Corvino bussa alla porta del Bologna per Pulgar e tiene calde le alternative

Corvino bussa alla porta del Bologna per Pulgar e tiene calde le alternative

Per il mediano rossoblù si sono fatti avanti anche Betis Siviglia e West Ham, ma l’ostacolo più grande è il costo del suo cartellino

di Redazione VN

Sulle pagine di Stadio si evidenzia come una delle priorità del mercato viola – dopo l’addio di Badelj – sia la ricerca di un centrocampista centrale. Tra i nomi in evidenza c’è quello di Erick Pulgar del Bologna, che Corvino ha scoperto e portato in Emilia tre anni fa. Dettaglio non trascurabile: il prezzo. Il mediano classe ’94 costa tra 12 ed 13 milioni di euro. Dal canto suo, Pulgar, sta prendendo tempo davanti alla proposta di rinnovo proposta dal club rossoblù a 800.000 euro (il contratto in essere scadrà a giugno 2020) perché sa di avere estimatori sia all’estero che in Italia. Fuori dai confini sono stati il Betis Siviglia e il West Ham a farsi avanti, ma l’interesse vero è quello che arriva dalla vicina Firenze. Il costo del cartellino ed il rischio asta sono gli ostacoli più grandi.

Sempre per la stessa zona del campo, Corvino si tiene aperte altre strade: Tomas Soucek (23 anni) dello Slavia Praga, ad esempio, è un’ipotesi valida fin dallo scorso inverno, quando la Fiorentina aveva già fatto un tentativo per il centrocampista della Repubblica Ceca; poi, ugualmente, vanno seguite le strade che portano al polacco Szymon Zurkowski (21 anni) del Gornik Zabrze e Rolando Mandragora (21 anni) di rientro alla Juventus dal prestito al Crotone, per finire a Ellyes Skhiri, 23 anni, francese di origini tunisine del Montpellier che giocherà il Mondiale in Russia proprio con la maglia della Tunisia. Intanto, la Fiorentina bussa al Bologna per Pulgar.

Violanews consiglia

Obiettivo Pjaca, tra Marotta e Corvino è iniziata la partita a scacchi

Meret, l’Udinese non abbassa le pretese: i bianconeri voglio 18 milioni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy