Dal romantico esordio alla tregua armata: 4 anni di Chiesa, un’altra bandiera mancata

Riavvolgiamo il nastro

di Redazione VN

La Gazzetta dello Sport si chiede se la questione Chiesa non andasse chiusa già un anno fa. La Fiorentina avrebbe sicuramente incassato più soldi, poteva scatenare un’asta, e invece è andata come tutti sappiamo. Oltretutto, ci sarebbe stato tutto il tempo di scegliere un sostituto. Inutile cercare un nuovo Antognoni (inteso come simbolo), il calcio moderno non contempla più figure del genere. E dire che era cominciato tutto in maniera splendida: Sousa lo aveva designato come futuro capitano viola e tolto dal mercato (doveva andare alla SPAL in B), lanciandolo da titolare allo Stadium proprio contro la Juve. Poi un crescendo, le parole al miele per la Fiorentina, il sogno di fare come Antognoni, la valutazione di 70 milioni di euro. Infine, lo scontro di New York e l tregua della scorsa stagione. Federico non si è mai tirato indietro, con professionalità, ma ci ha messo poca passione. I numeri parlano della sua stagione migliore, ma questo non ha impedito ai tifosi di salutarlo con un sonoro “traditore”.

UN COMPROMESSO CHE NON PIACE A NESSUNO: ANCORA UNA CESSIONE ALLA JUVE

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. jameslabriexxx - 3 settimane fa

    Ma che asta lui voleva andare solo alla Juve. Abituiamoci ragazzi…che tristezza infinita è oggi essere tifoso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bati - 3 settimane fa

    L’errore grave è stato da parte di quelli che hanno convinto l’appena arrivato Commisso a tenerlo a Firenze. Ormai era chiaro che le parti avevano già l’accordo a settanta milioni un anno fa. Avremmo evitato tutti i guai e le bizze procurate fino dalla tourneè americana alla squadra e a Montella, avremmo probabilmente reinvestito quei 70 milioni subito e chissà forse avremmo fatto un campionato migliore e avremmo ancora un allenatore che fa giocare alle proprie squadre un calcio divertente e non la noia mortale che accompagna Iachini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. nacchero - 3 settimane fa

    Ma come faceva a restare in una squadra che nonostante la sua cessione ha fatto un mercato peggio del Benevento ma ven via!!!! E un ci vuole venire nemmeno ì bruciataio di san pierino a Firenze facciamoci 2 domande, questa società da fuori e un viene vista bene he!!!! Diamoci una svegliata questi ci pigliano per le mele

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bekri - 3 settimane fa

    Bandiere è chiedere troppo. Io mi aspetterei però almeno un po’ di rispetto e dignità verso la città che ti ha cresciuto. La carriera è un conto, ma ci sono modi e modi per andarsene. Oggi voglio sentire prade ma è molto inverosimile che la società abbia accettato queste condizioni senza una pressione forte del calciatore. Ovvero pur di andare alla Juve era disposto a farsi due anni di panchina? Capisco che la Fiorentina non lotta più per la zona alta della classifica, però anche trattarla come fosse Albino Leffe è offensivo. Tra l’altro da una persona cresciuta a Firenze e che adesso avrà serie difficoltà a tornarci.
    Io non ho parole, capisco che non devono essere tutti Antognoni; però almeno il rispetto verso la squadra che ti ha fatto emergere sì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. simocor_5399687 - 3 settimane fa

    L’anno scorso prima parte della stagione deludente, secondo periodo ha fatto semplicemente il suo compitino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eziogòl - 3 settimane fa

    Le bandiere non hanno più da èssici. Ringraziate r capitale, popolo bòve

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-2073653 - 3 settimane fa

    Anno scorso non mi è sembrato così indimenticabile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. federic_3552710 - 3 settimane fa

    Beh essere tacciati per uno che ci mette poca passione non è bellissimo!
    Ma il problema ragazzi è che di casi alla Chiesa ne avremo sempre se il livello complessivo della società non si alzerà, c’è poco da fare. Se il Presidente conferma Iachini (le motivazioni di riconoscenza e fiducia non fanno parte del pianeta calcio) e parla di nono posto, ditemi chi tra i giovani di prospettiva, se corteggiato da squadre più forti, non avrebbe voluto andare via. Guardiamo dentro di noi e pungoliamo questo strano soggetto Italo americano a fare meglio sul comparto sportivo. Speriamo solo che questo Rocco che a me non fa impazzire (straparla e al di là di una maggiore empatia rispetto a DDV, il suo acquisto più caro è Amrabat con una sola buona stagione alle spalle, non un sicuro campione!), sia un competitivo e dopo l’ennesima scelta sbagliata in fatto di allenatori, si decida a prenderne uno buono davvero per aprire un ciclo e provare a tornare tra le prime 7 (Europa). SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 3 settimane fa

      Concordo con te, è da ieri che ripeto però che qualcuno mi dovrebbe riuscire a spiegare perché il Sassuolo è da anni che tiene Berardi ed ora ha resistito senza problemi ad offerte per Boga e Locatelli. Che obiettivi hanno?Eppure lì restano….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. federic_3552710 - 3 settimane fa

        Berardi dopo una stagione splendida 4 anni fa si è perso, non ha una valutazione, credo, paragonabile. Locatelli se ti ricordi dopo che ebbe la sua grande occasione al Milan, andò al Sassuolo per ripartire, ha fatto un solo campionato di buon livello, se si confermerà andrà in una squadra migliore credo. Chiesa è davvero di un’altra categoria, nazionale ormai fisso, considerato il giovane italiano più forte al pari di Zaniolo (pazzesco, erano tutti e due nostri!), nessuno avrebbe resistito a tenerlo a meno che non riesci ad arrivare al livello della Lazio, che peraltro è il nostro, dunque con qualificazioni europee regolari, allora puoi resistere anche se hai gente forte. Io la penso così, ma non ho nessuna certezza sia chiaro

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy