebbe interessante approfondire

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Up The Violets - 6 mesi fa

    Da Commisso non mi aspetto subito nomi roboanti: il fair play finanziario quello è e quello rimane, e nelle miserrime condizioni economiche nelle quali ci troviamo, senza ricavi aggiuntivi alle plusvalenze, senza sponsorizzazioni, senza stadi di proprietà, non si potrà per legge spendere tutto e subito. Mi aspetto solo tre cose, in rigoroso ordine d’importanza:

    1) una maggiore e più empatica presenza in città;
    2) un impegno economico in linea con i parametri del fair play ma anche adeguato a una società che punta alle coppe;
    3) TABULA RASA DELL’ATTUALE DIRIGENZA (Antognoni escluso, cui anzi dev’essere dato un incarico che non sia di mera rappresentanza) e nomina di manager capaci, tanto nell’ambito sportivo quanto in ambito gestionale.

    Con queste tre premesse, arriveranno di sicuro anche giocatori e tecnici all’altezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio - 6 mesi fa

      sono d’accordo con quello che tu dici, per presenza cosa intendi?
      commisso alle gare interne ed esterne, qui sarà a mio avviso difficile che avvenga questa cosa , ma l’importante che ci sia un delegato con un minimo di potere a rappresentarci. saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Outsider - 6 mesi fa

    Meritavamo la B sia noi che il Genoa, non tanto per gli scarsissimi risultati sportivi quanto per il vergognoso biscotto di ieri. Spero intervenga l’ufficio inchieste (se non ora, quando?) e ci diano una penalizzazione. L’Empoli meritava 100 volte piú di noi e del Genoa.
    Vergogna alla società, alla squadra e ai negazionisti che adesso spunteranno come funghi.
    Tocca a Commisso? Benvenuto Commisso, ti chiedo una cosa sola, fammi vedere una una squadra e una società di cui essere orgoglioso, indipendentemente dai risultati sportivi. Meglio in B a testa alta che in A con vergogna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 6 mesi fa

      Dai, cugino di campagna, è inutile che tu frigni e ti finga tifoso viola. Hai preso i’ carciofone là dove non batte il sole e te ne sei tornato da dove sei venuto. Voi empo-lesi avete passato tutta la settimana a sperare che si finisse in B, v’interessava quasi più della vostra salvezza: erroraccio, bambini. Mai augurare il male a qualcun altro, poi ti ritorna indietro con gl’interessi. Dai, ci vediamo tra un paio d’anni, quando Commisso ci avrà fatti tornare ai nostri livelli abituali voi avrete invece costruito la solita squadretta di belle speranze che si salverà (forse) all’ultima giornata. Perché a voi del contado quest’inaspettata sfida con la Fiorentina, la prima che abbiate mai affrontato, ha talmente gasato che vi ha fatto sfuggire un piccolo ma significativo particolare: per noi lottare per non retrocedere è stata solo una tragica casualità generata dall’imbarazzante gestione dei Della Valle; per voi è l’abitudine. Alla prossima! 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Outsider - 6 mesi fa

        Intanto cugino di campagna tu sarai te. Probabilmente con la vocina stile eunuco e forse coi tacchi a spillo. Neanche se ti sforzi riesci ad essere piú fiorentino di me. Infatti, i fiorentini “quelli veri” (no, non basta essere nati e vivere a Firenze) hanno dei valori come dignità, onestà e orgoglio che evidentemente no ti appartengono. Sei lo specchio della Fiorentina di quest’anno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Outsider - 6 mesi fa

      Se gli spolliciatori in basso hanno qualche argomentazione mi piacerebbe leggerla. Oppure siete del partito “meglio disonesti che in B” perché noi siamo quelli furbi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. chenco - 6 mesi fa

        Falla finita gobbo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Gasgas - 6 mesi fa

      Spettacolo brutto. Però non esageriamo, forse non hai visto Samp Empoli…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ilRegistrato - 6 mesi fa

    Corvino è un altro personaggio veramente indecente. Si fa passare come grande intenditore di calcio quando la sola cosa che è capace di fare sono le contrattazioni per la cessione dei giocatori dove indubbiamente ha del talento. È una persona che se avesse capito i propri limiti, cioè che non è capace di gestire una squadra di serie A e che non sa visionare i giocatori e dunque gli servono dei collaboratori validi da quel punto di vista, probabilmente avrebbe potuto anche rimanere al vertice di squadre di una certa importanza per un altro po’. Invece la tracotanza di credere di essere chissà chi e di voler per forza gestire tutto da solo porranno la parola fine alla sua carriera di dirigente di alto livello. Al nuovo proprietario toccherà ovviamente pagargli una buon’uscita visto che Della Valle gli ha fatto un contratto valido fino al 2020. Certa gente non si vergogna proprio. A mai più rivederci Pantaleo e non ti dimenticare che io avevo capito che non eri un grande intenditore quando ti inventasti, con la complicità di Prandelli, Ujfalusi terzino. Una mossa ridicola e che tecnicamente faceva veramente ridere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. 29agosto1926 - 6 mesi fa

    e c’è da dire che le colpe possono essere ripartite tra tutte le componenti calcistiche e non del comporta Firenze/Fiorentina. Chi pensa che non ci siano responsabili sbaglia di grosso e continua pensando sempre alla stessa maniera. Calma e gesso sulla nuova Fiorentinaprima vediamo cosa succede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. 29agosto1926 - 6 mesi fa

    Si continua la guerra tra poveri e le cose che più vengono evidenziate sono il “l’avevo detto”, “lo sapevo già da tre mesi”, “chi non la pensa come me deve sparire”. Forse cambieranno le cose per la Fiorentina ma i tifosi, purtroppo, rimarranno questi e la giostra continuerà come prima.
    Ad oggi non sappiamo niente e già si fanno ipotesi sulla composizione dell’organigramma Fiorentina. Mah!
    L’unica cosa analizzare è la salvezza (VERGOGNOSA)abbiamo CONQUISTATO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 6 mesi fa

      Sai, credo che uno debba prendersi le responsabilità di ciò che dice.

      Per mesi TE ed altri invasati hanno letteralmente insultato chi non osannava le operazioni di Corvino o i Della Valle.
      TE ed altri avete definito come fenomeni certi giocatori che han fatto una stagione che definire mediocre sarebbe un complimento.
      TE ed altri avete dipinto una situazione idilliaca, con una squadra da zona europa, che non rispecchiava assolutamente la realtà.

      Troppo facile ora far finta di niente e addirittura criticare chi mesi fa aveva ragione.
      Andale nini!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13977091 - 6 mesi fa

    gnignignigni fuoro subito!!!…che meraviglia!!!…x ora mi accontento di leggerlo,a cose fatte stappo una bottiglia!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Roby - 6 mesi fa

    Ma abbiamo cambiato propietà…a me non risulta ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Valdemaro - 6 mesi fa

    Con Commisso attenzione a Spalletti allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13889043 - 6 mesi fa

    Ma siamo sicuri che i DV vogliamo vendere?
    Perché ieri sera hanno lasciato detto che con questo clima non verranno allo stadio?
    Sicuri sicuri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. rudy - 6 mesi fa

    Purtroppo, dal punto di vista tecnico, troverà solo le macerie lasciate dai marchigiani. E se l’uomo nuovo, come ha vociferato qualcuno stamani, dovesse essere Mirabelli si partirebbe subito col piede sbagliato. Io posso fargli solo tanti auguri di benvenuto, e speriamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Gasgas - 6 mesi fa

    Corvino via, che bello. Finalmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 6 mesi fa

      Esatto. Piazza pulita, aria fresca, freschissima. Via Corvino, via Ramadani, via questi personaggi. Non male come idea iniziale. Vediamo cosa succede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 6 mesi fa

        Anche l’idea Mirabelli non è male comunque, appunto, vediamo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 6 mesi fa

          Sono contento di vedere che ci sono degli estimatori di Mirabelli.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Dellone68 - 6 mesi fa

            Non direi, ma mi pare che per ora siano tutte robe buttate li tanto per fare. Il fatto è che la nuova proprietà, se sarà Commisso, avrà (immagino) pochi legami con il calcio italiano. Per cui, la soluzione, prima di decidere, dovrebbe essere: si parla con GIANCARLO e si sente che aria tira. Proponiamo dei nomi. Se GIANCARLO li avalla in qualche modo si prendono, se no, si fa altro. Io darei ad Antognoni il ruolo che gli spetta e che sarebbe assai rilevante con una proprietà d’oltreoceano.

            Mi piace Non mi piace
  16. user-2073653 - 6 mesi fa

    Via Corvino inizierebbe subito bene….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. ilRegistrato - 6 mesi fa

    Buongiorno a tutti, avevo promesso che non sarei intervenuto di nuovo sul sito fino a salvezza ottenuta e ho mantenuto la promessa. Poi ho preferito lasciare ancora passare ancora qualche ora perche’voglio commentare a mente fredda. Della nuova proprieta’ parlero’ quando le carte sono firmate, per ora lasciamo lavorare i notai e gli avvocati e poi quando l’affare e’ chiuso si commentera’. Vorrei invece fare un regolamento di conti con tutti quelli con i quali ho polemizzato nel corso dell’annata.

    1) Sostenevo che la squadra aveva valori tecnici modesti ed era stata costruita malissimo con gravi lacune in alcuni ruoli e troppi doppioni in altri. Il rendimento complessivo della stagione non pare lasciare dubbi in proposito.

    2) Quando sono cominciate le prime avvisaglie di problemi fra la dirigenza e Pioli sostenevo che una cattiva gestione dei rapporti con i giocatori e allenatore avrebbe rischiato di fare “liquefare” la squadra, complice anche la sciagurata strategia di prestiti e promesse di cessione di certi giocatori a fine stagione. La salvezza all’ultima giornata con sconfitte a ripetizione ha confermato anche questo.

    3) Sostenevo che ragazzi di 18 anni non sono ancora pronti per il calcio a certi livelli e non c’entra Pioli o chissa’ chi. Direi che anche Montella non ha giudicato pronti questi “ragazzotti”, ovvio ma pare che ci fosse gente che avesse bisogno di conferme. Solo Pele’ e Maradona a 18 anni giocavano titolari, gente un po’ piu’ modesta come Antognoni o Cristiano Ronaldo stava a guardare i “grandi” giocare.

    4) Infine il famoso “comprala te”. Chi vuole vendere vende, basta chiedere un prezzo congruo e avviare i contatti negli ambienti giusti, autonomamente o tramite un advisor. Il marchio Firenze e’ un marchio fortissimo nel mondo e quando si e’ seri nel voler vendere qualcuno interessato si trova. L’unica cosa che mi dispiace e’ che davvero avrei voluto “comprarla io”, nel senso che mi sarebbe piaciuto che una quota della societa’ fosse stata messa sul mercato per azionariato popolare al quale io avrei contribuito certamente.

    Concludendo, Della Valle ha scelto una maniera veramente ignobile di andarsene mettendosi in polemica aperta con la citta’ e lasciandoci una squadra disastrata che il nuovo proprietario dovra’ faticare per rimettere in sesto. Basti pensare a tutta la pletora di giocatori inutili che rientreranno dai prestiti a fine giugno e quelli che ci resteranno sul groppone da quest’annata vergognosa. Quindi un caro invito a tutti i tifosi dei Della Valle. ANDATEVENE ANCHE VOI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Staffa - 6 mesi fa

      e dopo tutte queste ovvietà…puoi tornare in letargo.
      anzi no…visto che sei veggente… 5 o 6 numeri da giocare al lotto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 6 mesi fa

        Staffa, non hai capito bene. Per te conta solo l’ultima riga del mio post. Rileggila e fai quello che devi, SPARISCI!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Staffa - 6 mesi fa

          vedi…quello che te e quelli come te(nessun offesa eh…)non volete capire(o non ci arrivate) è che chi non condivide il vostro atteggiamento da bimbi minkia bizzosi, chi non piace offendere..non è necessariamente un leccavalle…ma proprio non ci arrivate, da una parte ci sono i lenzolai bimbi minkia, da una ci saranno sicuramente i leccavalle, che sinceramente credo siano proprio pochi perchè è una dirigenza indifendibile, ma nel mezzo c’è tanta, ma tanta gente con piu di 2 neuroni, che tifa fiorentina, che critica senza offendere, e che prima di dire cacciamo i della valle dicono…si ma chi ci viene dopo?

          a voi interessa solo che se ne vadano, ed in parte è condivisibile per il fallimento degli ultimi anni, ma non vi ponete proprio il problema di chi verrà…buon per voi..

          vorrò vedere se Mr. Comisso o chi per lui non spenderà quanto vi immaginate, o spenderà male, cosa direte?

          quelli che voi chiamate leccavalle semplicemente perchè non la pensano come voi, sono semplicemente persone che amano la fiorentina a prescindere e non si fissano su un unico bersaglio come da anni state facendo voi…

          detto questo, benvenuto a Mr. USA…se viene…e speriamo che ce la mandi bona!…e di non dover dire invece…si stava meglio quando si stava peggio…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. max59 - 6 mesi fa

    Ci siamooooooooooooooooo!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. BlandoTifoso - 6 mesi fa

    Beh, se i dogmi di Commisso sono questi, più trasparenza, più sinergia con la tifoseria, via gnignigni e corvino, fuori dalle balle il rapporto con ramadani che ci fa comprare tutti quei porpi.. lo amo già.. 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 6 mesi fa

      E non solo, se la sua idea è di affidarsi a uomini di calcio veri e non ragionieri, magari persone che ci sentono per la fiorentina, che ci hanno giocato e che con tutti i difetti che possono avere, ci capiscono di calcio, beh siamo a cavallo
      Certo, al momento non è possibile sapere se sarà così

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Staffa - 6 mesi fa

    bla…bla…bla…che estate lunga sarà….sempre che arrivi st’estate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy