È finita l’epoca delle plusvalenze: la Fiorentina riparte tra ambizioni, italianità e… frecciate

È finita l’epoca delle plusvalenze: la Fiorentina riparte tra ambizioni, italianità e… frecciate

Conferenza fiume

di Redazione VN

Il cambio di rotta della Fiorentina demolisce uno dei totem del passato: le plusvalenze. Pradè accanto a Barone ha declamato un mantra esattamente opposto a quello degli ultimi anni della precedente proprietà, dunque la ripartenza avrà il respiro della programmazione svincolata dai vecchi regimi contabili. Nei quasi 70 minuti di conferenza il nuovo d.s. ricorda anche il divorzio improvviso e soprattutto del mercato invernale del 2016: parla al plurale, ma si capisce che ha in mente una ripartizione specifica delle responsabilità. Tra i tanti temi anche la volontà in prospettiva di italianizzare la squadra e anche il settore giovanile. Lo scrive La Nazione.

Violanews consiglia

Veretout e Chiesa i primi nodi da sciogliere per Pradè

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. valter.demari_12172366 - 1 mese fa

    Non ho ancora capito quale è iniziata.Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 1 mese fa

    Che poi questa storia del buco lasciato di 40 milioni è forte…immagino però il buon Pantaleone non dirà nulla dei 60 giocatori inutili lasciati da lui! A proposito…ha trovato lavoro?comment_parent=524973

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Masai - 1 mese fa

    È finita l’epoca delle plusvalenze….quindi con veretout e (forse) chiesa che succede?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. curra. - 1 mese fa

      Ma che significa. No ti riesce ragionare al di là della semplice frase?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. simuan - 1 mese fa

        ..eh no caro bello, questo e’ stato detto in modo chiaro e netto. Uno spot di rottura con la gestione precedente….ma anche una bischerata colossale. Le plusvalenze servono a tutti, gobbi inclusi, figurati se non servono a noi. Faccia meno spot il signor Prade e si concentri di piu’ sul mercato che c’hanno appena soffiato Bennacer sotto il naso. Roba da chiodi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. damci - 1 mese fa

    Voglio andare controcorrente.Mi pare che prade’ ieri abbia parlato per far abbassare gli appetiti delle squadre che potrebbero venderci qualcuno.Se la mia lettura è giusta va bene,altrimenti fra le considerazioni su Chiesa,sugli alti stipendi di qualcuno,sulle valutazioni impercorribili di altri,sui tempi per gli acquisti,sul fair play,sui 60 giocatori da vendere(probabilmente ci hanno messo anche allievi e magazzinieri)lascerebbero un po’ sorpresi negativamente.Se poi aggiungiamo che se si fosse voluto si poteva ancora prendere Traore’,che sembra che abbiamo perso anche Benacer,che Dragovsky potrebbe rifiutare la fiorentina,non è che i segnali reali entusiasmino.Speriamo bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dellone68 - 1 mese fa

    Naturale, la responsabilità è stata:
    a) dell’Innominabile di Casette d’Ete;
    b) del prode GNIGNI;
    c) del convitato di pietra da Vernole, alias Almironno, patronno, gollo, unno, nonno eccetera eccetera;
    questi personaggi hanno distrutto la Fiorentina, umiliato i tifosi ed annichilito l’ambiente negli ultimi quattro anni. Umiliato un’ambiente ed una città che, in quella fatidica data, era al secondo posto in classifica. Umiliato l’allenatore, portato qua da Pradè, umiliato Pradè stesso che in quanto dirigente ormai totalmente depotenziato poteva fare poco, umiliati tutti quanti. Quando si potrà dire che cosa è successo in questi quattro anni si saprà che quello che molti di noi dicevano era vero e che tanti addetti ai lavori sapevano e che purtroppo non potevano dire. Così va il mondo.
    I sassolini dalle scarpe il buon Pradè se li è tolti, ma neanche troppo, ha reso la pariglia a quel signore che, tornando qua disse che la precedente gestione gli aveva lasciato il BUHO di bilancio di 40 milioni. Vaia vaia. Fortunatamente sono spariti tutti.
    Si riparte.
    Io sono felicissimo di questa nuova situazione. Per possono anche non comprare NESSUNO, si può fare il campionato anche con quelli che abbiamo qua, mi è bastato quello che hanno fatto. Sostituire quel terzetto di impresentabili e restituire aria respirabile a tutta la città di Firenze. Grazie.
    Alè viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. simuan - 1 mese fa

      …non comprare nessuno??…facciamo con quelli che abbiamo???…via, su’ non scherziamo. Ti sei fatto prendere un po’ troppo dall’entusiasmo. Se fanno come dici te l’e’ un altro campionato lacrime e sangue. Rocco e i suoi fretelli si son presentati facendo dichiarazioni importanti. I tifosi hanno gradito, festeggiato e stanno rispondendo alla grande. Ora pero’ dalle dichiarazioni ai fatti. Nessuno pretende la luna ma qualcosa devono fare….o forse “spendere bisogna spendere” non vale piu’??

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy