Che fine farà il Franchi? In Italia precedenti poco incoraggianti, in Europa…

In Italia cattedrali nel deserto, mentre in giro per l’Europa non si fanno problemi ad abbattere strutture storiche o più nuove

di Redazione VN
Franchi

Sul Corriere Fiorentino si parla del futuro del Franchi, qualora la Fiorentina decidesse di traslocare in un nuovo impianto. Il rischio è quello dell’abbandono e del deperimento della struttura nel giro di pochi anni. Così è accaduto allo stadio Flaminio di Roma, che dal 2000 al 2012 ha ospitato la Nazionale di Rugby prima di cadere in disgrazia: muri scrostati, infiltrazioni, erba alta un metro, scale pericolanti e parcheggio adibito a accampamento per disperati e senza tetto. Destino simile a quello del Filadelfia di Torino, che chiuse i battenti nel 1963 prima di tornare a nuova vita dal 2017.

All’estero invece l’architettura ha senso fin quando serve: non importa andare negli States. Monumenti del calcio mondiale come Wembley e Highbury non esistono più, ma anche il vecchio (si fa per dire) Vicente Calderon di Madrid è in fase di demolizione. Eppure fu inaugurato soltanto nel 1966.

Nuovo stadio, il gioco del cerino e il rischio di un Franchi vuoto

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dellone68 - 1 anno fa

    Purtroppo siamo nelle mani di soggetti (la Soprintendenza) che non fanno i conti con la realtà. Il Franchi non è un monumento che non costa nulla, ma è un monumento che costa centinaia di migliaia di euro di manutenzione ordinaria tutto l’anno. Un costo che solo una società come la Fiorentina può in qualche modo colmare, con i pagamenti (che peraltro non sappiamo neanche se fa, quando c’erano i Della Valle giravano voci che è meglio non riportare) o canone destinati al Comune. Se la Fiorentina va altrove, il Franchi muore. Non ci sono abbastanza eventi ed attività per ripagare un costo fisso del genere. Ma la Sprintendenza se ne fotte. Vaia vaia, in che paese che viviamo. Ho casualmente visto il progetto sulla Nazione di ieri. Sarebbe stato uno stadio bellissimo. Ma che gli frega a questi. Questo paese e questa città sono profondamente malati. Non si sa che cosa debba accadere per avere una gestione pubblica che possa avvicinarsi alla decenza. Ma tanto potremmo stare secoli a parlare di questo senza trovare alcuna soluzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fff055 - 1 anno fa

    A Campi faremo il Franchi
    Al Franchi faremo prati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pitto - 1 anno fa

    E’ questo il problema, se la Fiorentina decidesse di costruire un nuovo stadio quello che loro dichiarano essere un monumento storico diventerà un mucchio di polvere, perche a Firenze oltre alla Fiorentina non esistono nè eventi nè società e neanche attrazione turistica in grado di mantenere l’ A. Franchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 1 anno fa

      Che poi bello di che… per valore affettivo certo, ma estetico non direi. E’ nè più ne meno uno stadio, niente di particolarmente artistico, semmai vecchio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vennih - 1 anno fa

      Lo avevo già scritto in un post precedente… Il Franchi potrebbe essere utilizzato per:
      – Le partite della Fiorentina Women’s
      – Le partite della Primavera
      – Le partite delle nazionali giovanili
      – Il rugby
      – Concerti e arena cinema durante l’estate
      – Mostre più o meno permanenti negli spazi chiusi
      – Eventi vari negli spazi aperti sotto le gradinate.
      Forse così non ci sarebbe degrado…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy