Fiorentina obbligata a sperare nelle disgrazie altri in attesa del futuro

Fiorentina obbligata a sperare nelle disgrazie altri in attesa del futuro

L’analisi di Alessandro Bocci: “Ci sarà tempo per parlare del futuro di Corvino e di Chiesa o di cosa i Della Valle intendano fare per ridare credibilità alla Fiorentina. Oggi conta solo una partita. La Partita”

di Redazione VN

Obbligati a sperare nelle disgrazie altri in attesa del futuro“. E’ il titolo dell’articolo di Alessandro Bocci per il Corriere Fiorentino. Ve ne riportiamo una parte:

Ci sarà tempo per parlare del futuro di Corvino e di Chiesa o di cosa i Della Valle intendano fare per ridare credibilità alla Fiorentina. Oggi conta solo una partita. La Partita. I novanta minuti del tardino sono presente e futuro ed è il cado che Firenze si metta una mano sulla coscienza. La stagione è stata disastrosa, ma ora è il momento di salvare il salvabile, aiutare una squadra sull’orlo del baratro e venire fuori con le proprie gambe. Il Parma non sta meglio, anzi peggio. Ma da giorni carica l’evento per battere la fragile viola, scavalcarla in classifica e mettersi al sicuro.

(…)

La situazione non è (ancora) drammatica, ma brutta sì. Forse il gruppo è stato sopravvalutato o si è fatto prendere dall’ansia. Magari si è semplicemente spenta la fiammella che lo teneva unito nel ricordo di Astori. Non crediamo che la Fiorentina giochi contro Montella. Sarebbe giocare contro se stessa. Sicuramente ha faticato ad entrare in sintonia con il nuovo allenatore. Ma arrivati a questo punto i discorsi vanno accantonati.

(…)

E’ umiliante sperare nelle disgrazie dell’Empoli per conquistare la salvezza. Gli azzurri hanno vinto il derby. Ora ce n’è un altro a distanza per rimanere in Serie A. Per Andreazzoli, atteso dal Torino e poi a San Siro dall’Inter, la strada è tutta in salita. Però la sua squadra viene da due vittorie, lotta su ogni pallone, è in forma e motivata. La Fiorentina è dentro un tunnel nero fatto di sconfitte e recriminazioni.

vnconsiglia1-e1510555251366

Serve un punto: Fiorentina, devi salvarti da sola

Nessun dubbio: tornano Pezzella e Veretout, fiducia a Vitor Hugo e Gerson

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Contro UE - 3 mesi fa

    La disgrazia l’abbiamo in casa e parla marchigiano….
    Via i DV da Firenze!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy