Dragowski: “L’Empoli mi ha dato quello di cui avevo bisogno, ovvero giocare. Idolo? Boruc”

L’estremo difensore polacco si è trasferito all’Empoli in prestito secco durante l’ultima finestra di mercato

di Redazione VN

Bartlomiej Dragowski, calciatore dell’Empoli in prestito dalla Fiorentina, ha rilasciato un’intervista a Il Corriere dello Sport dopo le recenti prestazioni positive:

L’Empoli mi ha dato quello di cui avevo bisogno, ovvero giocare. Mi aiutano tutti ed io ho debito con loro: voglio regalare loro la permanenza in A. Io sono molto concreto, il mio futuro è già domani e tra poche ore arriva la SPAL. Devo assolutamente migliorare nel gioco coi piedi, ma sono giovane e il tempo gioca dalla mia parte. Io, per natura, punto sempre a stare davanti, per potermi guadagnare la maglia da titolare: ogni allenamento è finalizzato unicamente a questo. L’idolo? Sicuramente Artur Boruc, il mio connazionale. Posso dire a giusta ragione che lui è stato il mio idolo. Anche se all’inizio io non ero un portiere

Violanews consiglia

Dragowski, show a Bergamo: Atalanta-Fiorentina è già iniziata

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 2 anni fa

    Un’idolo di nulla….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy