Gilardino: “Muriel, le difese si adegueranno. Simeone? Non è una prima punta”

Gilardino: “Muriel, le difese si adegueranno. Simeone? Non è una prima punta”

L’opinione dell’ex giocatore della Fiorentina, ritiratosi dal calcio giocato

di Redazione VN

«Non si può chiedere a Muriel di segnare due o tre gol a partita. Guardate che la Serie A è difficile, saranno prese nuove contromisure», analizza l’ex attaccante viola Alberto Gilardino sulle pagine de La Nazione. Il Gila è sincero e anche realista, perché davanti a due gol del genere «ci si può solo esaltare, lo ammetto». Meglio il primo o il secondo? Il primo, «voglio dire, passare da lì era difficilissimo». Cinquantadue reti con la maglia della Fiorentina e, adesso, un patentino da allenatore: da tecnico, «Simeone non è una prima punta, l’arrivo di Muriel gli porterà grandi vantaggi, ha bisogno di qualcuno con cui dialogare». Affida i consigli al padre e a Pioli, sebbene debba «giocare per la squadra, i gol arriveranno, io facevo così». E se lo dice lui, che a Firenze ha lasciato un bel ricordo: «Tengo tanto alla rete di Liverpool, per me resterà memorabile. Ma penso a tante cose quando c’è Firenze di mezzo: il gol alla Juventus, la girata al Genoa, la doppietta al Lione…».

Violanews consiglia

“Ma che gol ha fatto?”, è scattata la Muriel-mania. L’ultimo così era stato Salah

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bati - 6 mesi fa

    Solo per Corvino Simeone poteva essere una prima punta. Peccato che assomigli ad Aguero o a Tevez solo nell’altezza. Il problema è che non ha una sola caratteristica neanche della seconda punta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 6 mesi fa

    D’accordo con il Gila su tutta la linea. Più difficile il primo perché la difesa era schierata, impossibile pensare che questo sia il rendimento di Muriel da qui alla fine e una convivenza tra lui e Simeone è necessaria se li vogliamo (e di conseguenza CI vogliamo) aiutare a segnare un po’ di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy