Crisi senza fine: mancano un leader e un play

Crisi senza fine: mancano un leader e un play

Il morale è sotto i tacchi e la Fiorentina si deprime troppo

di Redazione VN

La Nazione analizza il difficile momento della Fiorentina. Come si legge, manca un trascinatore, non solo in campo. Almeno da fuori appare così, soprattutto se si mette a confronto il furore agonistico visto sabato sera. Un esempio. Cross di De Sciglio e palla intercettata in area da Biraghi: pare rigore. I bianconeri si avventano sull’arbitro (forse troppo) mentre Allegri inviata alla calma. E i viola? Aiutati dal Var, perché nessuno va dall’arbitro per spiegare che il pallone ha colpito il corpo del compagno. Piccole sfumature che però aiutano a comprendere come davvero non ci sia un uomo di riferimento. Il gruppo, certo, ma servirebbe davvero qualcosa in più.

Come in cabina di regia. Inutile fare riferimento a chi ha scelto altre strade (Badelj), ma nell’economia del gioco viola manca un regista vero e proprio, capace di rallentare e accelerare il ritmo della partita, cercando di pilotare la squadra e interpretando gli umori della partita stessa.

vnconsiglia1-e1510555251366

Fiorentina a caccia di rinforzi in attacco: rispunta Muriel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy