Il Genoa cerca la svolta contro la Fiorentina. E i rossoblù non hanno dimenticato il 3-3 di Mutu

Il gol di Thiago Motta, il rigore di Milito, una vittoria all’apparenza già scritta, sino alla prodezza finale di Mutu

di Redazione VN
Mutu

Domani, per il Genoa, c’è l’occasione per svoltare in una gara dal sapore particolare. Non solo perché la Fiorentina sia stata la casa di Prandelli, ma perché proprio con l’attuale tecnico genoano sulla panchina della Fiorentina, quasi dieci anni fa si giocò al Ferraris una sfida con il Genoa (3-3 il rocambolesco finale) che di fatto metteva in palio un posto al preliminare di Champions. Un duello vinto in extremis proprio dai toscani. Molto tempo è passato da quel giorno, ma i genoani non hanno dimenticato. E hanno chiesto proprio all’ex c.t. di regalare loro una gioia ripensando proprio a quel giorno: il gol di Thiago Motta, il rigore di Milito, una vittoria all’apparenza già scritta, sino alla prodezza finale di Mutu. Passato a parte, Prandelli vuole uscire in fretta dalle secche di una classifica che inizia a farsi antipatica, ma non ancora pericolosa. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy