Ferrara scrive: “Inquietanti e tristi i fatti di Scandicci. Viareggio Cup ex torneo di livello”

L’articolo di Benedetto Ferrara su quanto accaduto pochi giorni fa a Scandicci dopo la partita tra Empoli e Fiorentina

di Redazione VN

Nel suo articolo per la Repubblica Firenze, Benedetto Ferrara si concentra sui fatti di Scandicci dove un giocatore dell’Empoli è stato ferito al volto da un sasso lanciato da un tifoso della Fiorentina al termine della partita vinta per 3-2 dalla squadra di Emiliano Bigica. Vi proponiamo una parte del pezzo:

Sono tutti molto colpiti da quello che è successo. Ma quello veramente colpito è il povero giocatore dell’Empoli, il diciottenne Alessio Gianneschi, che per poco non ci rimette un occhio. Quella sassata lo ha preso in faccia. È andata bene, certo, ma bene si fa per dire. Tutto molto triste. E inquietante. Dalla organizzazione discutibile a quella mezza rissa finita con lanci di bottiglie e sassi e con le forze dell’ordine che non sapevano bene cosa fare, anche perchè al Turri di Scandicci c’erano solo un paio di agenti. E nessuna telecamera per trovare il responsabile. E così il giorno dopo arrivano solo le conferme a ciò che era già venuto fuori al termine di Fiorentina- Empoli, partita degli ottavi di finale della Viareggio Cup, ex torneo di Viareggio e soprattutto ex torneo di un certo livello, oggi confinato abbastanza ai margini, tanto che la decisione presa dall’Empoli di non partecipare più alla fotocopia sbiadita di quella che era una delle competizioni giovanili più ambite d’Europa, è sicuramente figlia di ciò che è successo a fine gara al Turri, ma anche di problemi organizzativi e di impianti spesso improbabili, compreso lo stadio dei Pini di Viareggio, costantemente in lotta per l’agibilità.

All’Empoli non è andata giù neanche la decisione degli organizzatori di far giocare il derby tra Fiorentina ed Empoli a Scandicci. A Firenze, insomma. Molti si chiedono cosa sarebbe successo se al Turri fossero stati presenti anche tifosi azzurri. Da parte sua il Centro giovani calciatori, la società organizzatrice della Viareggio Cup, sostiene, dopo aver fatto sapere che si costituirà parte civile contro i colpevoli per ciò che è accaduto, che la responsabilità organizzativa è delle società proprietarie del campo dove vengono giocate le partite.

vnconsiglia1-e1510555251366

Dg Scandicci: “Alcuni vandali hanno rovinato un grande evento. Siamo tutti vittime”

Il pugno duro di Corsi: “Daspo a chi ha lanciato i sassi e per gli insulti razzisti”

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ghibellino viola - 3 anni fa

    Episodio da condannare assolutamente. Vorrei però che qualcuno dei presenti ci raccontasse esattamente cosa è successo perché non è tutto così chiaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MARIC - 3 anni fa

    Mi meraviglia Ferrara, ma gli anni passano anche per lui. Giocare a Scandicci come ha detto il DS dell’Empoli vuol dire giocare a Fuirenze e lui sembra confermare. A me pare che Tra Firenze e Scandicci ci sinao circa 13,3 km e necessitano circa 28 minuti per raggiungerla, mentre tra Empoli e Scandicci c’è una distanza abissale ben 21,5 km e per raggiungere Scandicci da Empoli occorrono ben 25 minuti.
    Vero l’organizzazione e ha voluto favorire la Fiorentina…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy