Ferrara scrive: “Concept aziendale fa venire molti dubbi”. E il finto ritiro…

L’articolo del giornalista che solleva i dubbi su Commisso e le strategie di una Fiorentina vicina alla zona rossa

di Redazione VN

Prandelli dice: ora siamo questi. Giusto. E molto triste. Anche perché era difficile immaginare che una squadra con Amrabat, Bonaventura e Castrovilli a centrocampo non avesse la minima capacità di fare gioco. È questo il grande mistero“. Il problema dei viola, scrive Benedetto Ferrara sull’edizione fiorentina di Repubblica, non si limita più all’attacco, dove il solo Vlahovic non può bastare per ottenere una salvezza ma “è il concept aziendale e tecnico che fa venire molti dubbi“. Secondo il giornalista, anche il licenziamento del team manager Alberto Marangon fa riflettere, visto che era l’unico in grado di tenere i rapporti tra spogliatoio e società. Nella Fiorentina manca diplomazia e chiarezza, e sul quotidiano emergono dubbi anche sul finto ritiro – definito una “fiction inspiegabile” – concluso dopo soli due giorni ed “eterea dimostrazione di forza della società fatta più per far piacere ai tifosi che per vera strategia emergenziale“.

La confusione che regna, e che la Fiorentina non ammetterà mai, è un altro spunto di riflessione dell’articolo: “Cercare nemici ovunque pur di non ammettere le proprie mancanze è un atto di profonda debolezza. Insomma, sono tempi duri. È il gruppo che non funziona, un po’ perchè costruito male, un po’ perché c’è chi non vede l’ora di andare via, un po’ per via di una gestione, come detto, fino ad oggi piena di errori. Cambiare gli allenatori a volte funziona, ma solo se dietro c’è qualcosa di solido e organizzato“. Così come approssimativa è stata la cessione all’ultimo tuffo di Chiesa: per il giornalista, dare via il n° 25 e Sottil senza un vero sostituto è stato un passo falso difficile da giustificare.

Tra sogni e silenzi, la prima volta di Chiesa da avversario

GERMOGLI PH: 7 DICEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS GENOA NELLA FOTO JOE BARONE
27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violapersempre - 1 mese fa

    Il mio primo pensiero è stato che Commisso è arrivato qui per affari non per amore dello sport ci dobbiamo rendere conto che i vari Moratti Senzi Berlusconi ormai non esistono più come non esistono più bandiere a Commisso interessano centro sportivo e stadio tipo cittadella come volevano fare i della valle a differenza che i della valle a principio hanno fatto molto per la Viola poi quando hanno capito che non avrebbero potuto fare lo stadio hanno mollato tutto invece io credo che Se Commisso si renderà conto di non potere fare affari non andrà a lungo e venderà baracca scaricando le perdite dai suoi fatturati della sua azienda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 1 mese fa

      anche te … positività da tutti i pori.
      😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SOLOROGER - 1 mese fa

    Amrabat ex Verona… Castrovilli ex Cremonese…. Bonaventura svincolato a parametro zero! Non mi sembra esattamente il centrocampo del Bayern Monaco….se poi ci mettiamo 2 Esterni bassi come Lirola o Venuti e Biraghi o Barreca e davanti dei ragazzi alle prime armi + degli anziani a fine carriera la frittata è fatta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tagliagobbi - 1 mese fa

    Tutti bravi a parlare dopo. Quando il gobbo è stato venduto tutti a dire menomale s’è levato dalle palle e ora a dire il contrario… vi ricordate i primi anni dei DV? Tra poco si restava in C2… Commisso c’ha messo una baracca di soldi e di sicuro è quello più incaxxato di tutti. Non s’è preso, con tutto il rispetto, gente alla Falcinelli. Pradè deve delle spiegazioni ma sulla dirigenza non si può dire nulla. Il ritiro etereo? M’importa una semplice, dopo hanno cominciato a correre e a picchiare, quindi va bene così. Il resto sono solo chiacchiere sulla carta. Sarebbe meglio a volte mettere 3 euro di miscela, continuare ad andare in 2 in trasferta e attenersi di più ai fatti del momento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SOLOROGER - 1 mese fa

      Amrabat ex Verona… Castrovilli ex Cremonese…. Bonaventura svincolato a parametro zero! Non mi sembra esattamente il centrocampo del Bayern Monaco….se poi ci mettiamo 2 Esterni bassi come Lirola o Venuti e Biraghi o Barreca e davanti dei ragazzi alle prime armi + degli anziani a fine carriera la frittata è fatta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. SOLOROGER - 1 mese fa

      Puoi fare il conto di tutti i soldi che avrebbe messo Commisso nella squadra?? Non vorrei sbagliare ma mi sembra che da quando è arrivato non c’è stato nessun investimento anzi…. l’auto finanziamento dei DV non era male in confronto agli attivi di oggi! Guarda tutti i giocatori ( i migliori) che abbiamo venduto e poi vediamo! Senza contare che abbiamo regalato Muriel e ancora non sappiamo il perché! Comunque è più semplice dire che nessuno se lo poteva immaginare che la squadra è forte ma “Bloccata”… che l’allenatore è inadeguato e così passano gli anni e le cose non cambiano?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tagliagobbi - 1 mese fa

        Guarda tra squadra, stipendi, ingaggi e infrastrutture ha messo ad oggi non meno di 250 milioni e vado al ribasso. Ha messo sul tavolo più lui in un anno e mezzo che i DV in 15 anni. Prima di dire che non gliene frega nulla e che c’ha il braccino corto è bene che, caro solo, ti informi bene. In più ora ci deve buttare una 50ina di milioni per ripianare. Ma di cosa si sta parlando? Poi che Pradè abbia fatto varie bischerate (eufemismo) è un dato di fatto. Qui invece della luna si guarda come al solito il dito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SOLOROGER - 1 mese fa

          Ma che film hai visto fai i conti escluso acquisto della Società e terreno per il centro sportivo! Togli quelli e fai il conto cessioni/acquisti dei calciatori!! Il saldo è in attivo e diventerà ancora più attivo con la cessione definitiva di Pedro e la non conferma di Cutrone! Questa è la realtà poi se non ti piace e ti va bene cedere i migliori e prendere i parametri zero sei libero di farlo ci mancherebbe

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. dallapadella - 1 mese fa

      “Pradè deve delle spiegazioni ma sulla dirigenza non si può dire nulla” veramente PRADE’ E’ LA DIRIGENZA e sembra sia destinato a rimanere tale nonostante gli investimenti andati a vuoto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. franco 52 - 1 mese fa

    Sottoscrivo per l’amico livornese i tifosi sono una componente essenziale i commenti social volenti o no influiscono pesantemente su giocatori e dirigenti. Una volta l’infamata allo stadio
    Si esauriva li c’erano i giornali che riportavano alla realtà (forse era anche un problema di giornalisti). Adesso il calcio è vissuto come rivendicazione sociale anziché sano svago della domenica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. el_sup - 1 mese fa

    boia deh!
    devo dì che l’ambientino è ottimista
    spruzza positività come un tampone der covidde.
    Si rifà l’errore dell’anno scorso: s’incomincia a parlà di retrocessione alla 5° di campionato, alla 14° s’entra n’ittunnel e ‘un se n’esce più, ma forze ‘un ce ne siamo mai esciti)
    Maccome?
    Siamo Firenze, ci si merita questo e quello, ecceterra eccetera…
    eppoi si ragiona di retrocessione? prima di natale?
    ma… bimbi….
    io voglio la risurrezione di questo gruppo!
    quando c’è da compattarsi,
    fare ambient,
    inzommina, a fare gruppo…
    ‘un ci riesce, via.
    a volte con l’ambiente sopperisci alle mancanze sportive e esalti certe personalità.
    (Ilicic insegna)
    ti tappi ‘rnaso per il bene dei tuoi colori e si rema dalla stessa parte, delle cazzate se ne parla poi.
    qui non si sopperisce, anzi si aggrava qualunque situazione,
    all’esasperazione.
    Siamo Toscani, purtroppo, difficile capirci.
    Noi bravi a ‘un facci capì.
    Ricerchiamo metodi complessi per esprimere il nostro amore.
    Scherzimo su tutto… ma non è detto..
    Un offesa di un toscano non ha lo stesso valore di quella di un Lombardo, così come una sana bestemmia non ha niente di blasfemo ma molto del provocatorio.
    Difficile capirci, pretenderlo è da presuntuosi.
    Dice, ma ormai si fa tutto su internè, perchè nelli stadi c’è ir bacogigi in giro…
    come fai a fare “ambient” ??
    Per l’appunto è proprio ner ner webbe che l’acidità fiorentina trova il terreno più fertile.
    Diciamocelo che ci si sguazza… in questo acidume.
    Quindi l’ambiente che si percepisce “attorno” alla squadra e alla società tutta è malsano, fatto di tante infamate, qualche raro elogio a volte esagerato, ma che prontamente viene bilanciato con stroncature apoclittiche alla prima boiata.
    Una proprietà, prima osannata come Osiride discesa dal cielo e ora infamata alla pari dei poeri Marchigiani (dei quali io sarei stato più fiero)
    Il nostro è diventato un tifo di “pretese” anzichè di “supporto”.
    non vogliamo sentirci chiamare “clienti”, ma ci comportiamo da tali.
    Pretendiamo che la nostra squadra sia fatta a nostra immagine e somiglianza.
    Senza renderci conto che è esattamente così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 1 mese fa

      e cmq Osiride è maschile.
      però è una divinità, che è femminile.
      boh.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 1 mese fa

    Caro Ferrara, purtroppo la stampa ci ha messo più di un anno per comprendere le gravi lacune che sono presenti nella organizzazione aziendale della Fiorentina. Per mesi vi siete fatti “abbindolare” dalle promesse seducenti di Rocco che parlava in maniera schietta, fuori schema rispetto al passato e dipingeva un futuro assolutamente inatteso. Peccato che nessuno si sia mai chiesto cosa ci sia dietro ad un imprenditore americano (soprattutto se straniero che ha fatto affari di successo in US).

    Un imprenditore americano è abituato a investire per ottenere un ritorno (return on investment) e il ROI non è mai affettivo o sentimentale. Negli US l’unica unità di misurazione sono i NUMERI e in particolar modo i DOLLARI. Hai 1000$ e fai l’investimento Alfa. Dal primo momento sai che devi ritornare da quell’investimento almeno di un dollaro in più rispetto a quanto avresti ottenuto facendo l’investimento Beta, Gamma e tutti gli altri che hai scartato. Apri una fondazione di beneficienza? Lo fai perché ne hai un vantaggio in termini di tasse, perché hai un vantaggio in termini di visibilità, hai un vantaggio in termini di lobbying. Sostieni un candidato alla presidenza perchè hai concordato con lui una serie di vantaggi per la tua industry o direttamente per la tua azienda o l’area dove insiste il tuo business. Questi sono gli americani e l’America. Può piacere oppure no ma questa è l’America!

    A Firenze si continua a pensare a Rocco come una brava persona, la più bella cosa che sia capitata da secoli mentre in realtà è un investitore che farà di tutto per far fruttare l’investimento oppure chiuderà l’investimento quanto prima. La domanda che dovremmo farci è: l’investimento è di medio lungo periodo e quindi prevede una crescita tecnica e sportiva e quindi si cresce aumentando il valore della squadra, o è un investimento di medio breve periodo e quindi si prova a prendere più licenze possibili per costruire o far costruire beni immobili, aumentare il patrimonio di assett tangibili e vendere?

    Questa è la domanda che la stampa dovrebbe iniziare a farsi quando parla con Barone e Commisso. Tutto il resto sono solo chiacchiere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Per me licenze edilizie e crescità sportiva non sono necessariamente in antitesi. Non ho mai fatto l’amore con Commisso ma nemmeno lo considero uno speculatore interessato solo alle prime.
      Il problema grosso è che lato sportivo si è circondato di gente inesperta e che causa sua inesperienza dipende ancora dalle loro labbra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Eziogòl - 1 mese fa

    C**** significa concept?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 1 mese fa

      una visione generale di un progetto (un idea declinata) che può essere in ambiti vari finanziario, architettonico, merceologico, etc etc.
      il concept descive… il concetto su cui si basa il progetto e come approcciarlo, come funziona, gli scopi, le filosofie di approccio alle varie tematiche, ma anche l’immagine, la comunicazione e il marketing e quanto altro necessita per descrivere una “visione” d’insieme di un progetto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eziogòl - 1 mese fa

        Grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. el_sup - 1 mese fa

          un fiorino

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Violapersempre - 1 mese fa

      Significa (concetto)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Maxbolazz - 1 mese fa

    Concordo pienamente, secondo me purtroppo non c’è coerenza in questa società. I ruoli chiavi non sono occupati dalle persone giuste, manca programmazione, di conseguenza le scelte sono sbagliate. ROCCO COMMISSO dovrebbe uscire da questo “decisionismo” e lasciare fare persone di fiducia che conoscono bene il mondo del calcio e hanno potere, relazioni e carisma. Qui si naviga a vista e ho paura che possiamo diventare una società “lambda” di serie A o peggio ..
    Ci sono ancora troppe persone che vedono arrivare i vari Belotti, De Paul .. Bisogna fare di nuovo una croce su questa stagione .. Se a Maggio/Giugno non avviene una rivoluzione societaria (nuovo AD, DS, allenatore scelto da loro e segnali sul mercato) sapremo INFINE la verità sur COMMISSO che fino ad oggi ci ha tanto deluso (sportivamente) .. e sarà tempo di contestazioni perché da troppo tempo siamo nel buio. La pazienza non è infinita .. Incrociamo le dita e speriamo bene.

    Un’abbraccio a tutti dalla Francia.

    Max

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ghibellino viola - 1 mese fa

    Benedetto… dopo queste tue parole ci sarebbe da scrivere un romanzo. Prima di tutto rivalutando gli ultimi anni dei della valle, brutti sicuramente, ma che forse non meritavano tutta la caciara fatta (compreso qualche striscione e alcuni cori). Poi il lavoro di Corvino, con troppi bidoncini acquistati, ma anche con qualche gemma trovata e all’epoca non abbastanza evidenziata. Ma veniamo all’attualità. Benedetto, tu di calcio ci capisci, un centrocampo costruito senza uno che fa correre la palla invece delle gambe è un centrocampo che produce un gioco pessimo. Metti un liverani o un pizarro in questa Fiorentina e vedrai che cambia tutto. Infine Rocco Commisso. Continuo a pensare che sia la fortuna più grossa che ci sia capitata e che la strategia di puntare alle strutture (centro sportivo e stadio) sia l’unica che ci possa riportare a grandi livelli nel medio-lungo periodo. Però che la squadra non è fatta bene, che i dirigenti non hanno lavorato bene, che anche Rocco ci ha messo parecchio del suo, sono tutti dati di fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Sottoscrivo tutto quello che hai detto a parte il centrocampo perchè di gente che fa girare bene la palla ne abbiamo. Il problema è che pochi si smarcano e lo fanno singolarmente permettendo agli avversari di coprire subito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. SOLOROGER - 1 mese fa

      Gli ultimi odiati Della Valle ci avevano lasciato Muriel Veretout Chiesa e anche il povero Simeone …… forse dovevano essere la base da cui partire anziché la base sulla quale fare plusvalenze

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Commisso Vattene - 1 mese fa

    Commisso è il più grande fuoco di paglia della storia viola.
    Niente altro da aggiungere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Rissofiorentino - 1 mese fa

    Unico, insieme a Furio, Nassi e pochi altri a capire di calcio e di Fiorentina. Onore al popolo viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Violaviola - 1 mese fa

    Finalmente un giornalista che scrive le cose come stanno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. simuan - 1 mese fa

      …peccato che anche lui si sia svegliato quando l’acqua e’ gia’ alla gola…nei mesi precednti dov’era?…la sua presunta grande conoscenza su cosa era focalizzata??

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy