Il bilancio del 2020 viola: più slow che fast, ma la Fiorentina guarda avanti

Tempo di tirare le somme in casa gigliata

di Redazione VN

Il Corriere Fiorentino in edicola oggi propone il bilancio in ottica Fiorentina dell’anno che si appresta a concludersi. Sul campo, 46 punti nell’anno solare, 11 vittorie, altrettante sconfitte e 13 pareggi, con una media punti che si è abbassata nella seconda parte (14 in 14 partite, prima 32 in 21 match). Quanto ai tecnici, Iachini era partito molto bene, lo certificano i numeri, gli stessi che però ne hanno sancito l’esonero ad inizio novembre. Discorso opposto per Prandelli, protagonista di un inizio lento ma in netta crescita nelle ultime tre partite, che hanno portato 5 dei 7 punti messi assieme finora.

Prandelli
Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images

Nota dolente è sicuramente il mercato, con 62 milioni spesi complessivamente nel 2020 e una manciata, al momento, incassati da Chiesa. Ma sono i giocatori ad aver deluso nel loro rendimento, a parte qualche eccezione come Amrabat e Igor ammirati negli ultimi tempi. Lo sforzo della società acquista doppia valenza in relazione alla pandemia che ha colpito il mondo, causando perdite un po’ ovunque. 29,7 i milioni di rosso che sono stati ripianati da Commisso, che adesso punta deciso a far salire i ricavi.

Il patron dovrebbe tornare a Firenze nel giro di pochi giorni

Commisso
Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy