De Magistris e Galli in coro: “Campionato falsato, scelte ridicole e all’italiana”

De Magistris e Galli in coro: “Campionato falsato, scelte ridicole e all’italiana”

Le dichiarazioni dei due, di Roggi e di Pasqual

di Redazione VN

Partita senza tifosi, con limitazioni alla presenza di addetti ai lavori e due file vuote tra i tesserati e la stampa in sala conferenze. Queste restrizioni, scrive La Nazione, rischiano di falsare un campionato intero. Lo ha fatto capire anche Manuel Pasqual ieri, da fresco ex giocatore (QUI le sue parole). Ma non solo: anche Moreno Roggi, Gianni De Magistris e Giovanni Galli hanno condiviso la loro opinione sulla vicenda.

Roggi sostiene che sarebbe stato più giusto sospendere il campionato, ma il calendario fitto non lo ha permesso, dunque ci saranno squadre avvantaggiate da questa situazione rispetto ad altre. De Magistris parla di campionato falsato a prescindere, Galli di situazione ridicola in cui si dà la precedenza alla salute tutelando il calcio allo stesso tempo. Un colpo al cerchio e uno alla botte.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. yukiomishima1959 - 4 mesi fa

    O quanti tuttologi e chiacchieroni ci sono in giro….ma chetatevi un attimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tagliagobbi - 4 mesi fa

    Lungi da me voler difendere la federazione & c ma questi signori si rendono conto di cosa significhi sospendere solo 1 dei campionati europei lasciando andare avanti gli altri? Siamo poco dopo il giro di boa, non mancano due o tre turni che allora potrebbero anche essere sospesi e rimandati. Qui manca quasi mezzo campionato. Quando penserebbero di recuperarlo? A maggio? E le coppe europee? Con le squadre straniere che dovrebbero venire qua a giocare? Come si dovrebbe fare? Allora. Se si vuol essere seri sull’argomento o si va avanti così come stanno facendo oppure chiudi il campionato ora e congeli le posizioni (magari aspettando quando i gobbi sono secondi così gli fanno anche un dispetto). Terza soluzione è fermare tutti i campionati europei e le coppe e rimandarli a data da destinarsi. Se siamo Comunità Europea lo dobbiamo essere nel bene e nel male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy