Chiesa, parte il piano bis: Commisso studia il rinnovo del gioiello viola

Chiesa, parte il piano bis: Commisso studia il rinnovo del gioiello viola

Dopo averlo mantenuto a Firenze si pensa alla prossima mossa

di Redazione VN
Federico-chiesa

Le nuvole nere della cessione di Chiesa in estate sono ormai alle spalle, ma la situazione è ancora tutta da studiare. Questa mattina La Repubblica studia le prossime mosse della Fiorentina nella speciale partita con il suo gioiello: Commisso ha mantenuto con determinazione la promessa di non lasciar partire Federico, ma ora sa che serve un piano bis. Il contratto del gioiello viola scadrà nel 2022, ma ora più che mai è necessario un rinnovo con aumento contrattuale – almeno 3,5 milioni – per legarlo ancora a Firenze e fare di lui il pilastro su cui costruire la squadra del futuro. In aggiunta, si studia anche una clausola rescissoria molto alta, da top player. La strada, però, è tortuosa: bisognerà capire prima di tutto le intenzioni di Chiesa, andando per gradi. Anche perché – si legge – sul giocatore è tornato forte anche l’interesse dell’Inter oltre che della Juve: la prossima estate si preannuncia bollente.

INTANTO IN NAZIONALE È TORNATO PROTAGONISTA

Mancini: “Ottima partita di Chiesa, è un giocatore importante ma deve crescere”

Qui Juventus: due giorni di stop, a Firenze la prima per Sarri e… Barzagli?

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. diecibarra12 - 3 mesi fa

    Vendere il prima possibile, non è e nn sarà mai un leader, è forte tecnicamente ed atleticamente ma intelligenza calcistica ai minimi termini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. max688 - 3 mesi fa

    chiesa lo convinci a restare solo con una squadra competitiva….poi ovviamente servirà anche un adeguamento contrattuale ma se la fiorentina avrà un’altra annata ”anonima” la prossima estate avremo un altro tormentone (ammesso e non concesso che non continui ininterrottamente visti gli articoli che continuano ad uscire)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy