E intanto si infiamma il dibattito sul centro sportivo a Bagno a Ripoli

E intanto si infiamma il dibattito sul centro sportivo a Bagno a Ripoli

Le opinioni delle realtà cittadine

di Redazione VN

Proteste, richieste, risposte, suggerimenti: il Comune di Bagno a Ripoli, che ospiterà la nuova casa della Fiorentina, ha pubblicato tutto sul proprio sito ufficiale. Il Centro Sportivo che verrà non accontenterà tutti, vista la diversità delle richieste. C’è chi auspica un’unione tra sport e cultura, chi chiede più verde, chi un parcheggio, cose che ci saranno in effetti, ma se ne chiede di più. E poi ancora: dai dubbi sul terreno, giudicato eccessivo, alla proposta di una palestra da far utilizzare anche alla scuola Agnoletti. Ma la discussione vera sarà più avanti, quando, dopo il vaglio dell’iter urbanistico previsto per il 30 gennaio, ci saranno 60 giorni per le osservazioni vere e proprie.

“Modi e tempi sono giusti – afferma il sindaco Francesco Casini – l’obiettivo è dare i permessi a costruire già da inizio settembre. Punteremo su convenzioni per le scuole. Avere la società viola sarà un vanto per la città”. Lo riporta il Corriere Fiorentino.

Le due velocità del mercato viola. Ecco i nomi nel mirino per la prossima settimana

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Burlamacchi - 1 mese fa

    “alla proposta di una palestra da far utilizzare anche alla scuola”

    Appena c’è qualcuno che ha soldi da investire, arriva sempre qualcun’altro a cercare di sfruttarlo.

    Ora che senso ha chiedere che una palestra pubblica venga costruita sul terreno di un privato? Il territorio italiano è disseminato di edifici pubblici dismessi, spesso in abbandono, che potrebbero essere ristrutturati dal pubblico (il demanio li cede alle amministrazioni anche a cifre simboliche).

    A parte questo, immagino ci si riferisca al periodo delle osservazioni, che da sempre stimolano chiunque ad aprir bocca e ben poche sono realmente utili.
    Lasciamo passare e speriamo i lavori inizino presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tato - 1 mese fa

    Qualcuno sempre pronto a rompere, c’è. Finora non avevano mai xgiesto niente?. I parcheggi lu fa ul Comune, mica Commisso. Vofluono più verde?,ma ci saranno ampi da gioco e alberi, mica grattacieli o fabbriche. Chi vuolw, perché non mette i soldi e coai decide ciò che fare?. Facilw volere, volere con i soldi altrui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tato - 1 mese fa

      2 non mi piace di chi probabilmente, vuol farsi bello con i soldi degli altri.Se io privato investo 70 milioni, sarò padrone di decidere cosa fare o no? Visto che il terreno è stato acquistato da un privato?. Ringraziate Dio che questo costruisce e porterà anchw qualche posto di lavoro invece di pensare a chiedere. Qualcuno vuol provare a farlo stancare, cosi vi molla tutto e con le carte delle richieste… Ci andate in bagno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bobbe.. - 1 mese fa

    Ma la gente è proprio senza vergogna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Lore97 - 1 mese fa

    Legittimo fare osservazioni e critiche ma quando si attacca a prescindere senza un minimo di senso e di logica si dimostra tutta la propria incapacità. In ogni caso vedremo quando sarà partito l’iter della variante urbanistica quali osservazioni presenteranno realmente questi soggetti, i quali credo possano incidere molto poco (per fortuna)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. LupoAlberto - 1 mese fa

    Accontentare tutti è impossibile, in più c’è chi vede possibilità di guadagnarci personalmente e chi (secondo una cultura veterocomunista) considera il privato il demonio a prescindere, quindi come minimo da sfruttare per costruire le infrastrutture che il pubblico non riesce a fare.
    Non è certo questa la mentalità di Rocco che vede nell’investimento sul territorio (davvero importante) e nella possibilità di creare posti di lavoro (che a certi pare un aspetto secondario) un motivo per essere aiutato e non ostacolato dai cittadini come succede a Bagno a Ripoli (siamo solo all’inizio, aspetto la creazione del primo comitato) e succederà ancor di più a Firenze per lo stadio.
    Speriamo che non si stufi e mandi tutti a quel paese.
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giac - 1 mese fa

      appena un privato decide di investire subito ecco le sanguisughe che chiedono chiedono e basta non sanno fare altro, concordo in pieno sulla cultura citata in parentesi e aggiungo l’enorme avversità verso le partite iva e i lavoratori in proprio, fino a quando esisteranno tali mentalità che hanno governato e continuano a governare in Firenze e provincia dal dopo guerra tutto sarà difficile( purtroppo non basta cambiare nome o simbolo)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Xela - 1 mese fa

      Vabbè, anche facile parlare per te visto che il centro sportivo lo vivi come un possibile investimento nell’ottica del TUO divertimento che spera renda più forte la squadra che tifi. Probabilmente ragioneresti uguale se facessero qualcosa di cui non ti importa nulla.

      Detto questo molte osservazioni sono senza senso ma alcune hanno anche la loro logica e non ci vedo nulla di male visto che si sta parlando di uno spazio verde che diventa edilizia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. simuan - 1 mese fa

    …l’e’ roba da ricovero. C’e’ gente completamente incapace di vedere oltre il proprio naso…talemnte ottusi da non saper riconoscere neanche le opportunita’ palesi come questa…vaiavaia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gerber - 1 mese fa

    che lo facciano costruire ad una bella Coop edilizia e TUTTI si chetano immediatamente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy