Iachini, ora tocca a te: lavoro e risultati per un’etichetta da togliere

Finito il mercato dovrà essere il tecnico a portare i risultati sperati

di Redazione VN
Iachini

Ora tocca a Iachini. Il mercato è stato particolare, controverso e per certi versi anche doloroso a livello tattico, con la partenza di Chiesa, ma adesso la palla passa nelle mani dell’allenatore. Sarà infatti il tecnico con il cappellino a dover ricavare punti e gioco dalla squadra viola, inserendo i nuovi e invertendo la rotta dopo le due sconfitte consecutive che hanno anticipato la pausa. La Repubblica questa mattina sottolinea come su di lui pensa un’etichetta fin troppo marchiata, quella di traghettatore, di uomo salvifico di situazioni difficili, oppure di luce in fondo al tunnel per club sprofondati nel buio. Il mercato ha confermato il blocco difensivo – arma in più della Fiorentina post lockdown – con in più l’arrivo di Quarta (e che recensioni) ma non ha portato un regista e un attaccante.

Ora sarà proprio Iachini a dover tirare fuori il massimo da questa squadra, magari – chissà – puntando all’Europa. Il tecnico viola l’anno scorso ha già raggiunto il suo miglior piazzamento in classifica della carriera (decimo) oltre alla media punti più alta (1,52 a gara). E pazienza se dopo la sconfitta con i blucerchiati hanno cominciato a rimbalzare i nomi di possibili sostituti, perché nel calcio contano sempre i risultati.

Beppe-iachini

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy