Da Sottil a Gori e Ranieri: tutti i giovani viola nel mirino di Pioli

Attenzione anche a Ranieri, Ferrarini, Hristov, Valencic, Lakti e Maganijc, tutti elementi della Primavera che si stanno mettendo in mostra

di Redazione VN
GORI

Su Stadio troviamo un’analisi sui giovani della Primavera sotto stretta osservazione di Stefano Pioli. Riccardo Sottil è uno che si batte sempre e che promette sempre di avere qualità anche dal punto di vista tattico. In attacco c’è pure Gabriele Gori, deve ancora affinarsi, ha bisogno di tempo e magari di ulteriori contatti con la prima squadra, ma il feeling con il gol è totale. In difesa, tra i giocatori più positivi e interessanti in vista di un eventuale salto in prima squadra c’è Luca Ranieri, laterale basso sinistro (futuro vice Biraghi?). Tra i millennial spicca invece Gabriele Ferrarini, classe 2000, subentrato ieri, ma che già in campionato ha dimostrato di avere caratteristiche positive.

Petko Hristov, difensore centrale preso dalla Slavia Praga la scorsa estate, è considerato già una certezza. Vitija Valencic, mediano sloveno che fin qui ha stupito per la visione di gioco dimostrata, è il vero e proprio cervello della squadra allenata da Bigica. Gli servirà tempo, ma l’eredità di Badelj potrà essere la sua. Con lui c’è Erald Lakti, 2000 pure lui, in vetrina a Viareggio che ha dato il via all’azione del gol del momentaneo vantaggio viola firmato da Sottil. Josip Maganijic, esterno offensivo, aveva già impressionato positivamente a Moena durante la prima fase di ritiro della Fiorentina. Insomma, la stoffa in casa certo non manca.

Violanews consiglia

Ferrara scrive: “Gol, prestiti e flop, il futuro incerto dei giovani talenti della Fiorentina”

Da Reggio Emilia a Viareggio, cambia solo la sceneggiatura: contro l’Inter solo delusioni

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Zeno - 3 anni fa

    Non sono molto ottimista sul futuro lancio dei giovani della Primavera per tanti motivi ma non ultimo perché, personalmente, ho visto pochi ragazzi che potrebbero farcela.
    Forse Sottil che è il più tecnico di tutti e Ranieri che ha grinta e voglia. Infime se devo dire chi mi piace di più è Lakti che mi sembra un mini Gattuso. Poi dipende sempre dal salto che faranno e come saranno gestiti.
    Sul capitano stendo un velo pietoso in quanto guardandolo giocare (supponente e lezioso) e pensando al procuratore che ha penso che il suo futuro non sia roseo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy