I senatori l’ancora di salvezza della Fiorentina. A Verona di nuovo al top

I senatori l’ancora di salvezza della Fiorentina. A Verona di nuovo al top

L’esperienza di Ribery, Caceres, Badelj, Pezzella per portare “la barca in porto”

di Redazione VN

Quando il mare è in tempesta e la nave barcolla servono braccia forti, ma anche nervi saldi. E’ questa la metafora che il Corriere Fiorentino aggancia ad una Fiorentina che, con i giovani si esalta ma senza l’esperienza può farsi travolgere dalle onde. E’ quello che è successo appena pochi mesi fa, non a caso Pradè in estate è andato su giocatori navigati come Ribery, Boateng, Badelj, Caceres. Ma la nave viola ha improvvisamente iniziato ad imbarcare acqua (19 gol subiti, mai così nell’era post-fallimento), e serve i senatori Pezzella e Caceres tornino ad esprimersi ai massimi livelli. Questione di equilibri e organizzazione, con un timoniere come Badelj che ancora non gira. A Cagliari è stato travolto da Nainggolan, a Verona sarà l’unico superstite del centrocampo. E tornerà la guida Ribery: con il suo carisma e leadership può trascinare Chiesa.

Scamacca, Zanellato e gli altri giovani emergenti: tutti i talenti italiani sul taccuino di Pradè

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Felipe - 7 mesi fa

    L’impiego assurdo di Bradipelj ci porterà alla rovina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy