Finisce l’agonia, ora il futuro: attesa dichiarazione D. Della Valle, addio a Chiesa e Veretout. E Montella…

Finisce l’agonia, ora il futuro: attesa dichiarazione D. Della Valle, addio a Chiesa e Veretout. E Montella…

Tanti i dettagli ancora da discutere con Commisso, ma quello che è certo è che per la prima volta nell’era Della Valle la cessione è un’ipotesi concreta

di Redazione VN

Come scrive La Repubblica, finisce con uno scialbo 0-0 la stagione della Fiorentina. I viola scelgono assieme al Genoa di non farsi male e restano entrambi in Serie A a discapito dell’Empoli. Giro palla irritante, poche idee e nessun barlume di gioco, in attesa di buone notizie da Milano: questo, in estrema sintesi, il riassunto di quanto di è visto sul campo. Novanta minuti tristi e inconcludenti, accompagnati dalla colonna sonora della protesta contro i Della Valle. Alla fine il fischio di Orsato è una liberazione: finisce l’agonia di un campionato diventato improvvisamente spigoloso e arriva il momento di guardare avanti.

La trattativa con Rocco Commisso c’è, e va avanti. Per oggi è attesa una dichiarazione di Diego Della Valle, che ieri non era in tribuna. E non c’era nemmeno suo fratello Andrea. Tanti i dettagli ancora da discutere con mr. Mediacom, ma quello che è certo è che per la prima volta da quando ha acquistato la Fiorentina Della Valle sta prendendo in seria considerazione la possibilità di vendere. Capitolo mercato: per il quotidiano Chiesa ieri sera ha giocato la sua ultima partita in maglia viola. Lo stesso Veretout, fischiatissimo dai tifosi. E potrebbe essere così anche per Milenkovic e qualcun altro. Infine, ci sarà da definire anche il futuro di Vincenzo Montella.

IL PIANO DI COMMISSO: DA OGGI L’ACCELERATA, VIA CORVINO. LE PRIME IDEE ED IL RAPPORTO CON LA PIAZZA. ANTOGNONI…

Violanews consiglia

Nuovo corso Fiorentina, contatti con Mirabelli per la poltrona di ds

Al Franchi i Della Valle non ci sono, l’uomo di Commisso sì

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Biobba2017 - 4 mesi fa

    Mi auguro che vendita o no i Della Valle dicano chiaro cosa vogliono fare. Di sicuro la rottura tra i tifosi e Firenze è netta.L’ultima bravata che hanno fatto non essere presenti all’ultima partita di campionato.
    Prima di condannare i tifosi si facciano un bell’esame di coscienza- La colpa non è mai da una sola parte. Ho visto che Preziosi era in tribuna.Loro dove erano?
    C’è poco da sperare IDV non sono compatibili con una squadra di calcio qualunque essa sia. Aspetto questa decisione con ansia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alan1971 - 4 mesi fa

    …sicuri sicuri che ci sarà una vendita?
    … e se ci sarà, in quali tempi?….
    Pensate che fare una vendita a questi livelli siano come vendere una Punto con 300mila km tra due vicini di casa?….

    Vi state lanciando addirittura nell’organigramma… ma siamo sicuro che il foulardato che odia Firenze “gliela dia vinta” in questo modo?…. lasciare da perdenti all’ennesima potenza?

    Spero di sbagliarmi, ma mi aspetto di vederne “delle brutte” (vendette, ripicche, rilanci di prezzo), prima di vederne “delle belle” (la sparizione di tutti loro).

    Fossero tifosi, potrei capire che vogliano il bene della Fiorentina, e quindi accelerino…ma questi non sono tifosi, anzi, quindi non credo che sarà tutto rose e fiori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MixViola - 4 mesi fa

    Non si capisce come un orgoglioso e capace capitano d’industria italiano, venuto a Firenze per vincere, possa accettare di concludere 17 anni di gestione di una sua proprietà con risultati così deludenti e, a futura memoria, infamanti.
    Non si capisce ancora di più come sia arrivato a ridurre il suo rapporto con la piazza, politici, stampa e pubblico, a termini così indecorosi dall’una e dall’altra parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giac - 4 mesi fa

      forse perchè è una persona così, le persone sono quello che dimostrano di essere, non quello che viene scritto o detto di loro dai portaborse e giornalai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gummarith - 4 mesi fa

      Si chiama senilità

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      Caro Mix, Diego non è persona per il calcio ed è presto spiegato nell’analizzare la sua entrata in questo mondo. Pensava di poter fare come nell’industria dove si portano delle idee e, se sono valide, vengono appoggiate per il bene comune. Il Calcio, come abbiamo visto abbondantemente non è di questa dimensione perchè in un mondo dove vivono i Lotito e compagnia bella ci possono stare solo quelli che soggiaciono a quello che viene comandato. Credo che Diego volesse cambiare questo stato di cose , visto che era impossbile ha mollato lasciando il tutto nelle mani di Andrea che ha rotto, non per colpa sua, il giocattolo con il duo Gomez/Rossi che ha sancito l’inizio della fine. Diego è “morto” per stanchezza e da presuntuoso, permaloso come egli è non ha cercato minimamente di correggere quelli che sono stati i suoi evidenti errori soprattutto nell scelta degli uomini.
      Con tutto questo sono sempre stato un assertore che se deve esserci un passaggio di proprietà non può esserci a chiunque, non andrebbe bene. Non so come sia Comisso e spero che sia una persona seria con il calcio nel cuore e, certamente meglio di tanti personaggi che gravitano nel mondo del calcio italiano, lo sarà. Avrei preferito un fondo d’investimento che tanti ritengono il male del calcio mentre io sono dell’idea totalmente opposta ma, siccome non è possibile ricucire nessun rapporto e non essendo nemmeno giusto farlo perchè oramai la famiglia Della Valle ha dimostrato che continuerebbe a gestire la Fiorentina come gli ultimi tre anni, ve bene anche Comisso che avrà l’appoggio di tutti, pro e contro i Della Valle, sempre per il bene della Fiorentina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giac - 4 mesi fa

        ma spiega per favore cosa vuol dire uomini di calcio? mi sembra di sognare!! basta con queste difese e giustificazioni penose!!! uomo di calcio non è nato nessuno!!! ma diversi lo sono diventati, come? facendosi il mazzo picchiando testate nel muro, cercare di non commettere gli stessi errori dedicandosi con impegno alla materia!! semplice!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy