Iachini, la sfida di Udine è il compito a sorpresa. La missione? Alzare il livello

Iachini, la sfida di Udine è il compito a sorpresa. La missione? Alzare il livello

Udinese e Fiorentina dovranno fare i conti col silenzio e con un’atmosfera a dir poco particolare

di Redazione VN

Il calcio ai tempi del Coronavirus, tra caos e spalti deserti. Dopo giorni di discussioni e incertezze, alla fine si torna a giocare. Questo pomeriggio, ore 18, lo stadio Friuli di Udine non aprirà i suoi cancelli ai tifosi. La regione friulana, infatti, fa parte di quelle zone dove il virus si è maggiormente diffuso e così si giocherà in un clima insolito, surreale. Insieme a Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e la sfida scudetto tra Juventus e Inter, Udinese e Fiorentina dovranno fare i conti col silenzio e con un’atmosfera a dir poco particolare. La missione di Iachini sale di livello, insomma. La sfida di questo pomeriggio assume i contorni di un compito a sorpresa, di quelli senza preavviso. Giusto per verificare, scrive Repubblica, a che punto è arrivato il percorso della Fiorentina.

Franchi, Comune e ACF dovranno trovare un nuovo accordo sulla divisione delle spese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy