Fiorenprima: Castrovilli non tradisce la fiducia di Commisso

Buona la prima: la Fiorentina parte bene in campionato

di Redazione VN

Fiorenprima. Chiesa inventa e Castrovilli decide“. Titola così La Gazzetta dello Sport sulla vittoria della Fiorentina contro il Torino alla prima di campionato. Ecco una parte dell’analisi:

La maglia numero 10 è sempre stata considerata speciale dal mondo Fiorentina. L’hanno indossata De Sisti, Antognoni, Robi Baggio, Rui Costa, Mutu. Patron Commisso e Beppe Iachini hanno voluto che stavolta a portarla fosse Gaetano Castrovilli. Perché lui rappresenta uno dei simboli di una società che vuole riprendersi un posto in Europa. Castrovilli non ha tradito la fiducia del presidente e del tecnico realizzando al 33’ del secondo tempo il primo gol del campionato. Una rete che permette alla Fiorentina di battere il Torino e di iniziare il campionato con il piede giusto, da solitaria prima in classifica per una notte, visto lo 0-0 tra Verona e Roma. A servire l’assist a Gaetano è stato Federico Chiesa. Altro gioiello di casa viola con un futuro tutto da scrivere. Ma chi immagina un Federico distratto dagli ultimi giorni di campagna acquisti è fuori strada. Chiesa in versione esterno a tutta fascia ha corso, si è sacrificato, ha lottato e nel finale ha inventato il colpo vincente. Forse se ne andrà, forse resterà. Intanto aiuta la Fiorentina a indossare un nuovo abito.

PAGELLE VN: Sorpresa Biraghi, Castrovilli e Chiesa si risollevano. Ribery…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mario - 1 mese fa

    Forse è fisiologico che ci debba essere un periodo di rodaggio, ma l’ho visto sacrificato in mediana e quindi un po’ avulso dal gioco finché ci siamo appoggiati a Biraghi Ribery. Quando è uscito Ribery con la squadra con 2 punte è tornato a fare il vertice alto del centrocampo e il suo contributo è cambiato. Un caso? Vedremo, ma tenere Castro basso e Chiesa basso mi sembra penalizzante… Bella partita di Biraghi e Duncan

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco Chianti - 1 mese fa

    Un primo tempo insufficiente, avulso dal gioco con diverse palle perse. Rientra in campo con un altro piglio nel secondo tempo dove è sempre nel vivo della manovra e già prima del gol si fa notare per inserimenti pericolosi e per fare girare bene il pallone. La Fiorentina fa bene a tenere un occhio sul mercato e ad avere le sue strategie ma la più importante è senz’altro lavorare sui rinnovi dei suoi tanti e forti giovani e Castro è senz’altro il primo della lista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy